Ha inizio la vendita di una delle ultime astronavi attualmente previste per Star Citizen: la MISC Endeavor. Piattaforma scientifica altamente modulare, permetterà di svolgere una serie di compiti: dalla ricerca scientifica alla cura ed al respawn dei giocatori, fino all’esplorazione, all’overclocking dei componenti e molto altro ancora!


Scopri il Gioiello della Corona della MISC, una Piattaforma Scientifica Modulare

“… C’è una verità fondamentale nella nostra natura: l’Uomo deve esplorare.”
– Dave Scott, Comandante dell’Apollo 25, Hadley Rille, Luna

“In continua espansione. Sempre mutevole. Pieno di illimitate possibilità. Non ci sono parole per descrivere il nostro universo, come anche la nostra conoscenza e compresione di esso.”
– Thea Royce, Professore Emerito, Università di Persei

La Musashi Industrial & Starflight Concern è orgoliosa di presentare il vascello da ricerca di classe-Endeavor, una piattaforma scientifica completamente modulare progettata per essere riadattata ed assolvere un vasto numero di compiti medici e scientifici. Inizialmente sviluppata come laboratorio galleggiante, la MISC Endeavor può essere equipaggiata per ricoprire qualsiasi ruolo, dall’analisi spettroscopica spaziale fino all’utilizzo come ospedale mobile. Oggi, siamo lieti di offrirvi la possibilità di scegliere lo scafo della Endeavor pre-assemblato in varie configurazioni, oppure l’opzione “Costruisci la tua” scegliendo le singole sezioni componenti.

Andare oltre il gameplay riguardante il combattimento è uno degli obiettivi principali dell’Universo Persistente di Star Citizen, e la Endeavor è la nave ammiraglia di questa causa! Abbiamo creato un documento di design a corredo del lancio della Endeavor in cui viene spiegato quanti dei sistemi della nave saranno utilizzati nell’Universo Persistente.



Fase Uno: L’Esploratrice

Scienza ed eplorazione sono sempre andate a braccetto, per cui la sfida che ha dovuto affrontare il team di design della Endeavor è stata difficile: come progettare un’astronave che permettesse sia di effettuare delle ricerche in campi del sapere pericolosi, che facilitare il lavoro di laboratorio estremamente delicato? La soluzione: una nave a più stadi che permettesse ad un’unità “Esploratrice” corazzata di sganciarsi ed operare da sola nelle condizioni estreme.

Progettata con la corazzatura e gli scudi necessari per sopravvivere a tutto, dall’impatto di micrometeoriti alle missioni di ricognizioni pericolosamente vicine alla corona di una stella, l’Esploratrice della Endeavor è in grado di sganciarsi completamente dall’officina scientifica ed operare in maniera indipendente. Dotata di tutto, ad eccezione di un’unità di salto, l’unità Esploratrice è pensata per le operazioni pericolose in cui l’Officina avrebbe altrimenti rischiato di subito danni costosi o la potenziale distruzione totale.



Fase Due: l’Officina

“La carne e le patate” dell’idea alla base della Endeavor è la sezione Officina completamente modulare, che offre sei punti di attacco disposti in tre righe da due unità l’una dedicati in maniera indipendente ad altrettante “capsule” mediche e scientifiche. Queste capsule, analizzate nel dettaglio più avanti, vanno dai laboratori standard alle piattaforme di decollo delle astronavi fino a design ben più esotici. La maggior parte di esse vengono realizzate dalla MISC, sebbene la compagnia abbia reso i punti di aggancio “Open Source” per incoraggiare lo sviluppo di future capsule. Quando lasciata a fluttuare in orbita, l’officina e l’unità di controllo possono continuare a funzionare assieme come un’installazione scientifica pura.

Fase Tre: l’Unità di Controllo

La potente unità di controllo della Endeavor è stata progettata per generare l’energia necessaria per supportare sia gli addon riportati più sotto che una varietà di agganci per capsule future attualmente in sviluppo. Questa contiene un generatore di energia di classe nave ammiraglia ed i propulsori principali della nave. Siete pregati di notare che l’Unità di Controllo non è in grado di distaccarsi dall’Officina mentre è nello spazio, ed è impossibile manovrarla senza che i propulsori dell’unità Esploratrice siano agganciati.



Modularità Estrema

La modularità della Endeavor è basata sul concetto di una griglia “plug and play” che permette di agganciare contemporaneamente fino a sei moduli indipendenti. I moduli sono solitamente installati in coppie bilanciate (simmetriche) per preservare l’equilibrio del sistema di propulsori pre-settati. Ogni modulo riporta il numero di slot che occupa, che vanno dal 2×1 (due spazi in orizzontale) al 3×2 (tutti i sei spazi). Ulteriori limitazioni sulle connessioni dei moduli individuali, come ad esempio il limite nel numero di moduli installabili, sono riportate qui di seguito nella relativa descrizione di ciascuno di essi.

BioCupole

Fintanto che l’Umanità si espanderà nella galassia, ci sarà sempre bisogno degli elementi più basilari che ne sostengano la vita. Le capsule delle BioCupole della Endeavor sono state progettate per sostenere l’attività agricola continuata, adattando e coltivando gli alimenti che potranno poi essere venduti in cambio di un profitto.

Dimensione: 2×1.
Limite: Due set (due biocupole per lato, per un totale di quattro) per nave.

Matrice Telescopica

Dal momento in cui l’Uomo ha guardato per la prima volta il cielo, abbiamo sognato di scoprire cosa ci fosse oltre le stelle. La matrice telescopica addizionale trasforma la Endeavor in un osservatorio stellare estremamente potente, dotato di un set di strumenti che permettono all’equipaggio di raccogliere dati provenienti dalle profondità dello spazio stesso. Questi dati, utili per ogni tipologia di attività, dagli studi di navigazione alla scoperta dei jump point, possono poi ottenere un extra nel libero mercato.

Dimensione: 2×1.
Limite: Un’installazione (telescopio singolo) per nave.

Supercollider

Modulo più visivamente caratteristico della Endeavor, il supercollider circolare è in realtà sono un piccolo pezzo di una struttura di overclocking più elaborata. Questo grande modulo include un paio di laboratori ‘camere bianche’ ideali per modificare ed overcloccare i componenti delle astronavi. Gli appassionati ed i professionisti desiderosi di spingere al limite le proprie armi, i propri propulsori o altri aggiornamenti lo potranno fare con precisione atomica grazie all’acceleratore particellare collegatovi che permette di testare in maniera sicura i nuovi limiti teorici dei componenti, alzandone il più possibile la barra delle prestazioni.

Dimensioni: 2×2.

Equipaggiamento di Servizio e Comparto dell’Equipaggio [2×1]

L’Equipaggiamento di Servizio & Comparto dell’Equipaggio (SEACE) aggiunge alla Endeavor spazi addizionali destinati all’equipaggio, permettendo al modulo Officina di fungere da installazione stand-alone per le missioni di lunga durata o per permettere alla nave in generale di sostenere un equipaggio più numeroso.

Capsula di Ricerca Generica [2×1]

La Capsula di Ricerca Generica (GRP) è progettata per essere una struttura multiuso in grado di supportare diverse attività scientifiche: microscopia, esperimenti a gravità zero, studi biologici e cose simli. Dotata di spazi interni dedicati a scanner di precisione, alla raccolta di campioni ed esemplari di vario genere ed alle strumentazioni di analisi chimica e spettroscopia, il GRP è in grado di catalogare nuovi dati sperimentali e produrre composti innovativi. Nota: il GRP è destinato alle sperimentazioni legali, che possono essere autorizzate soltanto dalla UEE.

Capsula Scientifica per Uso Generico [2×1]

La Capsula Scientifica per Uso Generico (GSP) è il modulo ‘analitico’ della Endeavor dotato di svariati punti di installazione per diverse banche dati e computer scientifici. Il GSP è progettato per la lavorazione interna di dati raccolti altrove ed è caratterizzato dalla presenza di sistemi di analisi dettagliata per la trasformazione delle informazioni grezze raccolte dal GRP e dalla Matrice Telescopica in preziose informazioni da vendere o scambiare.

Capsula del Carburante [aka Capsula Cargo Standard] [2×1]

La Capsula del Carburante della Endeavor occupa un quantitativo di spazio minimo che può essere utilizzato per caricare carburante aggiuntivo per le missioni di lunga durata. Costituito da quello che è a tutti gli effetti un ‘serbatoio sganciabile’, la Capsule del Carburante in genere viene utilizzata dagli equipaggi delle Endeavor in viaggio verso mete sconosciute.

Piattaforma Medica [2×2]

La Capsula della Piattaforma Medica (2×2) è un grande insieme di stanze agganciate le une alle altre ed in grado di operare come un ospedale permanente e completo di sale operatorie, sale di degenza e molto altro. La piattaforma medica della Endeavor è progettata per operare assieme alla Piattaforma di Atterraggio, trasportando i pazienti provenienti dai campi di battaglia o dai teatri di disastri direttamente nelle zone di trattamento e recupero.

Dimensioni: 2×2

Piattaforma di Atterraggio [2×1]

La Capsula della Piattaforma di Atterraggio appende un unico, grande hangar sotto l’astronave e lo aggancia direttamente alle altre capsule. Progettato per supportare le operazioni ospedaliere, la piattaforma di atterraggio dispone di spazio sufficiente per ospitare diverse ambulanze Cutlass Red e comprende un’intera struttura di decontaminazione. Siete pregati di notare che sebbene la piattaforma di atterraggio sia stata progettata per supportare le operazioni delle ambulanze, è anche in grado di funzionare come modulo scientifico standard e può effettuare la manutenzione di qualunque astronave sufficientemente piccola da entrarvi.

Dimenzioni: 2×1
Limite: Una (una singola piattaforma) per nave.

Riguardo la Vendita

Abbiamo inserito per la prima volta nello store la Endeavor per una vendita limitata e preliminare. Questo vuol dire che il progetto della nave soddisfa i nostri requisiti di qualità, ma non è ancora pronta per comparire nel vostro Hangar o per combattere nell’Arena Commander. Questa vendita include l’Assicurazione a Vita sullo scafo della nave ed un paio di oggetti decorativi per il vostro Hangar. In uno dei prossimi aggiornamenti inseriremo un poster della Endeavor, ed una volta che il modello in-game sarà pronto vi verrà dato anche un modellino della nave! In futuro, il prezzo della Endeavor aumenterà e l’offerta non includerà più l’Assicurazione a Vita o questi extra.

Se volete aggiungerne una alla vostra flotta, la Endeavor sarà disponibile nel pledge store fino al 10 Ottobre. Potrete trovare i dettagli della nave nella scheda di Riassunto Tecnico della sua pagina!

Disclaimer

Ricordate: Stiamo offrendo l’opportunità di acquistare questa nave per aiutare a finanziare lo sviluppo di Star Citizen. I fondi generati da vendite come questa ci permettono di includere nell’universo di Star Citizen delle funzionalità più dettagliate dedicate alle attività non belliche. Tutte queste navi saranno acquistabili nell’universo completo con i crediti di gioco e non saranno necessarie per iniziare a giocare. Inoltre, siete pregati di notare che la Endeavor entrerà a breve nel sistema di produzione delle navi e sarà rilasciata soltanto dopo il completamento delle altre navi mostrate durante le precedenti vendite preliminari. Le capsule della Endeavor potrebbero essere pubblicate online in tempi differenti man mano che saranno completate le meccaniche di gioco che le supporteranno. Anche tutti gli oggetti decorativi fin qui usciti saranno disponibili per l’acquisto nel mondo di gioco completo. L’obiettivo, quando l’universo persistente andrà online, è quello di creare e rendere disponibili altre navi che permettano ai giocatori di sperimentare diversi tipi di esperienze di gioco piuttosto che dar loro un certo vantaggio.

Catalogo delle Capsule
Opzioni di Acquisto

Non volete personalizzare la vostra Endeavor? La MISC mette a disposizione diverse opzioni preconfigurate per rispondere alle necessità più comuni.

Classe-Discovery

L’opzione della classe-Discovery include svariati laboratori multiruolo e strutture di stoccaggio: un’unità di Equipaggiamento di Servizio & Comparto dell’Equipaggio, una Capsula di Ricerca Generica ed una Capsula Scientifica per Uso Generico. Le Discovery standard vengono utilizzate da vari gruppi di lavoro, che si tratti di effettuare delle ricerche mediche mobili, di exo-archeologia (utilizzando l’Esploratrice come nave da sbarco) o la produzione di droghe illegali.

Classe-Hope

Soprannominata la ‘classe-Hope’ dall’Impero Unito della Terra, che utilizza il suo design come nave da supporto truppe, la variante medica della Endeavor viene fornita di serie con una Piattaforma Medica collegata ad una Piattaforma di Atterraggio.

Classe-Olympic

Realizzata principalmente per le attività di ricerca collegate alle scienze agricole, la Endeavor classe-Olympic include due set di Capsule Biocupole per un totale di quattro ambienti di coltivazione completamente indipendenti.

Master Set

Il ‘Master Set’ della Endeavor include un esemplare di ciascuno dei moduli attualmente disponibili. Siete pregati di notare che i moduli non utilizzati verranno immagazzinati nell’Hangar, in quanto il Master Set non è in grado di decollare con tutti i moduli inclusi contemporaneamente attivi.

Comprenderne le Dimensioni

In aggiunta alla sua incredibile modularità, la MISC Endeavor è una delle navi più grandi attualmente disponibili sul mercato civile! Scoprite come questo vascello si comporta rispetto ai suoi contendenti diretti in questa comoda tabella.

Nome Lunghezza (m) Massa (Tonnellate)
Hull E 372.10 3241
Fregata Idris-P 238.50 1600
Endeavor 200.00 1000
Orion 170.00 5400
Reclaimer 158.00 600
Starfarer 90.00 350
Redeemer 37.50 42
M50 11.00 12

Specifiche note
Lunghezza 200m
Sezione 48m
Altezza 20m
Peso a vuoto 1000000 Kg
Capacità cargo 500 unità cargo standard (SCU)
Propulsori Principali Anteriori: 2x TBD, Posteriori: 7x TBD
Armi 2x S3 Torrette Remote (Mitragliatrici Laser)

Tutte le specifiche sono soggette a modifiche per motivi di bilanciamento di gioco.


Riassunto Tecnico


Traduzione a cura di Darnos.

 

Articolo originale disponibile presso le Roberts Space Industries.