Dopo l’articolo sulle Statistiche delle navi, è la volta dell’approfondimento sui propulsori!


I Propulsori delle Navi e Tu

Una Guida alla Nuova Matrice delle Navi

Salute Cittadini!

Larticolo di oggi sulla Nuova Matrice delle Navi riguarda i propulsori e la maniera in cui presenteremo le loro statistiche sulle pagine del sito. I propulsori sono ovviamente una parte fondamentale delle astronavi: senza di essi, i velivoli non sarebbero in grado di muoversi, ma rappresentano anche un elemento chiave nella gestione dei consumi e delle emissioni. La varietà delle dimensioni e tipologie di questi componenti è qualcosa di disarmante:  si va dai piccolissimi propulsori di manovra fissi della Nox, agli enormi sistemi direzionali VTOL che si possono trovare sulla Idris, fino ad arrivare ai gargantueschi propulsori principali fissi montati sulla Bengal.

Il primo e più importante cambiamento riguardante la sezione propulsori nella Nuova Matrice è la rimozione del valore di TR o Thrust Rating (Valore di Spinta) dalla pagina delle statistiche, che è stato motivato dalle seguenti ragioni:


– Attualmente, le nostre navi sono configurate e calibrate in maniera tale che i propulsori non generano una spinta indipendente di per sé, ma, piuttosto, essi ridirezionano la spinta totale generabile dalla nave in una certa direzione, con un valore di forza massimo che dipende dal propulsore stesso. Questo vuol dire che non abbiamo un valore di spinta minimo, o desiderato, su cui basarci per generare i numeri comparativi dei TR delle navi.

– Dopo tutto, questi stessi valori erano spesso molto difficili da spiegare e, in aggiunta, non corrispondevano esattamente ai progetti disegnati dal nostro talentuoso team artistico, cosa che contribuiva a causare ulteriore confusione. Come era possibile che un propulsore TR1 montato sulla nave X, fosse potente tanto quanto un propulsore TR1 equipaggiato sulla nave Y, quando la sua taglia era 1/10 della prima?

– Per farla breve: era un valore contro-intuitivo che, anche a causa della complessità del modello di volo, non permetteva di effettuare una vera e propria comparazione tra le navi; sapere che un velivolo montava tre TR2, mentre un altro disponeva di due TR3 non costituiva uninformazione utile, tanto più se si pensa che sarebbe stato possibile fornire questi dati con un altro approccio più diretto ed immediato, come i valori delle Informazioni Tecniche di cui abbiamo discusso ieri.


La seconda, importante modifica riguarda la rimozione degli attributi della Taglia dei propulsori, che sono stati eliminati per le stesse ragioni appena riportate per il valore di TR. Dal momento che i propulsori sono specifici delle navi e possono essere sostituiti in blocco con altri set completi pensati appositamente per quel determinato vascello, le taglie perdono completamente di significato.  Al posto dei vecchi Valori di Spinta e della Taglia, adesso vi indicheremo la quantità di propulsori montati su ciascuna nave, oltre ad informazioni più dettagliate sulla loro tipologia, divisa tra le due seguenti categorie:

Propulsori Principali

Main [Primario] {M}

I propulsori primari sono ciò che fanno muovere i vascelli in avanti: sono i motori più importanti delle navi ad assetto tradizionale e forniscono la spinta più potente.

 

Retro [Posteriore] {R}

Nella vecchia matrice questi propulsori erano indicati tra quelli di manovra, mentre da ora in poi verranno considerati come Propulsori Primari, dal momento che, in effetti, sono degli elementi critici della nave. Non ha molto senso montare il propulsore più grosso in circolazione, se poi non riesci a fermarti in tempo! Solitamente sono montati a gruppi di due, ma in alcune navi ce ne potrebbero essere di più o di meno a seconda del loro ruolo, soprattutto in quei casi in cui il malfunzionamento o il danneggiamento di anche uno solo di essi potrebbe causare dei seri problemi durante le manovre di decelerazione.

 

VTOL {V}

Questi propulsori permettono di muoversi sullasse Z+; possono essere fissi, nel qual caso forniscono una spinta continua verso lalto, o possono ruotare per generare una spinta nella direzione necessaria. Le navi cargo ed altre tipologie particolari di velivoli solitamente montano dei VTOL fissi nella parte inferiore dello scafo, che vengono utilizzati per facilitare le operazioni di uscita dallatmosfera o di discesa sulla superficie di pianeti e lune dotate di gravità. Ciò non vuol tuttavia dire che i propulsori VTOL dedicati siano indispensabili, per cui non allarmatevi se la vostra nave non li possiede: vuole semplicemente dire che dovrete prestare più attenzione durante le manovre precedentemente menzionate.

 

Propulsori di Manovra

Fissi {F}

I Propulsori di Manovra Fissi forniscono alla nave una spinta immediata, dal momento che non hanno bisogno di orientarsi nella direzione desiderata, permettendole così di rispondere più rapidamente alle azioni del pilota ed incrementando lagilità del velivolo. Tuttavia, questo livello di mobilità sarà raggiungibile soltanto equipaggiando parecchi propulsori di manovra fissi: perché una nave sia in grado di muoversi in qualsiasi direzione in 6DOF, dovrà averne almeno 12.

 

Giroscopici {G}

I Propulsori di Manovra Giroscopici sono in grado di generare una spinta su uno o più assi, in quanto possono ruotare per orientarsi nella direzione desiderata. Ciò vuol dire che una manciata di propulsori giroscopici sarà in grado di raggiungere gli stessi risultati di una dozzina di quelli fissi, ma avranno una velocità di risposta inferiore e comporteranno un consumo di energia leggermente superiore alle controparti statiche, necessario per alimentare i rotori che ne gestiscono il movimento. Tuttavia, questo vuole anche dire che i propulsori di manovra giroscopici potrebbero risentire di eventuali problemi di alimentazione della nave.

 

Il modo migliore per studiare le prestazioni di una nave sulla base di queste informazioni è considerare la tipologia di propulsori, in combinazione con le statistiche di manovra riportate nel pannello delle Informazioni Tecniche che abbiamo illustrato nellarticolo precedente.

 

Domande Frequenti

o: Domande Che Pensiamo Possiate Avere


D: Anche se non indicherete più i Valori di Spinta (Thrust Ratings TR), è possibile che, prima o poi, questi facciano il loro ritorno sotto qualche altra forma?

R: Sotto qualche altra forma sì; anche se per ora li abbiamo rimossi dalla Matrice delle Navi per via delle motivazioni illustrate qualche paragrafo più su, abbiamo intenzione di reimplementarli in uno dei prossimi aggiornamenti ai propulsori ed al modello di volo, durante i quali ricalibreremo anche molti propulsori di manovra che, in seguito alle modifiche apportate con la patch 2.6, sono diventati forse un potroppo potenti.

D: Potremo sostituire i propulsori con dei modelli più performanti/dotati di altre caratteristiche?

R: Questo è il nostro obiettivo finale, ma non sarà possibile farlo nellAlpha 3.0, in quanto tale capacità sarà inclusa in uno degli aggiornamenti futuri.  Vogliamo che i giocatori possano sostituire in blocco tutti i propulsori, sia quelli Principali che i propulsori di Manovra, con tipologie alternative, come quelli da Gara o Stealth.  Ovviamente, ciascuno di questi gruppi presenterà delle statistiche ed un aspetto differenti, regolati ad hoc per fornire unesperienza di volo diversa da quella dei modelli standard.  Ad esempio, sostituire i propulsori di default della Hornet con altri Stealth ridurrà significativamente le emissioni IR, al costo di prestazioni inferiori e una più rapida velocità di deterioramento dei componenti.

Traduzione a cura di Alex Miura.
Articolo originale disponibile presso le Roberts Space Industries.