Intro

Il Reverse the Verse è lo streaming settimanale di Star Citizen dedicato agli aggiornamenti sullo sviluppo.
In ogni puntata Jared Huckaby, in arte Disco Lando, ripercorre gli ultimi avvenimenti riguardanti il progetto ed intervista alcuni degli sviluppatori CIG, ponendo loro le domande provenienti sia da Spectrum che dalla chat live.

L’ospite di questa settimana è Hugo Silva, Programmatore UI Senior degli studi di Foundry 42 UK. È entrato a far parte del team CIG nove mesi fa, dopo aver seguito con interesse lo sviluppo di Star Citizen. In passato si è occupato della UI del Sistema di Personalizzazione dei Personaggi e di altri elementi dell’interfaccia.
Ha scelto la carriera di programmatore della UI dei videogiochi, in quanto essa costituisce un elemento fondamentale dell’esperienza di gioco. L’interfaccia veicola tutte le interazioni e le azioni che un utente può compiere, per cui una UI fatta male influisce negativamente sul titolo stesso e può renderlo perfino frustrante da giocare.

 

Chioschi degli Oggetti

Sarà possibile acquistare più oggetti insieme?

Il design dei Chioschi dello Shopping è stato studiato per permettere ai giocatori di concentrarsi ogni volta sul singolo oggetto che intendono acquistare, per poi scegliere cosa farne una volta comprato.
Così facendo, è possibile veicolare tutte le informazioni che potrebbero interessare l’utente, come ad esempio le specifiche di un certo equipaggiamento, oppure la maniera in cui esse si rapportano agli oggetti di cui si è già in possesso. È un approccio diverso da quello, ad esempio, del carrello della spesa, che permette invece di selezionare più elementi, per poi acquistarli tutti insieme.

Per cui no, non sarà possibile fare una cosa del genere, almeno per ora.

Cosa puoi dirci della prima implementazione dell’Inventario Globale, di cui si è accennato per la prima volta durante lo scorso Around the Verse?

È una funzionalità che è stata realizzata per permettere al sistema di tenere costantemente traccia degli oggetti in possesso di un certo giocatore, così da essere in grado di mostrargli in ogni momento la loro lista completa.

Pensi che in futuro sarà possibile interagire con gli NPC per effettuare le stesse azioni al momento disponibili soltanto tramite i chioschi dello Shopping?

È una funzionalità interessante, ma a cui per il momento non si è ancora pensato. Forse si potrebbe fare qualcosa del genere in futuro.
Ma un approccio del genere risentirebbe del problema di dover mostrare e far comparire nei negozi il quantitativo di materiale acquistato dal giocatore. In alcuni casi, ciò potrebbe risultare proibitivo, soprattutto per quanto riguarda le transazioni incentrate sulle merci cargo. Oppure quelle inerenti i componenti di grosse navi.
I terminali dei chioschi permettono di superare queste limitazioni spaziali, fornendo agli utenti la capacità di acquisto di cui hanno effettivamente bisogno tramite un’interfaccia immediata e diegetica.

Come avete intenzione di rendere i chioschi un’esperienza coinvolgente, nonostante l’asetticità dei terminali di acquisto?

Il design dei negozi e dei terminali dei chioschi replicherà quello che vediamo oggigiorno in molti store reali. Ciascun franchise avrà delle caratteristiche specifiche, che si tradurranno non soltanto in una UI dallo stile differente, ma anche in locali con forme, colori e disposizioni diverse. Per cui sarà possibile riconoscere, ad esempio, uno store Casaba direttamente dal suo arredamento.

Tutti i chioschi di ciascuna linea di negozi funzioneranno allo stesso modo?

Ci saranno due tipologie principali di chioschi: quelli pensati per gli equipaggiamenti riservati ai personaggi e quelli per le navi. Essi avranno un’interfaccia leggermente differente, dal momento che faranno riferimento a slot diversi, un po’ come il VMA ed il PMA.

Che fine faranno gli oggetti acquistati?

Gli oggetti acquistati potranno finire nell’inventario globale del giocatore, oppure potranno essere equipaggiati immediatamente. Starà al giocatore decidere quale delle due opzioni usare.
In futuro potrebbero essere aggiunte nuove possibilità, come l’invio dell’oggetto al proprio hangar o alla zona cargo della propria nave. Ma la prima versione sarà più limitata.

I chioschi avranno un campo di ricerca testuale, così da permettere di trovare un certo oggetto senza dover scorrere l’intero catalogo?

Non all’inizio, ma potrebbe essere inserito nelle future iterazioni.

Sarà possibile paragonare due oggetti differenti direttamente dal chiosco?

Questa funzione, anche se in maniera molto semplificata, sarà presente fin dalla prima implementazione. Tuttavia per avere informazioni precise sulle caratteristiche di un’arma o di un generatore sarà necessario leggere l’intera descrizione. In futuro verranno aggiunte delle maschere che mostreranno direttamente queste statistiche, così da rendere la comparazione più immediata.

Ogni compagnia avrà un terminale con stili ed interfaccia esteticamente differenti?

Per il momento è stata realizzata la versione riservata ai negozi Casaba, in quanto banco di prova della tecnologia. Parallelamente, però, sono in sviluppo le varianti dedicate a tutte le altre compagnie del ‘Verse. Per cui si, ognuna di esse avrà un terminale univoco.

Sarà disponibile una cronologia degli acquisti?

È un’idea interessante, ma per il momento non è prevista. Però potrebbe essere presa in considerazione per il futuro.

Ci sarà un limite al numero di oggetti presenti, e quindi vendibili, nei negozi?

Questa domanda andrebbe fatta ad un membro di un altro team, come quello di design.
Di certo, in futuro ci saranno delle limitazioni simili, le quali serviranno a spronare i giocatori a visitare negozi e pianeti differenti per consultare inventari diversi.

Sarà possibile acquistare più oggetti dello stesso tipo?

Si, sarà possibile indicare la quantità di elementi di un certo oggetto che si intende acquistare.

Puoi spiegare brevemente il processo di creazione di un nuovo chiosco?

Il meccanismo di funzionamento di un negozio parte dalla definizione di un’entità negozio. Questa entità contiene informazioni riguardanti l’inventario disponibile al suo interno, i prezzi e, in futuro, la quantità degli oggetti in esso presenti.
Ogni entità chiosco, ovvero il terminale, posta ad una distanza inferiore a 180 metri da un negozio sarà in grado di collegarsi direttamente a queste informazioni, così da poter interagire con l’inventario dello store e permettere ai giocatori di acquistare o vendere oggetti.

Si tratta di un approccio di configurazione molto semplice, pensato per permettere a tutti gli sviluppatori di creare velocemente ed efficientemente i chioschi senza dover mettere mano a porzioni di codice. In teoria, dovrebbe anche essere possibile collegare più inventari di negozi differenti ad uno stesso terminale.

Sarà possibile collegarsi ai chioschi tramite mobiGlas, così da evitare situazioni di sovraffollamento dei negozi?

È un’idea molto interessante, ma i progetti di design attuali prevedono la necessità di utilizzare i chioschi per effettuare le azioni di compravendita.
Questa scelta è collegata ai limiti dell’inventario dei negozi, che sono stati studiati per incentivare i giocatori a visitare store differenti.

È in programma la creazione di chioschi per il noleggio di equipaggiamenti tramite REC?

I REC sono stati creati esclusivamente per l’utilizzo in Star Marine ed Arena Commander. In passato, spesso è stato possibile utilizzare nel PU armi ed oggetti noleggiati con REC, ma ciò era dovuto a limitazioni inerenti al sistema stesso, che non era in grado di distinguere tra i due ambiti.

Tuttavia, nulla preclude la possibilità di permettere ai giocatori di noleggiare oggetti anche nel PU, ma questa è una cosa che verrà eventualmente presa in considerazione in futuro.
Una mossa del genere, difatti, richiederebbe non soltanto di creare la tecnologia necessaria, ma anche di effettuare tutta una serie di riflessioni riguardanti il bilanciamento e l’economia del gioco.

 

Articolo originale disponibile presso le Roberts Space Industries.