In seguito alla pubblicazione di un rapporto del Senato, Eria Quint modera un dibattito che riguarda le persone economicamente in difficoltà.


Auto-Trascrizione per presentazione S&P e NFSC

EP:61:12 : “Squilibrio Economico…”

ERIA QUINT: Salve a tutti e benvenuti a Showdown, il programma politico che affronta i problemi da diversi punti di vista. Sono la vostra presentatrice, Eria Quint. Oggi esamineremo un recente rapporto della Commissione Senatoriale per il Commercio Interstellare (Senate Committee on Interstellar Commerce – CIC) che evidenzia la crescente disparità economica nei territori dell’Impero. Nonostante la prosperità dell’UEE sembri arrivare ovunque, ci sono ancora fin troppe difficoltà per riuscire a vivere decentemente.

Sono diversi i programmi governativi e le organizzazioni non governative che hanno provato, seppur fallendo, a risolvere adeguatamente questo problema, lasciando in molti a chiedersi se non sia proprio un’attenta cooperazione tra il settore pubblico e privato quello che serve per alzare lo standard di vita per i miliardi di cittadini che vivono nell’Impero.

Il mio primo ospite di oggi ha passato la maggior parte della sua carriera a stretto contatto con questi problemi. La Senatrice Octavia Beate rappresenta il Sistema Ferron, che ha già dovuto affrontare alcune difficoltà economiche, ed è inoltre un membro della Commissione Senatoriale che ha pubblicato il rapporto. Senatrice Beate, la ringraziamo per aver trovato un po’ di tempo per noi tra i suoi tanti impegni.

SENATRICE OCTAVIA BEATE: È un dovere. Il governo svolge un sacco di ottimi lavori che spesso passano inosservati. Sono lieta di poter essere qui per parlare di alcuni di essi.

ERIA QUINT: E ad offrirci la prospettiva del settore privato, abbiamo qui Kavan Aarset, CEO di Avanzamento Economico per Tutti (Economic Advancement for All – EAA), una ONG focalizzata ad assicurare l’eguaglianza economica. Benvenuto, Kavan.

KAVAN AARSET: Mi aspetto una bella discussione riguardo un problema che tutti pensano richieda più attenzioni.

ERIA QUINT: Iniziamo con lei, Senatrice Beate. Sono passati circa cento anni da quando le più grandi operazioni minerarie hanno abbandonato il Sistema Ferron. Il suo pianeta risente ancora oggi le conseguenze di questa mossa. Il rapporto del CIC afferma che due terzi dei residenti del Sistema non sono felici della loro attuale situazione economica. Cosa deve fare il governo per fornire ai contribuenti maggiori opportunità economiche?

SENATRICE OCTAVIA BEATE: La triste verità è che questo problema non è isolato al solo Sistema Ferron. Questo problema affligge la popolazione ovunque da Hyperion ai blocchi su Terra. Sono miliardi nell’Impero ad essere in difficoltà ed il governo deve essere creativo e provare a cambiare le cose. Un problema di queste dimensioni richiede una soluzione all’altezza.

ERIA QUINT: C’è qualche “soluzione all’altezza” che ritenete particolarmente efficace?

SENATRICE OCTAVIA BEATE: Assolutamente. Sono stata una grande sostenitrice delle spese su larga scala, che siano militari o per infrastrutture. Progetti come la Retribution ed il Synthworld richiedono risorse e forza lavoro da parte di tutto l’Impero. Queste spese del governo non solo generano una crescita economica che aiuta le persone che ne hanno più bisogno, ma aumenta e protegge la struttura dell’Impero che tanto amiamo.

ERIA QUINT: Sig. Aarset, come affronta l’insoddisfazione economica su Ferron una ONG come la EAA?

KAVAN AARSET: Non con i luoghi comuni, utilizzati spesso dalla Senatrice Beate per rispondere alle domande. Questo è un problema che—

SENATRICE OCTAVIA BEATE: Non credo d’aver capito.

KAVAN AARSET: Queste cosiddette “soluzioni all’altezza” servono soltanto per tamponare. Per risolvere veramente il problema a monte, dobbiamo svolgere azioni specifiche basate su attente esaminazioni della popolazione, dell’economia, le risorse, le infrastrutture ed una miriade di altri fattori che interessano il Sistema. Le soluzioni devono essere create su misura per ogni singolo Sistema per poter garantire il risultato. Ed è così che noi lavoriamo innanzitutto; comprendendo a fondo le persone che stiamo tentando di aiutare.

SENATRICE OCTAVIA BEATE: L’obiettivo del Sig. Aarset’s riguardo una diagnosi personale di ogni Sistema per risolvere i problemi specifici è, come dire, una missione ammirabile, ma anche irrealizzabile. Neppure il governo UEE potrebbe riuscirci, ed è per questo che utilizziamo invece dei rapporti come quello appena pubblicato.

Le persone dell’UEE hanno bisogno di aiuto adesso. Queste persone hanno bisogno di un lavoro e di opportunità; non di essere il soggetto di un’altra ricerca accademica. Ecco perché ho lavorato tanto duramente per indirizzare immediatamente le risorse del governo verso questi Sistemi svantaggiati.

ERIA QUINT: Sig. Aarset, quali sono le azioni dell’EAA in favore delle persone lasciate indietro?

KAVAN AARSET: Seguiamo una severa politica per la quale ogni credito speso in un Sistema deve andare direttamente nelle casse degli affari locali. Il problema del piano riguardante le spese su larga scala della Senatrice Beate sta nel fatto che non è nient’altro che un enorme salario per le mega-corporazioni. Una piccola compagnia a gestione familiare su Ferron non ha possibilità di firmare un contratto per il Synthworld quando si trova contro i conglomerati multi-Sistema come Shubin o ArcCorp.

SENATRICE OCTAVIA BEATE: Il sig. Aarset è un po’ fallace qui. Sa bene che la maggior parte di questi progetti mette le mega-corporazioni nella condizione di dover assumere mercenari e lavoratori locali. Questo, di fatto, pompa un enorme ammontare di crediti nell’economia locale. A ciò aggiungiamo tutti i crediti spesi dai loro stessi dipendenti nel Sistema per cibarsi o andare a vedere una partita nell’arena locale di Sataball.

ERIA QUINT: Passiamo oltre. Incluso nel rapporto inoltre è presente una lista dei Sistemi che più di tutti abbisognano di un aiuto economico. Questa lista è piuttosto simile a—

KAVAN AARSET: Mi scusi, Eria, ma l’assunzione di lavoratori locali da parte delle mega-corporazioni non è la ricetta per il successo economico per i Sistemi che più hanno bisogno. Anzi, peggiora soltanto la disparità economica. Non serve spostare lo sguardo dal pianeta Hurston per vedere un esempio di tutto questo.

Una recente indagine di Terra Gazette ha rivelato la paga al limite dell’insulto e le deplorevoli condizioni sperimentate dalle persone che sbarcano il lunario su Hurston. Le mega-corporazione come Hurston sono interessate esclusivamente al loro bilancio; non nell’aiutare i meno fortunati economicamente. Ovviamente, è nel loro interesse tenere i salari così bassi, per poter guadagnare una percentuale maggiore dai profitti.

SENATRICE OCTAVIA BEATE: Usare Hurston come esempio non fa altro che depistare. Come sappiamo tutti, il pianeta di Hurston è posseduto dall’omonima corporazione ed è completamente sotto il suo controllo, coadiuvato dalle proprie leggi, regole e norme lavorative. Posso anche non aderire con tutte le loro politiche, ma l’azienda rientra perfettamente nei suoi diritti di governare il suo pianeta fintanto che aderisce al Sistema Legale dell’UEE.

KAVAN AARSET: Che non viene aggiornato da quanto tempo?

SENATRICE OCTAVIA BEATE: Se i dipendenti su Hurston non sono contenti della loro paga, delle loro condizioni di vita o qualsiasi altra cosa, sono assolutamente liberi di trasferirsi da qualche altra parte.

KAVAN AARSET: Se tralasciamo il fatto che molti di loro non possono permettersi questa spesa per via degli stipendi decurtati e del pugno duro esercitato dalla compagnia di sicurezza locale. L’ultima spesa militare citata dalla Senatrice Beate include miliardi in contratti conferiti alla Hurston, perciò non venitemi a dire che non c’è nulla che il governo può fare per esercitare un po’ di pressione. Negare i contratti governativi alle aziende che trattano i propri dipendenti come animali sarebbe un buon inizio.

ERIA QUINT: Una discussione accattivante, ma dobbiamo fare una piccola pausa pubblicitaria. Quando torneremo, sfiderò la Senatrice Beate e Kavan Aarseat a mettere da parte le loro differenze ideologiche per vedere se riescono a trovare un modo per far lavorare insieme il settore pubblico e privato ed aiutare così le persone in difficoltà economica.

Questo ed altro, al ritorno di Showdown.

Traduzione a cura di Alex Miura.
Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.