La scorsa settimana la CIG ha pubblicato il progetto della prima iterazione del sistema dei moduli, mettendo in vendita anche un modello base ‘vuoto’ della Retaliator. Pertanto, ecco a voi l’articolo di Q&A riguardante questo nuovo sistema!


Salute Cittadini,

Sono arrivati i progetti dei primi moduli per la Retaliator, e sappiamo che avete delle domande riguardanti questo nuovo sistema! Le seguenti domande sono state scelte tra quelle poste nella discussione di Q&A dei Moduli della Retaliator disponibile sul forum. Buona lettura!

Domanda & Risposta

Cosa succederà alle vecchie Retaliator? Saranno considerate come un unico blocco che potrà montare soltanto gli scomparti per i siluri, o saranno convertite anche loro alla variante base modulare, ma con già installati gli scomparti per i siluri?

I piloti delle Retaliator preesistenti non avranno bisogno di comprare un’altra nave! La vostra Retaliator è adesso equivalente al modello base, ma con già installate le due piattaforme per siluri. Questa settimana potrete comprare separatamente gli altri moduli per scambiarli con quelli già presenti sulla vostra nave.

In aggiunta ai moduli verranno realizzate delle nuove varianti della Retaliator, o queste sono state sostituite dal sistema modulare stesso?

Alcune astronavi continueranno ad avere delle varianti, mentre di altre ci sarà soltanto un’unica versione base con diversi componenti modulari (un po’ come gli aerei del mondo reale possono essere riadattati a svolgere ruoli differenti, mentre di altri vengono prodotte diverse varianti a seconda della missione che devono svolgere). In generale, le navi militari avranno una maggior probabilità di possedere delle varianti tradizionali rispetto a quelle civili.
Attualmente non è prevista la realizzazione di ulteriori varianti della Retaliator, per quanto tale eventualità non sia del tutto da escludere. E’ probabile che negli anni la UEE abbia costruito differenti tipologie di scafi (in maniera simile a quanto accaduto con il B-17, di cui esiste la versione D, E, F, G e così via, ciascuna dotata di particolari modifiche/miglioramenti)!

Come sarà la Retaliator nuda, senza moduli installati? Ci saranno semplicemente due buchi nello scafo?

In una Retaliator priva di moduli buona parte degli interni non sarà accessibile.

In futuro tutte le navi avranno dei moduli? Qualora non sia così, quali navi saranno modulari?

No! Dipenderà dalla nave: nella maggior parte dei casi sarà possibile cambiare soltanto i singoli componenti, ma solo poche navi verranno progettate specificatamente per utilizzare il sistema dei moduli. Attualmente non possiamo dirvi quali di queste avranno dei moduli, ma vi possiamo dire in anteprima che la piattaforma della Endeavor è stata progettata attorno ad un sistema di moduli simile a quello della Retaliator che permetterà di modificare il ruolo della nave in base alle necessità.

In futuro questi moduli potranno essere installati in altre navi di dimensioni simili?

In teoria si! Abbiamo pensato di utilizzarli in un sistema interconnesso e più vasto che realizzeremo in futuro. Molto probabilmente nell’universo di gioco questi moduli rispetteranno alcune regole logiche di base: l’Aegis potrebbe costruire altre navi che utilizzeranno gli stessi moduli, mentre le navi Anvil sfrutteranno un sistema a parte. Per esempio, in futuro potrebbe esserci un bombardiere medio simile alla Retaliator, ma che vi permetterà di installare soltanto uno di questi moduli invece che due!

Come funzionerà l’assicurazione sui moduli? Dovremo sempre assicurare i moduli separatamente rispetto al velivolo base?

L’assicurazione sui moduli e quella sulla nave sono due cose distinte. Questo provvedimento è stato necessario per fare in modo che la versione silurante della Retaliator rimanesse qualcosa di unico: averne una è l’unico modo per avere dei moduli per siluri coperti da LTI.

L’installazione dei moduli modificherà l’aspetto esteriore della versione base dello scafo in funzione della tipologia di moduli inseriti?

Questo aspetto varierà a seconda della nave considerata: i moduli cambieranno significativamente l’esterno dell’Endeavor, mentre nel caso della Retaliator la differenza sarà trascurabile.

In quali situazioni potrà essere utilizzato il modulo da sbarco? Oppure, cosa aveva in mente la CIG quando l’ha creato?

Questo modulo avrà a che fare con il gameplay che intendiamo introdurre in Star Marine! Ci immaginiamo un futuro in cui ci sarà bisogno di trasportare dei marine presso una zona di atterraggio pericolosa, oppure per abbordare navi più grandi.

Perché i moduli frontali e quelli posteriori aventi la medesima funzione non sono semplicemente un unico modulo che può essere posizionato in entrambe le locazioni?

Come detto in precedenza, questi moduli non sono altro che il primo passo nello sviluppo di un sistema più grande. Avere due moduli di dimensioni ridotte all’interno della stessa nave permette di ampliarne significativamente la personalizzabilità. Certo, sarà possibile realizzare una versione puramente da trasporto della Retaliator, oppure una puramente abitativa… Ma potrete anche mescolare moduli differenti per permettere alla nave di ricoprire più ruoli. Con l’aumentare del numero delle navi che utilizzeranno questo sistema e l’ampliarsi delle opzioni disponibili, le conseguenze e le possibilità in termini di gameplay cresceranno esponenzialmente.

Potremo iniziare ad utilizzare questi moduli con la pubblicazione dell’AC 2.0? Qualora non sia così, grosso modo quando saremo in grado di sfruttare questo nuovo sistema?

Probabilmente i moduli saranno implementanti ‘in game’ dopo la pubblicazione dell’Arena Commander 2.0, ma al momento non abbiamo una data specifica da darvi.

Parlando dei moduli in generale: in Star Citizen tutte le navi che potranno sfruttare questo sistema saranno in grado di montare moduli riguardanti ogni possibile tipologia di ruolo/lavoro? O forse deciderete che, ad esempio, la Retaliator non potrà essere utilizzata per l’estrazione mineraria, mentre la Cutlass non potrà essere utilizzata per l’esplorazione? Ovviamente, ho fatto degli esempi a caso!

No, ci saranno sempre delle limitazioni – ogni nave non sarà in grado di ricoprire ogni ruolo (ed in particolare, non crediamo che ogni scafo possa assolvere efficacemente ad ogni compito). Stiamo sviluppando per la Retaliator un modulo dedicato all’estrazione mineraria, ma a causa della natura della nave sarà significativamente meno utile della tecnologia disponibile su un’astronave dedicata a questa mansione, come la Orion.

Come funzionerà la sostituzione dei moduli? Nel nostro hangar ci sarà un sistema che se ne occuperà automaticamente, o dovremo installarli manualmente con una gru?

La sostituzione dei moduli potrà essere eseguita utilizzando una versione futura dell’holotable ed in maniera simile a come è possibile cambiare le armi, gli scudi e gli altri componenti.

Quali sono i vantaggi degli ‘spazi abitativi’? Sono principalmente estetici, oppure sono anche funzionali (ad esempio, per il trasporto passeggeri)?

Gli spazi abitativi vi permetteranno di utilizzare la Retaliator come trasporto personale e di collegarla ad un sistema di trasporto passeggeri più grande, come detto in occasione della vendita della Starliner… Ma oltre a questo, il suo scopo è quello di fornire un ulteriore livello di personalizzabilità, in quanto sarà uno spazio che potrete organizzare come vorrete proprio come se vi trovaste nel vostro Hangar.

Una volta che i moduli saranno pronti per l’Arena Commander, verranno aggiunti al negozio REC dell’EA?

Si, ma solo nei casi in cui ciò avrà senso (probabilmente non ci sarà motivo di avere fin da subito una versione non-bellica della Retaliator, ma questo potrebbe cambiare quando inizieremo a pubblicare altri sistemi).

Ci sarà modo di ridurre le dimensioni dell’equipaggio richiesto per governare una Tali (es: scambiare le torrette con altro, ma senza incidere troppo sulla capacità offensiva della nave)?

Si, ma questo tipo di personalizzazione utilizzerà altri sistemi già esistenti: potrete rimuovere le torrette, le armi, ecc, senza cambiare i moduli presenti.

L’attuale modello base della Retaliator viene fornito con LTI, un hangar, un modellino ed il poster ad esso relativo. Aggiungerete questi oggetti retroattivamente anche alle Retaliator originali?

Si, daremo il modellino ed il poster anche a tutti quei backer che hanno comprato lo scafo vuoto della Retaliator.

Moduli Cargo

Moduli Alloggi per l’Equipaggio

Piattaforme per Siluri

Modulo da Sbarco Truppe


Specifiche Tecniche


Traduzione a cura di Darnos.

 

Articolo originale disponibile presso le Roberts Space Industries.