A seguito del lancio della Nautilus di Aegis Dynamics, abbiamo posto le domande più votate dalla comunità ai nostri progettisti, per potervi dare più informazioni riguardo la posamine strategica recentemente presentata.

Nautilus - Nautilus_Immagine6-20.jpg

Quale sarà la durata della vita dei diversi tipi di mine e quanto a lungo persisteranno dopo il logout?  Cosa accadrà se la nave madre viene distrutta – in questo caso le mine si potranno raccogliere successivamente?

Una volta che verranno espulse e saranno in fase di utilizzo, i componenti della mina inizieranno a degradarsi, e la durata della loro vita dipenderà dall’ambiente circostante e da come sono usate. Ad esempio, le piattaforme armate che attaccheranno spesso si consumeranno in fretta e le mine di prossimità detoneranno prima di degradarsi. Se saranno intatte e non innescate, prevediamo che la loro durata verrà misurata in giorni piuttosto che in minuti. La loro vita non sarà influenzata dallo stato della nave madre, sia essa distrutta oppure no. Le mine espulse “ricorderanno” la nave originale che le ha sganciate, pertanto potranno essere recuperate in seguito.

 

Le baie per i droni della Nautilus saranno universali? Ad esempio, vi si potranno mettere i droni di riparazione/rifornimento e, allo stesso modo, le altre navi porta-droni come la Vulcan o la Carrack potranno equipaggiare i droni NEMO?

La Nautilus potrà equipaggiare ed utilizzare i droni della Vulcan e della Carrack ma non disporrà dell’equipaggiamento necessario per riparare o comunque per utilizzarli per i loro ruoli specifici. Allo stesso modo, la Vulcan e la Carrack potranno equipaggiare i droni NEMO ma non disporranno dei mezzi per depositare le mine, perciò potranno limitarsi a disabilitarle lasciandole poi sul posto.

 

Qual è la logica dietro una posamine di taglia simile ad un’ammiraglia che dispone soltanto di 24 mine da utilizzare nell’infinita vastità dello spazio?

Una singola mina ricoprirà un’area significativa, perciò non ne serviranno quantità particolarmente elevate. Questo, unito al fatto che non vogliamo che i giocatori debbano avere a che fare con un numero ingombrante di mine più le implicazioni tecniche di mantenerle in giro hanno dato come risultato la capienza della Nautilus.

Nautilus - Nautilus_Immagine1-12.jpg

Le mine saranno in grado di comunicare dati alla nave madre, ad esempio dove si sono spostate in maniera autonoma, se sono state attivate e se hanno rilevato qualcosa (ostile o amico)?

Una volta lanciate, le mine entreranno in una sorta di fase di “sola lettura” dove il giocatore che le ha sganciate potrà vedere informazioni limitate, come il livello di usura e degrado ed il loro stato.

 

Dal momento che le mine potranno tracciare e seguire i propri obiettivi, saranno in grado di operare in atmosfera?

I propulsori delle mine funzioneranno soltanto a Zero-G. Se verranno utilizzate all’interno dell’atmosfera, non saranno in grado di mantenere la loro posizione. Le mine smetteranno di tracciare il bersaglio se questo si sposterà oltre la loro capacità di intercettazione.

 

Una nave stealth (tipo Eclipse, Raven o Sabre) sarà in grado di superare le mine con relativa facilità? E le altre navi potranno scansionare i dintorni per rilevare le mine oppure la Nautilus sarà l’unica nave in grado di farlo?

Qualsiasi nave potrà rilevare (ed essere rilevata da) le mine in quanto queste utilizzeranno i sistemi della traccia e del radar presenti in gioco. Le navi stealth saranno ovviamente più difficili da rilevare, perciò avranno migliori possibilità di riuscire a superare le mine. Le navi che disporranno di radar/scanner specializzati saranno più adatte per rilevare le mine da più lontano.

 

Potremo utilizzare la stiva di carico per immagazzinare mine aggiuntive? Se sì, quante?

No, la baia di carico sarà soltanto per lo stoccaggio del cargo e non è abbastanza grande per far entrare/uscire le mine (misurano approssimativamente 4x4x4m).

Nautilus - Nautilus_Immagine2-15.jpg

Le mine prenderanno di mira obiettivi amici o ostili? Se un compagno di squadra crea un campo minato, queste punteranno automaticamente soltanto contatti nemici/sconosciuti?

Il giocatore che sgancerà le mine potrà impostarle sullo stato amico o nemico utilizzando il sistema di fazione/ostilità presente in gioco. Presumendo che il compagno di squadra del giocatore sia nella stessa fazione o abbia lo stesso livello di ostilità, questo non verrà attaccato. Tuttavia, se lo desiderano i giocatori potranno posizionare le mine senza nessuna di queste protezioni.

 

Avete preso in considerazione ulteriori varietà di mine?

Ci sono piani per altri tipi di mine nel futuro, ma nessuna si trova ad un punto dello sviluppo tale che ci permetta di parlarne.

 

Quale sarà il raggio di rilevamento delle mine e delle sentinelle (da che distanza dovranno essere prima che le mine attacchino il nemico)?

La portata di rilevamento degli obiettivi è un’altra statistica complicata da quantificare, in quanto dipende completamente sia dai componenti delle mine (utilizzeranno i regolari oggetti della nave) sia le emissioni dell’obiettivo. Detto questo, ci aspettiamo che ogni mina disponga almeno di un raggio minimo di ingaggio che va dai 5 ai 10 km. Inoltre seguiranno il loro obiettivo per una distanza discreta oltre a questo raggio, per permettere anche ad un’esigua quantità di mine di coprire un’area moderatamente ampia.

 

Avremo la possibilità di creare schemi precisi per le nostre mine, ad esempio sferici o triangolari? Saranno in grado di recarsi presso la loro posizione designata senza il bisogno di portare la Nautilus in tale schema e dover sganciare le mine al momento giusto?

La stanza di controllo delle mine permetterà agli operatori di vedere la posizione finale delle mine, ma attualmente non prevediamo di consentire all’utente di scegliere schemi di posizionamento specifici. Tuttavia, l’equipaggio della Nautilus dovrà lavorare insieme per piazzare le mine in quello che ritengono essere lo schema più giusto, calcolando le capacità di movimento della nave e la posizione del tubo di lancio. Volare a velocità basse permetterà un posizionamento più preciso.

Nautilus - Nautilus_Immagine21.jpg

Posare le mine verrà considerato un crimine?

Come potete immaginare, dipende. La legalità dell’utilizzare queste mine dipende dalle leggi e dalla giurisdizione dell’area, così come dall’autorità (o la sua mancanza) dell’organizzazione che vi ha incaricato di spargere le mine. Presumibilmente lanciare mine nei pressi di un pianeta densamente abitato dell’UEE sarà considerato un atto criminale. D’altra parte, essere incaricati da qualcuno dell’UEE di spargere mine attorno ad un Punto di Salto verso un Sistema occupato dai Vanduul sarà considerato legale. Ovviamente esistono infinite circostanze tra questi due estremi, che occupano le svariate aree grigie.

 

Le mine potranno essere hackerate a distanza?

Sì. Il drone NEMO si occuperà di questo compito in quanto la distanza da cui sarà possibile hackerare le mine è molto piccola.

 

La brochure dice che la Nautilus dispone di due enormi serbatoi di carburante quantico, ma la pagina delle statistiche dice che ne ha uno. Quale delle due è corretta?

È corretta la brochure – la pagina delle statistiche verrà aggiornata. Inoltre, la brochure non specifica la torretta lanciamissili come un oggetto per conto suo, calcolandola al posto di una delle torrette S3. Queste differenze sono dovute a delle modifiche avvenute dopo la stampa della brochure qualche settimana prima della presentazione della nave e prima di alcune revisioni interne.

 

Perché le mine dispongono di potenza di fuoco più piccola rispetto alla loro taglia? Una mina S7 si correla ad un siluro S5 nonostante sia più difficile da utilizzare e recuperare.

Una volta che i componenti interni delle mine sono presi in considerazione, lo spazio rimanente risulta appropriato all’attuale potenza di fuoco. Se durante altri test capiremo che le mine sono troppo o troppo poco potenti, adegueremo le loro prestazioni.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.