La Polaris è arrivata, e con essa la prima serie di 10 domande dedicate! Pronti a scoprire qualche interessante curiosità?


Salute Cittadini,

la nuova nave ammiraglia dell’Impero Unito della Terra è arrivata, e voi tutti siete invitati a bordo! L’attesissima Polaris di RSI è stata presentata in anteprima al CitizenCon 2946 ed oggi siamo felici di continuare con la serie Q&A rispondendo alle domande scottanti sulla Polaris. Hai anche tu una domanda sulla Polaris e non la vedi in questa lista? Puoi inviarla a questa discussione e noi la prenderemo in considerazione per il Q&A di Venerdì!

La Polaris è un’agile nave capitale di classe corvetta in grado di tirare un pugno potentissimo grazie al suo armamento completo di torrette e siluri. Destinata ad essere utilizzata sia come nave da pattuglia e per servire come fiore all’occhiello nelle operazioni della milizia, la Polaris è in grado di svolgere perfettamente operazioni di ricerca e recupero, missioni di attacco veloci e pattuglie di sicurezza generica. La Polaris include i servizi di riparazione, riarmo e rifornimento per un caccia, bombardiere leggero o nave da supporto.

Un ringraziamento speciale a Steven Turbefield per aver risposto alle domande per noi.

Domanda & Risposta

La Polaris avrà un minicaccia di serie? Potete darci una lista di navi in grado di entrare nella Polaris? Qual è la nave più grande che può trasportare? È possibile farci entrare due navi piccole come la Merlin?

Non sono inclusi minicaccia nella Polaris, e questo è dovuto al fatto che l’hangar è progettato pensando ai caccia normali. Ovviamente nulla ti vieta di utilizzarlo per ospitare uno mini, se lo vuoi. Ed in teoria sì, qualsiasi nave più piccola della Sabre passa senza problemi, perciò in seguito a degli atterraggi molto precisi dovrebbero starci anche 2 Merlin.

La Polaris è armata con dei siluri. Potete spiegarci come funziona il combattimento a suon di siluri? Come li utilizzeremo in Star Citizen?

I siluri avranno praticamente le stesse funzionalità di gioco dei missili, prendendo ad esempio una Retaliator. La differenza principale sono le proprietà stesse del siluro, essendo piuttosto grosso aspettati una minore manovrabilità e velocità massima ma un danno maggiore all’impatto e in un raggio più ampio. Proprio come per i missili, anche le altre proprietà varieranno, incluso il tempo di aggancio, l’affidabilità e la resistenza delle contromisure, a seconda della marca e del modello del siluro sommati alla qualità dell’avionica della nave che li lancia. I siluri generalmente sono pensati per essere utilizzati contro i grandi obiettivi come navi ammiraglie oppure qualche impianto; anche se nella teoria li potresti utilizzare contro le navi più piccole, come un caccia, un bombardiere o una nave da supporto, queste potranno evitarli facilmente con o senza l’uso delle contromisure.

Quanto è lunga? La pagina della prevendita segnala 155 mt come la brochure, ma nella pagina delle statistiche sono scritti 130 mt.

Confermiamo i 155 mt della Polaris. La pagina delle statistiche è stata corretta di conseguenza.

A quali navi la Polaris darà più filo da torcere? E quali saranno invece le sue debolezze?

In generale, la Polaris è una nave ideale per affrontare navi ammiraglie di taglia piccola e media, e tatticamente dovrebbe essere utilizzata per entrare velocemente in azione, scaricare i siluri e tornare al sicuro. Le torrette inoltre dovrebbero essere usate per respingere eventuali caccia inseguitori. I siluri possono infliggere danni ingenti anche alle navi ammiraglie più grandi e fornire abbastanza potenza di fuoco per danneggiare le fortificazioni oppure potenti difese statiche (pensate agli assedi o assalti alle basi). Quantificare con precisione il danno è una questione di bilanciamento del gioco e qualcosa che perciò esploreremo nel corso del tempo. È una nave progettata e dedicata al combattimento; più veloce delle ammiraglie più grandi e più resistente delle navi più piccole e perciò, come ogni velivolo, può dare il meglio o il peggio di se a seconda che si apprezzino le sue caratteristiche e si usino di conseguenza.

Per esempio, la Polaris potrebbe trovarsi ad essere l’obiettivo di siluri ed armi di grosso calibro. Procedere fianco a fianco con un distruttore o un incrociatore, rimanendo esposti alle sue armi per un lungo periodo di tempo, non è il modo migliore per utilizzare questa nave. D’altra parte, essendo una nave ammiraglia, le difese statiche della Polaris rendono molto difficoltosi i tentativi di danneggiamento da parte delle armi montate sui caccia o simili. Tra i suoi scudi, l’armatura e le torrette, i caccia saranno messi sotto pressione e difficilmente danneggeranno la Polaris senza subire pesanti conseguenze a loro volta. Tuttavia, fate attenzione alle Gladiator e agli altri bombardieri. Nonostante la Polaris non sia completamente priva di difese contro i bombardieri leggeri, un capitano di Polaris dovrebbe sempre essere cauto con loro.

Avete pensato qualche ruolo od utilizzo all’infuori del combattimento per la Polaris?

Grazie alla sua velocità, prima di tutto la Polaris è una nave militare, perciò è stata progettata basandosi su scenari di guerra. È una nave da pattuglia ideale, oppure un’ottima nave da mettere a capo di una flotta di ammiraglie. Detto questo, così come con molte altre navi, non c’è nulla che vieta a qualcuno di utilizzarla per trasportare del carico o qualsiasi altra cosa. Tenete a mente che nel mondo reale, le navi da guerra solitamente non generano guadagni – sono incredibilmente costose e prosciugano le risorse della nazione che le mette in campo. Ci guadagnano grazie alla proiezione della loro influenza e funzionando da deterrente per la nazione che rappresenta, rendendo un’area sicura per il commercio marittimo e le attività commerciali che altrimenti non sarebbero sicure o pratiche per i benefici economici di quella nazione, donando inoltre forza alle negoziazioni con gli altri paesi. Ovviamente, Star Citizen è un gioco e non vogliamo rendere i costi per operare una nave capitale proibitivi per i giocatori tanto quanto lo sarebbero nella vita reale. Saranno alla mano e vogliamo che vi divertiate anche con questi. Ciò significa, però, che non schiererete o userete le navi ammiraglie, neanche se corvette, così come fareste con un Aurora, una Starfarer o qualsiasi altra nave personale nella quale potete giocherellare per lo spazio coprendo le spese operative con profitti casuali.

I capitani delle corvette, ad esempio di grandi navi mercantili, saranno in missione non solo per ammirare il panorama, e vorranno pianificare i loro itinerari in modo intelligente. Gli squadroni numerosi o le organizzazioni potrebbero usare queste navi ammiraglie analogamente all’utilizzo che ne fanno le nazioni nel mondo reale – per permettere transiti più liberi a spedizioni amiche semplicemente grazie alla sua presenza, elargendo influenza oppure dimostrando la propria forza nelle negoziazioni oppure ancora respingendo entità più grandi, o magari danneggiando installazioni (dopotutto, solitamente i caccia e i bombardieri ostili hanno sempre bisogno di una sorta di base o nave madre da cui operare per rifornirsi e riparare). Gli operatori indipendenti possono fornire questi servizi ad altre entità anche gratuitamente – nonostante questo vada oltre le missioni di scorta “standard”. Sebbene sia possibile utilizzare la Polaris per una semplice missione di trasporto carico, in molti casi il guadagno effettivo non sarà lo stesso dell’avere utilizzato una nave della serie Hull, a meno che non si tratti di un carico di valore e riceverete un bonus per la sicurezza blindata. Come per la maggior parte delle navi, vogliamo darvi un universo di scelte, ma questo non significa che non dovrete fare attenzione se la vostra nave sia la più appropriata per il lavoro che avete in mente.

La Polaris sarà facile da utilizzare in solo con l’equipaggio formato da IA?

In caso di combattimento, avrete per forza bisogno di un equipaggio di qualche tipo per poter avere qualche possibilità. La potenza di fuoco principale proviene dalla sala di lancio dei siluri, che dispone di una stazione per un ufficiale dedicato agli armamenti. Potrete assumere del personale IA per utilizzare le stazioni, e tenete a mente che non sono gratis e disporranno di vari livelli di abilità. Generalmente non è raccomandato operare una nave ammiraglia con un equipaggio essenziale se pensate di ingaggiare un combattimento. Pensate all’USS Enterprise di Star Trek III: solitamente è operata da un equipaggio formato da più di 400 persone. Uno formato da 5 persone può far volare l’Enterprise ovunque, ma senza l’equipaggio adeguato, le sue prestazioni in combattimento sarebbero ben al di sotto delle aspettative. Sarà meglio portare sempre qualche amico, assumere IA, oppure entrambi, perché nonostante possiate operare anche con un equipaggio essenziale, questo non significa che sia una buona idea.

La Polaris può atterrare come una Idris? Se è così, può trasportare e dislocare un rover?

Certo che la Polaris può atterrare, e dispone di carrelli d’atterraggio integrati. E nonostante le specifiche dei Rover non fossero ancora finalizzate mentre la Polaris veniva progettata, la stiva potrebbe essere grande abbastanza per ospitare senza problemi un Rover.

Perché ci sono così tante postazioni per l’equipaggio? Cosa si può fare a bordo della Polaris quando non si è il pilota?

In generale, la Polaris può volare anche con un numero di membri minore rispetto a quello indicato. Questo perché generalmente non ci si aspetta che l’equipaggio lavori alle stazioni per 24 ore al giorno, potrebbero passare al timone oppure lavorare alle stazioni a turno, e di conseguenza l’equipaggio massimo consigliato solitamente è superiore al numero delle stazioni a bordo. Potete, ovviamente, riempire tutte le postazioni se volete del personale di sicurezza o dei mercenari in più, ed abbiamo inoltre incorporato abbastanza spazio per offrire alloggi a qualunque membro dell’equipaggio del caccia o della nave di supporto posizionata nell’hangar.

Negli scudi nella lista della Idris e della Javelin si può leggere “Ammiraglia” mentre gli scudi della Polaris sono “Grandi”. Potete spiegarci questa differenza, e perché la Polaris ha scudi grandi piuttosto che da ammiraglia?

In due parole, gli scudi della Polaris non sono resistenti tanto quanto quelli della Idris e della Javelin, ma è un sacrificio accettabile considerata la relativa velocità e potenza di fuoco. Inoltre in termini di scala, sia la Javelin che la Idris sono ben più grandi della Polaris. È inoltre il caso di ricordare che gli scudi devono essere piazzati nel contesto del loro utilizzo; la Idris e la Javelin sono entrambi enormi e lente, perciò generalmente saranno esposte al fuoco concentrato per più tempo e più frequentemente rispetto ad una Polaris – soprattutto probabilmente da armi di navi ammiraglie. Quando si progetta una nave con dei componenti che occupano uno spazio all’interno, non puoi semplicemente ficcare nello scafo qualsiasi cosa super-grande, perciò così come nel mondo reale gli ingegneri progettano le navi da guerra, spesso ti ritrovi a dover valutare un bilanciamento efficiente ed efficace delle apparecchiature. Inoltre gli scudi per funzionare richiedono energia dalle centrali energetiche, perciò potreste ottenere risultati migliori utilizzando un generatore di scudi più piccolo sempre al top dell’efficienza piuttosto che un generatore di scudi più grande che può sfruttare ben poco succo. Dal momento che la corvetta è piccola rispetto alle navi ammiraglie più grandi, non si può mettere pari pari lo stesso reattore, generatori, avionica, ecc di una nave più grande senza stravolgerne il design.

Possiamo atterrare nell’hangar senza alzare la piattaforma e viceversa? Quando si atterra sulla piattaforma, il pilota dovrà pareggiare la velocità della Polaris per non schiantarsi? Sarà possibile decollare mentre la nave è in movimento?

In teoria sì, potete atterrare all’interno senza che la piattaforma sia alzata, ma alcune navi potrebbero andare incontro a delle difficoltà. La Sabre ad esempio, che in stato di atterraggio ha le ali retratte, dovrebbe sfruttare la piattaforma di atterraggio che gli permette di ridurre la sua larghezza prima di rientrare nell’hangar. Quando si atterra sulla piattaforma, ovviamente dovrete andare alla stessa velocità ed essere orientati con la Polaris, e similmente a quanto avviene con i rifornimenti in volo degli aerei nel mondo reale, sarà una manovra rischiosa. Per un procedimento ideale ci dovrà essere una buona comunicazione tra il pilota del caccia e l’equipaggio della Polaris, oppure si dovra optare per la soluzione più semplice, ovvero rallentare o fermare quest’ultima. Sarà inoltre possibile decollare mentre la Polaris è in movimento, ma di nuovo vi ricordiamo che farlo è a rischio e pericolo del pilota.


Vendita Preliminare

Specifiche Tecniche

 

Traduzione a cura di Alex Miura.
Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.