Sceiren della org RDE ha preparato una guida introduttiva completa dedicata a chiunque si avvicini per la prima volta al mondo di Star Citizen. La guida tratta tutti gli aspetti importanti del gioco, dalla natura del gameplay alla scelta della prima astronave con cui iniziare a giocare. La lettura è caldamente consigliata ai nuovi arrivati! E non dimenticate di visitare il loro sito ufficiale!


Un saluto a tutti i cadetti ed ai futuri piloti!

Con questa guida vi darò una prima infarinata sull’universo inesplorato (o quasi) di Star Citizen, dandovi alcune delucidazioni su come fare i primi passi per diventare cittadini delle stelle, unirvi ad una flotta ed iniziare a volare fin da subito!

Se state leggendo questo post, allora siete ad un passo dallo staccare i piedi dal suolo e librarvi tra le stelle! Ma esattamente, come funziona il tutto? Per dirla in due parole: che cosa è Star Citizen?

Star Citizen è un progetto avviato su Kickstater da Chris “Wing Commander” Roberts ad ottobre 2012 per riportare sugli schermi dei nostri PC un simulatore di volo spaziale degno di questo nome sfruttando, come in passato, l’hardware dei computer fino all’ultima goccia!

Il progetto prevederà una campagna in single player denominata Squadron 42, l’erede spirituale di Wing Commander, ed un universo persistente, appunto Star Citizen, un MMO con oltre 100 sistemi in cui avventurarsi, commerciare, svolgere missioni di flotta ecc.

Per avere una infarinatura più dettagliata, vi rimando a questo articolo (che, ammetto, deve essere aggiornato perchè da quando l’ho scritto di carne al fuoco ne è stata messa molta, ma molta di più!).

In breve, Star Citizen è un gioco che si divide tra il volare tra le stelle con la vostra fedele astronave e combattere in chiave FPS a terra o a bordo di navi più grandi! Tutto integrato e tutto in modo persistente! Non ci saranno livelli, non ci saranno ruoli fissi: potrete fare in ogni momento tutto quello che vorrete con la vostra nave, ma, ovviamente, ogni nave sarà più specializzata in una data cosa rispetto alle altre, così acquisisce importanza la scelta della prima nave della vostra flotta personale!

Così, come chiedo sempre ai nuovi piloti, prima di scegliere il pacchetto di gioco (vedi pià avanti), ponetevi una semplice domanda:

Se foste capitani di una nave spaziale, come vi vedreste? Un combattente di caccia come Scorpion in Battlestar Galactica? Un esploratore di nuovi sistemi stellari come il capitano Kirk di Star Trek o un commerciante che punterà tutto sul profitto?

Combattente? Dogfighter? Assi nel volo e nel combattimenti caccia Vs caccia?

 

Esploratori? Avventurieri? Cacciatori di punti di salto sconosciuti per viaggiare da un sistema stellare all’altro?

 

Commercianti? Il profitto è la vostra ragione di vita?

 

A) Bene, credo di avere individuato cosa mi piacerebbe fare, ma come scelgo la nave con cui volare?

Come dicevo, in Star Citizen non esiste una nave migliore in assoluto, ma una nave in grado di ricoprire meglio un determinato ruolo rispetto alle altre sì… Fermo restando che quello che conterà davvero sarà la nostra bravura, la nostra esperienza ed un pizzico di fortuna, che non guasta mai!
Chiaramente, la prima nave è fondamentale perchè sarà il biglietto da visita per l’universo e quella che sarà sfruttata di più, soprattutto agli inizi, per volare da soli e fare i primi crediti. Per missioni più impegnative, si potrà volare sulle navi dei propri amici e della gilda (in SC è chiamata organizzazione) rivestendo non solo il ruolo di pilota, ma anche di artigliere, addetto alle armi, addetto agli scudi, ingegnere, marine, ecc.

Scelta della prima nave

Star Citizen è un progetto interamente finanziato dai giocatori che, acquistando il gioco ora, avranno accesso ai contenuti delle fasi alpha e beta, oltre ad acquisire il diritto di scaricare il gioco per intero (comprensivo della campagna single player) alla release ufficiale. Quindi i pacchetti di gioco hanno prezzi diversi in base alla nave che sceglierete. Potrete optare per navi base denominate starter ship, navi multi giocatore, ecc.

Una cosa importante: STAR CITIZEN NON AVRA’ ABBONAMENTO MENSILE quindi, acquistando il pacchetto di gioco, avrete accesso ILLIMITATO ai contenuti della release finale.

Passiamo alla scelta della vostra prima astronave:

1. Mi vedo un combattente!

Partendo dal pacchetto minimo e, quindi, minima spesa, sicuramente un’Aurora LN sarà la scelta più indicata. Piccola, maneggevole e discretamente armata per essere una stater ship, l’Aurora LN è la nave che fa per voi! Un bel rack di missili, generatore di energia migliorato ed armi capaci di impensierire anche navi di segmento più avanzato!

Se avete un budget più sostanzioso, allora vi consiglio sicuramente una nave assai più elegante, definita la “mercedes del trentesimo secolo”. Della serie 300, il caccia 325A è quello che fa per voi! Sistemi di puntamento avanzato, missili ed armi più potenti delle sorelle della serie, maneggevole e volece, ottima anche per voli di lunga durata e missioni di intercettazione.

E infine, se potete permettervi una Hornet F7C, allora state scegliendo IL DOGFIGTHER per eccellenza! Non è pensata per le missioni di lunga durata, non è stata progettata per il commercio, la Hornet ha un solo scopo: la supremazia in volo contro gli altri caccia! Armi giroscopiche, missili, sistema di scudi avanzato, nonchè un generatore di energia adeguato, sono solo alcune delle caratteristiche di questo terrore dei cieli! Sempre di fascia alta, ma per un volo più agile rispetto alla pesante Hornet, una scelta interessante è senza dubbio la GLADIUS, nave dal fascino retrò, maneggevole e letale.

2. Mi vedo Esploratore!

Se la serie Aurora con la sua MR è un ottimo compromesso (meno armata della sorella Legionnary, ma più personalizzabile), sicuramente il tier 2 di questa classe è saldamente occupato dalla ottima Origin Jumpworks 315P.

Sensori avanzati e serbatoi più capienti, uniti a propulsori meno esosi in termini di carburante, rendono la variante Explorer della serie 300 una nave ottima per iniziare!

Se poi vi sentite più un capitano Kirk e desiderate volare non su una semplice nave monoposto, ma sulla più celebre e studiata nave multigiocatore di fascia media di Star Citizen (peraltro attualmente al suo secondo restyling post-hangar), allora potrete optare per la Constellation Classe Aquila, fregata da 4 giocatori, con tanto di rover da sbarco incluso!

Infine una via di mezzo (in termini di budget) tra la 315P e la Constellation Aquila è la variante esplorativa della serie Frellancer, la Freelancer DUR.

3. Mi sento commerciante!

Se il profitto è la vostra ragione di vita e vi vedete a fare crediti invece che a dare la caccia ai ricercati … (INCISO – nel qual caso la scelta più azzeccata potrebbe essere un mezzo con vocazione più bellica, ma provvisto di celle criogeniche per i ricercati – come la Avenger o la Cutlass Blue).

… Allora la scelta dovrà cadere invitabilmente su navi fatte proprio per voi!

Partendo dalla nave starter della serie Aurora, che ancora una volta ci viene in soccorso, l’entry level per gli aspiranti astri del commercio intergalattico è senza dubbio la RSI Aurora CL. Meno armata delle sue sorelle MR e LN, la CL ha molto più carico e serbatoi maggiorati per viaggi più lunghi.

Salendo di budget, salgono naturalmente anche le prestazioni. Ottima nave multi giocatore (2 unità), ma anche nave multi ruolo a tutti effetti (non solo la nave commerciale di fascia media per eccellenza, ma anche buona per esplorazione), è la Freelancer (base o nella sua versione specifica per il commercio, la MAX). La prima, naturalmente, è meno specializzata e quindi più adattabile a ruoli diversi, mentre la seconda è più specifica per il commercio.

Di segmento ancora superiore, la serie constellation annovera nella sua scuderia la Taurus, fregata dedicata al commercio.

B) Ok, ho scelto la mia strada e la nave con cui volerò, cosa devo fare adesso?

Per prima cosa occorre aprire un fascicolo di cittadinanza. Del resto, l’UEE (United Empire of Earth – l’Impero Unito della Terra) non permette di volare senza rientrare nei registri dei piloti della galassia! In buona sostanza, come in ogni gioco, occorre registrarsi ed attivare un proprio account.

Per farlo basta andare sul sito ufficiale del gioco, www.robertsspaceindustries.com e cliccare su “MY RSI” in alto a destra. Si aprirà la schermata per accedere al proprio fascicolo oppure, se siete nuovi, la possibilità di registrarvi. Per farlo cliccate su Enlist Now in basso a destra del menù.

Fatto questo vi verrà richiesto di inserire una serie di dati. ATTENZIONE, perchè mentre alcuni di questi saranno modificabili in futuro, altri resteranno permanenti! Quindi occhio alle scelte che farete! Per evitare strafalcioni, basta un minimo di attenzione. In particolare, vi saranno richiesti:

1) Login ID: PERMANENTE – questo è il nome SEGRETO del vostro account, la login vera e propria. Non figurarà da nessuna parte, nè sul forum RSI nè nel fascicolo di cittadinanza e non potrà essere cambiato una volta confermato. Potete anche inserire una sequenza alfamunerica di caratteri, non necessariamente una parola di senso compiuto perchè serve solo ai fini dell’accesso al DB degli utenti, ma non avrà riflessi sul vostro profilo.

2) Password: una pass che potrete modificare quando vorrete.

3) Email Address: l’indirizzo mail a cui sarà collegato il vostro account e che sarà inserito nella mailing list del sito. Inoltre, quando effettuerete un pledge (donazione per il progetto, alias acquisto di navi, oggetti di merchandising, upgrade per la vostra nave ecc…), sarà la mail che riceverà le notifiche collegate allo store.

4) Community Monicker: modificabile. Questo sarà il vostro nick che comparirà sui forum RSI. Potrete cambiarlo a piacimento e, in chiave GDR, rappresenta il nome del pilota che sta loggando in un dato momento.

5) Handle: PERMANENTE Rappresenta il link diretto al vostro fascicolo di cittadinanza. Non è modificabile, quindi sceglietelo con cura.

Perchè tre nomi: Handle, monicker e login? L’ultimo, come spiegavo, non ha rilevanza per il gioco se non in termini di accesso al DB, ma i primi due sono fondamentali. In Star Citizen esisterà la permadeath, cioè il personaggio con cui giocherete potrà morire permanentemente. Questa, chiaramente, non sarà una cosa istantanea (come accade a Diablo nella modalità Hardcore, per esempio), ma avverrà per step. La tecnologia ci aiuterà a sopravviere a ferite letali per un certo numero di volte, ma prima o poi il nostro fisico cederà, ed allora saluteremo il nostro personaggio e tutti i suoi averi passeranno ad un personaggio che andremo a creare. Infatti, in Star Citizen non si parla di Character Generation (creazione di personaggio), ma Genealogy Generation (creazione di genealogie). Ciò potrà essere sfruttato in chiave GDR da chi vorrà, ma comunque sarà un elemento importante del gameplay. Così ci penseremo due volte prima di gettarci a capofitto nell’azione ed assaltare una nave madre nemica. Occorrerà pianificazione, avere i numeri giusti e un po’ di brivido del rischio, che altrimenti sarebbe pressocchè nullo!

Tornando a noi, dunque, il Monicker potrà rappresentare i nomi dei personaggi che andremo a creare ed a giocare, ma l’Handle, essendo il fascicolo della nostra genealogia, in un certo senso li raggrupperà tutti ed ecco perchè sarà immutabile. Del resto, qualora il nostro pg facesse una brutta fine, di certo non smetteremo di giocare nè tantomeno perderemo le nostre navi! Semplicemente passeranno al secondo personaggio in successione e così via.

Ehi, ma così perderó tutto quanto avrò fatto col mio “main”?

Il concetto di main pg in Star Citizen non esiste. Come dicevo, non ci saranno punti esperienza o livelli da accumulare. L’unica cosa che cambierà passando da un pg al successivo, sarà la reputazione che avremo nei vari sistemi. Così, ad esempio, se il primo pg era un famoso pirata, il secondo, seppure inizierà da zero, non sarà malvisto dalla milizia come il precedente, ma dovrà faticare per risollevare la sua reputazione con essa e, viceversa, non godrà della fama del primo pg tra i fuorilegge, ma potrà ricominciare a crearsi una propria reputazione con un piccolo bonus iniziale. Il pg in game non sarà altro che un vero e proprio avatar di noi stessi e, quindi, più bravi saremo, più bravo sarà l’avatar. Nulla di più. Se proprio dobbiamo cercare un personaggio in senso classico, allora le navi saranno il nostro pg, in quanto potremo equipaggiarle, personalizzarle, potenziarle ecc.

Creato l’account, potrete accedere al vostro profilo cliccando su My RSI. Qui avrete il vostro hangar (con tutte le navi e gli oggetti che potrete acquistare, ovvero ricevere gratuitamente dagli sviluppatori), l’indicazione dei crediti acquisiti e da spendere (dollari, valuta reale, UEC, la moneta di gioco ed i REC, crediti elettronici per i quali rimando all’articolo corrispondente qui).
Sarà anche possibile, in maniera molto intuitiva, aggiungere ai contatti tutti i membri della vostra Org e i vostri amici.

C) Sono un cittadino! Ora voglio iniziare a volare e combattere con la mia Hornet, cosa devo fare?

E’ il momento del primo pledge! Dopo aver loggato su RSI come abbiamo visto (siate sicuri di avere il led di My RSI verde), cliccate su Store –> Pledge.

ATTENZIONE: nello store troverete sia le navi singole che i pacchetti del gioco. Non confondetevi! Scegliete “Game package” e da lì optate per la vostra scelta. Continuando con l’esempio, il nostro promettente dogfighter vuole prendere una Hornet come prima nave: per farlo andrà nello store e sceglierà il pacchetto contenente la suddetta nave. In tutti i pacchetti di gioco troverete, oltre alla nave corrispondente:

– UEC (Crediti di gioco): utilizzabili solo al lancio;
– Insurance (Assicurazione): legata alla vostra nave (leggi dopo);
– Beta: accesso alla beta dei vari moduli;
– Arena Commander Pass (solo alcuni): alcuni pacchetti, soprattutto gli starter, includono il pass per il modulo di volo. Per i pacchetti non provvisti, il pass andrà preso separatamente al costo di poco più di 6 dollari, iva inclusa;
– Star Citizen: MMO del gioco con universo persistente;
– Squadron 42: gioco single player;
– Hangar: in base alla nave che sceglierete, avrete accesso a 4 hangar diversi. Dall’hangar più piccolo a quelli più sfarzosi ed eleganti, fino al raro Hangar Asteroide, disponibile attualmente solo per chi acquisterà la Cutlass

Come dicevo, acquistando un pacchetto di gioco avrete acesso all’intero progetto e, in taluni casi, anche alla alfa del modulo di combattimento, l’Arena Commander.

Tra i punti riportati in precedenza c’era la voce ‘Assicurazione’: sono sicuro che vi starete chiedendo cosa sia e cosa comporterà. In Star Citizen ogni nave potrà ovviamente essere distrutta. Sarebbe un bel problema dover ricominciare da capo a guadagnare crediti, senza una nave, per poterne comprare un’altra. Per questo ogni nave potrà essere assicurata! In questo modo, in caso di perdita del vostro prezioso velivolo, la casa produttrice ci rispedirà nel nostro hangar un modello nuovo di fabbrica. Chiaramente il carico e gli aggiornamenti hardware andranno assicurati separatamente. Il periodo di assicurazione indicato nei vostri pacchetti, che può essere di 3, 6, 12, 24 mesi e così via, indicherà per quanto tempo, in termini di tempo di gioco, la vostra nave sarà assicurata. Terminato questo periodo, dovrete assicurarla nuovamente utilizzando i vostri UEC (i crediti in game). Il tempo di gioco, orientativamente, dovrebbe essere 1/3 di quello reale e, quindi, 24 ore di tempo di gioco equivarranno ad 8 ore di tempo reale. Questo aspetto, comunque, è ancora in fase di definizione e quindi potrebbe essere soggetto a cambiamenti.

Alcune volte, in rare occasioni chiamate “Concept Sale” o durante occasioni spot (vedi dopo), alcune navi potrebbero uscire con assicurazione definita LTI o Life Time Insurance: Assicurazione a Vita. Qualora acquistaste una nave in una di queste rare occasioni, non dovreste mai più preoccuparvi dell’assicurazione che però, ricordo, varrà solo per lo scafo e non per eventuali aggiornamenti che installerete o per il carico che trasporterete. Questi andranno sempre e comunque assicurati separatamente.

D) Ed ora si parte! Download del Client, il Modulo Hangar e l’Arena Commander!

Dopo essere diventati cittadini della UEE, è giunto il momento di esserlo sul serio!

Il primo passo consiste nello scaricare il client. Basterà loggare in My RSI e cliccare su “Star Citizen –> Download”. Dopo aver scaricato il laucher, inizierete il download del client che pesa oltre 30 GB. Considerato che questo, almeno per il momento, andrà scaricato nuovamente ad ogni patch importante (ricordo che attualmente siamo in fase pre-alpha, per cui i sistemi di download incrementale sono ancora in sviluppo), installate SC su HDD che abbia almeno 60GB liberi, meglio se SSD per incrementare le prestazioni.

Scaricato il tutto, lanciate Star Citizen, inserite le vostre credenziali (Login ID e Password di cui al punto B della guida) e sarete pronti a volare!

Inzierete muovendo i vostri primi passi in quello che viene chiamato Hangar Module o Modulo Hangar. Star Citizen, a differenza di altri giochi, viene sviluppato e sarà rilasciato in moduli che via via andranno a comporre il gioco finale. Il modulo Hangar è quello in cui potrete ammirare per la prima volta le vostre navi, entrarci, prendere posto nelle torrette o nella cabina di pilotaggio, potrete provare le armi con il drone ed il bersaglio, potrete personalizzare le vostre navi tramite il tavolo olografico o holotable ecc.

Qualora avrete acquistato un pacchetto che includa anche “Arena Commander Pass” (in caso contrario, come dicevo, dovrete acquistare il pass separatamente), potrete iniziare a volare col simulatore denominato Arena Commander, cui si accede dal vostro SimPod (cabina simulativa).
In Arena Commander potrete volare in molteplici modalità, single player, multi player coop o PVP, ed è qui che imparete a volare! Potrete cercare di sopravvivere ad ondate di nemici alieni (Vanduul) sempre più difficili (Vanduul Swarm), volare in micidiali deathmatch individuali o di squadra, gareggaire in corse adrenaliniche oppure in una sorta di ruba la bandiera con le navi, modalità definita “Capture the Core”.

E) Di nave in nave, i Cross-Chassis Upgrade o CCU

Siete esperti, non vi serve altro per giocare, tuttavia proprio perchè cittadini non più al primo volo, potreste decidere che la nave che state utilizzando non si sposi con il vostro stile di gioco e che, magari, vorreste qualcosa di più. Immaginiamo di aver acquistato un pacchetto Aurora LN. In Arena Commander ce la caviamo, tuttavia la potenza di fuoco non è il massimo. Sarebbe bello poter avere una serie 300, magari una 325A, tuttavia acquistare un altro pacchetto o un’altra nave è troppo esoso ed al momento è fuori discussione. In casi come questo, è possibile passare da una nave più piccola ad una più grande attraverso un sistema denominato CCU. In pratica, ogni nave permette di evolversi in una di segmento superiore, pagando la differenza. Questo vi permetterà di mantenere intatto il vostro pacchetto, ma di crescere come nave.

F) Botta e risposta: FAQ su SC e buon volo!

Oramai avete tutto quello che vi serve per volare con le vostre ali oppure facendo parte di una Org, meglio se gli RDE (pubblicità progresso! hahaha), tuttavia nel Q&A che seguirà potrete trovare informazioni utili per approfondire il tutto!

Q) Nella guida hai parlato di “Concept Sale” e di vendite spot speciali, cosa sono?

A) Le navi presenti nello store sono solo una frazione delle navi sviluppate ed in sviluppo! Alcune di quest’ultime vengono talvolta vendute in stato di concept, cioè non pronte per l’hangar e, quindi, non esplorabili in hangar nè tantomeno pilotabili nell’Arena Commander. Queste vendite si chiamano Concept Sale, cioè vendite di navi in fase iniziale di sviluppo. Tali vendite sono particolarmente interessanti per tre motivi.
1) Le navi hanno assicurazione a vita LTI.
2) Le navi vengono vendute ad un prezzo più basso di quanto costeranno nello stato finale [NdT: ricordo che lo store delle navi sarà disponibile solo fino all’uscita del gioco e poi verrà eliminato, è solo uno strumento per raccogliere fondi mentre SC è ancora in sviluppo, tutte le navi qui presenti potranno essere acquistate in-game con i crediti di gioco].
3) Sono accompagnate da un poster ed una miniatura che vedrete nell’hangar quando le navi saranno ultimate. In occasioni specifiche (come ricorrenze, l’anniversario di Star Citizen, ecc) vengono di solito lanciate vendite particolari in cui tornano disponibili navi fuori circolazione o nuove navi.

Q) Ho letto che se verrò abbattuto, l’assicurazione mi manderà una nuova nave nell’hangar: come funziona questo sistema?

A) A differenza dei normali MMO dove il respawn del proprio PG o del proprio mezzo è istantaneo, in SC questo non accadrà. Più la nave sarà grande e più sarai lontano da casa quando verrai abbattuto (se in zone sicure dell’universo ovvero in aree estremamente pericolose), più saranno lunghi i tempi di consegna (ancora non sono stati ben definiti). Questi tempi rappresentano la l’intervallo necessario alla casa produttrice della nave per la realizzazione, spedizione e consegna della stessa all’utente finale (tu).

Q) Aspetta un momento, vuoi dire che se mi abbattono smetterò di giocare!?

A) Assolutamente no! In Star Citizen la nave è importante, ma non è fondamentale per volare! Qualora abbattuto, potrai optare per una rosa di scelte tutt’altro che fuori dal gioco. In SC i tuoi amici/gildani o la tua organizzazione potranno ad esempio “prestarti” le proprie navi. Così, ad esempio, nei tempi in cui sarai senza nave, potrai volare su quella di un tuo amico che ne ha più una e che, altrimenti, rimarrebbe inutilizzata nel suo hangar. Ma questa è solo una delle tante possibilità! Se conosci qualcuno che abbia una nave multigiocatore, come ad esempio la Freelancer o la Constellation (ma ce ne sono molte altre!), potrai giocare a bordo di questa come copilota, artigliere, ingegnere, addetto agli scudi e molto altro ancora. Potrai inoltre giocare da Space Marine e, quindi, eseguire missioni in stile FPS puro da solo o con altri tuoi amici, oppure per conto della tua organizzazione (gilda). Infine potrai accettare missioni generate dalla IA ed imbarcarti su navi pilotate da PNG.

Q) Navi multigiocatore, interessante, dimmi di più!

A) Le navi multigiocatore sono il cuore di Star Citizen! Si potrà volare in caccia monoposto in perfetto stile Wing Commander, ma soprattutto si potrà volare come membro di un equipaggio di una nave più grande. Dalla Freelancer (2 posti) alla Constellation (4), per passare alla Retaliator (8) ed alla Idris (10) e così via, sarà possibile sperimentare ruoli completamente diversi dal classico pilota combattente. Le navi più grandi necessiteranno di giocatori che gesticano scudi ed energia, addetti alle torrette, marine pronti ad abbordare vascelli nemici ecc.

 

Q) Ho già un pacchetto di gioco con una nave perfetta per il combattimento, un mio amico sta dando via una nave commerciale con pacchetto LTI, vale la pena prenderla, a parte l’assicurazione, oppure non serve a nulla avere due pacchetti di gioco?

A) Avere più pacchetti di gioco conferisce un bonus rispetto a chi ha un pacchetto e solo navi e, cioè, ogni pacchetto oltre il primo conferirà un altro PNG completamente personalizzabile. Se, ad esempio, come pacchetto di gioco ho preso una Constellation Aquila (fregata da 4 giocatori) come potrò volarci se sono da solo? Prima del decollo, sarà necessario assoldare 3 PNG che mi aiutino con torrette, controlli ecc. Ma se ho in account un secondo pacchetto, uno di questi PNG sarà già presente e potrò utilizzarlo quale membro del mio equipaggio (ma dovrà comunque essere pagato al pari di un PNG). Inoltre un PNG in account sarà il primo destinatario dell’”eredità” qualora il personaggio principale devesse morire permanentemente.

Q) Ho letto che lo sviluppo procede per moduli. Al momento sono usciti il modulo Hangar e il Modulo di Combattimento Arena Commander, e poi? Cosa ci aspetta?

A) Sì, i due moduli usciti sono il modulo hangar ed il modulo dogfight e sono davvero solo l’inizio! I prossimi moduli in sviluppo sono:
– Modulo FPS o Star Marine: si combatterà in prima persona su una stazione orbitale fino a 32Vs32 (poi 64Vs64) con possibilità di combattimenti a gravità zero, dinamiche di copertura ecc.
– Modulo Planetside/Social: per la prima volta si lascerà il nostro hangar per fare due passi sulla terra ferma! Il primo assaggio di universo persistente! Sarà inoltre possibile interagire con numerosi PNG, negozi ecc e sarà possibile invitare altri giocatori nei nostri hangar.

– Arena Commander 2.0: arrivano le navi multigiocatore nell’Arena Commander!
– Arena Commander 3.0: interazione tra FPS e Volo, assalto alla Idris e molto altro!
– Squadron 42: prime 10 missioni (atto 1) della campagna single player!
– Alpha Universo persistente: primi 3-5 mondi tra cui volare, prime quest, interazione con il modulo planetside.
– Beta Universo Persistente: si fa sul serio perchè questo sarà il primo assaggio del gioco così come sarà davvero!
– Release!

 

Q) Ma una volta acquistato un pacchetto, posso anche fermarmi qui?

A) TUTTI i contenuti acquistabili oggi saranno disponibili nell’universo persistente domani. Potrete scegliere di acquistare più navi per essere avvantaggiati al lancio oppure prendere il pacchetto minimo contenente un’Aurora e guadagnarvi una Idris in game. Ogni oggetto, ogni nave, ogni armamento disponibile nello store, sarà a sua volta acquistabile in crediti di gioco (e quindi senza spendere un € in più) a gioco ultimato.
Questo, unito al fatto che non vi sarà alcun abbonamento da pagare, rende Star Citizen un prodotto estremamente flessibile: chi ha tempo per giocare parecchio potrà optare per guadagnarsi in game tutte le navi che vorrà, chi invece non avrà questa diponibilità, potrà optare per acquistarsi qualche nave ora e ritrovarsela al lancio.

G) Conclusioni

Chi nei lontani anni 90 ha giocato alla saga di Wing Commander o a giochi similari, coloro che amano la fantascienza e che hanno sognato con Star Trek di essere a bordo della Enterprise, oppure di esplorare galassie lontane dove nessun uomo era mai giunto prima, per tutti coloro che sognano guardando le stelle o che lo hanno fatto da bambini, Star Citizen rappresenta la realizzazione di un piccolo sogno.

Chris Roberts, senza compromessi, senza doversi piegare a logiche di mercato imposte dai grandi publisher, ha scelto di appoggiarsi interamente ai suoi fan ed a coloro che hanno scelto di credere in un progetto ambizioso al limite del realizzabile per il suo gioco, e questa scelta, unita ai traguardi concreti raggiunti in questi anni, lo hanno premiato, portando la raccolta fondi all’attuale incredibile cifra di quasi 85 milioni. La cifra non è la più alta mai investita per lo sviluppo di un gioco, ma è la più alta di tutti i tempi per un progetto in crowdfunding.

Star Citizen si propone di essere un simulatore di volo spaziale, un FPS innovativo, un MMO vastissimo, il tutto con un livello di realismo senza precedenti. La scelta della piattaforma (PC e solo PC), coraggiosa viene oggi da dire, folle quando venne proposta nel 2012 all’inizio della campagna su kickstarter, impreziosita da periferiche quali l’Oculus Rift per la realtà virtuale, per non parlare della vastissima gamma di controller simulativi supportati, rende l’esperienza di volo coinvolgente ed adrenalinica.

Molta è ancora la strada che ci porterà alla release, ma la scelta di far giocare i moduli mano a mano alla community rende il tutto sicuramente più sopportabile.
Infine, l’interazione con la community è senza precedenti, ed i feedback ricevuti influenzano costantemente lo sviluppo. Alcuni esempi: la freelancer rimaneggiata a seguito di segnalazioni molteplici degli utenti, le correzioni sui controlli, ecc.

Che dire, quindi, ci vediamo tra le stelle!

See you in the ‘verse!

 

 

 

Guida a cura di Sceiren, RDE

 

Articolo originale disponibile presso Rising Dradis Echoes