[ Musica ]

Annunciatrice: Bentornati a Something Every Tuesday con Esen Lindari! Cordialmente offerto da Gadget Nav-E7: “Migliora la tua nave da prua a poppa.” A te la parola, Esen!

[ Applauso ]

L’ultimo ospite di questa serata è uno dei personaggi prediletti da critica e pubblicità, che ha scritto e diretto alcuni tra i vid più belli degli ultimi anni. La sua ultima fatica, Parasite V: Nascita Oscura, è un ritorno terrificante alle sue radici nel genere horror. Vediamo il filmato.

Something_Every_Tuesday - SET_ParasiteV.jpg

[ INIZIO CLIP ]

Un gruppetto di festanti ben vestiti è raggruppato attorno alla stazione di comunicazione di una 890. Sembrano nervosi.

LAMBERT: Le comunicazioni non funzionano…

O’BANNON: Stai scherzan—

Il ponte viene inghiottito dall’oscurità. Si sentono grida lontane e sussulti. Si ode un tonfo, poi si accendono le luci di emergenza.

LAMBERT: Cosa volevi dire quando hai detto che secondo te il Capitano aveva qualche problema?

KOTTO: Io… non lo so. Solo che sembrava strano.

O’BANNON: Qualcuno ha visto se ha mangiato un pezzo di quell’Osoiano? Forse è stata intossicazione alimentare.

KOTTO: No, mi stava fissando, ma i suoi occhi erano vacui, persi. Come se…

LAMBERT: Come se?

KOTTO: Come se non si trovasse qui.

O’BANNON: Sarà meglio per lui che non si sia fatto di e’tam. Gliel’ho detto chiaro e tondo di stare alla larga da quella roba mentre è in servizio.

KOTTO: Credo ci fosse dell’altro.

O’BANNON: Che diavolo c’era?

KOTTO: Subito ho pensato che fosse colpa dell’illuminazione particolare.

LAMBERT: Perché, cos’hai visto?

KOTTO: La sua pelle. Sembrava come se ci fosse qualcosa che si muoveva sotto la sua pelle, cercando qualcosa, forse una via d’uscita—

Si sente un forte COLPO sulla cabina e tutti si spaventano.

VOCE (F.C.): Vi prego! Fatemi entrare!

[ FINE CLIP ]

Diamo un caloroso benvenuto ad Amadi Murnau!

[ Applauso ]

Grazie per essere venuta a trovarci a Something Every Tuesday!

Amadi Murnau: È un grandissimo piacere, Esen. Come stai?

Bene, bene. È fantastico poterci rivedere.

Amadi Murnau: Lo ammetto, è un po’ strano trovarsi qui come ospite.

È proprio vero! L’ultima volta che sei venuta qui è stato per dirigere il mio cameo in un piccolo vid dal nome Astral Plane.

[ Forte Applauso ]

Sì, lo so, sono stata fenomenale per tutti i venti secondi in cui sono apparsa. Ma vi assicuro che anche il resto del vid era piuttosto carino.

Amadi Murnau: È stato solo il più grande successo del 2947.

Beh, prego!

[ Risate ]

Amadi Murnau: Non ci saremmo riusciti senza di te, e le altre centinaia di persone coinvolte nella produzione. Ma soprattutto senza di te.

Sei a tanto così dal diventare la mia ospite preferita. Ci vediamo anche la settimana prossima?

Amadi Murnau: Mi piacerebbe tanto ma mi troverò a Castra, credo, per la proiezione di Parasite V a bordo della stessa 890 Jump sulla quale è stato girato.

Grazie per l’invito. Se penso a tutto quello che ho fatto per te…

[Risate ]

Amadi Murnau: Potrei parlare con le persone giuste e procurarti un biglietto.

Oh no cara mia, non riuscirai a farmi avvicinare a quella 890. Non dopo aver saputo cosa succede a tutti quelli che ci sono a bordo.

Amadi Murnau: Sono davvero entusiasta. Il tour che faremo in tutto l’Impero sarà un’esperienza unica e divertente.  E ci sarò anche io, per presentare il vid. Dopo la proiezione, faremo una visita guidata della nave nei luoghi che abbiamo utilizzato, e forse ci sarà anche qualche altra sorpresa.

Sembra proprio un’esperienza incredibile e terrificante.

Amadi Murnau: Ve lo assicuro, sarà entrambe le cose.

Ti credo ciecamente. Senti, devo dirtelo, ho visto il vid un paio di giorni fa e non sono più riuscita a dormire. Mi ha terrificato l’anima.

Amadi Murnau: Sono contenta che ti sia piaciuto.

Oh, non direi proprio che “mi è piaciuto,” più che altro che “mi ha traumatizzato psicologicamente.”

[ Risate ]

Appena ho l’occasione di guardarmi allo specchio mi assicuro di non avere pustole sulla pelle o che il mio occhio si trovi ancora al suo posto. A proposito, come ti sembro adesso?

Amadi Murnau: Uno splendore, come sempre.

Quindi non c’è nessun parassita che mi sta mangiando il cervello prendendo lentamente il controllo delle mie funzioni motorie? Perché se ti stessi sbagliando, sei la persona più vicina a me e quel parassita fa fare cose davvero orribili.

Amadi Murnau: Grazie per l’avvertimento, ma sono sicura che non avremo di questi problemi.

Come scrittrice e regista di questo capitolo e del Parasite originale, ci puoi dire come riesci a creare quelle orribili visioni?

Amadi Murnau: Inizia tutto pensando a cose che mi fanno accapponare la pelle.

In senso letterale?

[ Risate ]

Amadi Murnau: A volte sì. Solitamente però è più un qualcosa che mi spaventa nel profondo, come la paura di invecchiare o di essere abbandonata. Fondamentalmente, se un’idea mi fa sentire a disagio, vuol dire che sono sulla strada giusta. In seguito inizio a pensarci fino a che non si manifesta visivamente in modo scioccante o sorprendente. Annoto una descrizione dettagliata, in modo che il team degli effetti speciali capisca cosa voglio, e poi lascio che facciano il loro lavoro. Spesso tornano da me con delle idee per poter migliorare la cosa, come ad esempio la scena della vasca idromassaggio.

A proposito, grazie per avermi rovinato le vasche idromassaggio e gli asciugamani. Mi asciugherò soltanto con aria calda da ora in poi.

[ Risate ]

Amadi Murnau: Ogni volta che riesco a trasformare un oggetto di uso quotidiano in qualcosa di terrificante, so che ho fatto bene il mio lavoro.

A dire il vero, è il motivo per cui ti ho fatta venire stasera. Ti prego di smetterla di fare questi vid prima che ogni singolo oggetto di casa mia mi ricordi qualcosa di raccapricciante.

Amadi Murnau: Non posso promettertelo.

Ti giuro guarda, toccami gli spazzolini da denti e…

[ Risate ]

Amadi Murnau: Mi stai dando delle buone idee per il prossimo.

Ferma, ne fai un altro? Ho appena dato una notizia importante senza volerlo?

Amadi Murnau: Non so ancora cosa farò. Ci sono un paio di offerte che mi stuzzicano ma non ho ancora deciso. Ci sono tante cose da considerare nella scelta del mio prossimo progetto.

Tipo cosa? Le opzioni di catering?

[ Risate ]

Amadi Murnau: Anche quello è importante per il morale della troupe, ma per me conta di più ciò che riesce a coinvolgermi in modo creativo. Non posso continuare a fare la stessa cosa all’infinito. Ho bisogno di qualcosa che mi stimoli e che mi motivi ad alzarmi dal letto ogni mattina.

Per questo hai deciso di fare un sequel al tuo primo vid. Ha senso.

[ Risate ]

Amadi Murnau: Se lo confrontiamo con l’enorme budget e la portata di Astral Plane, è stato un vero e proprio cambiamento. Tornare a fare qualcosa di così piccolo è stata una vera sfida. Inoltre, dovevo trovare un modo per iniettare nuova energia nel quinto episodio di una serie e confondere le aspettative degli spettatori.

Beh, ci sei riuscita senza ombra di dubbio. Potrei parlare con te tutta la notte, e avrei qualche altra domanda da farti, ma purtroppo abbiamo finito il nostro tempo.

Amadi Murnau: Vi ringrazio.

Amerei davvero tanto farti tornare qui come ospite… o come regista. Chiama il mio agente, sono disponibile. Ed ovviamente, congratulazioni per un altro incredibile vid. Quando sarà disponibile su spectrum?

Amadi Murnau: Il 16 ottobre.

Andate a vederlo tutti… e non guarderete mai più un asciugamano allo stesso modo.

[ Applausi / Risate ]

Ancora un ringraziamento speciale ad Amadi Murnau per averci fatto compagnia stasera. Sono Esen Lindari, e vi do appuntamento alla settimana prossima perché c’è sempre Qualcosa Ogni Martedì (ndt.Something Every Tuesday). Buonanotte!

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.