Torna la serie Portfolio, in cui la CIG ci guida alla scoperta delle aziende e delle corporazioni dell’Universo di Star Citizen! Questa settimana si parla della BiotiCorp, l’azienda responsabile della creazione di apparecchiature medicali come l’Autodoc.


Un esperimento andato a buon fine
La BiotiCorp, oggi, è un produttore all’avanguardia di una vasta gamma di dispositivi medici e chirurgici; le sue origini sono legate al famoso laboratorio ‘Decon’, presso la Scuola di Medicina Scaliger, su Rhetor. Il laboratorio, così chiamato per via della famigerata ipersensibilità del suo sistema di rilevazione rischi e a causa della frequenza con cui gli studenti ricercatori vi sarebbero rimasti intrappolati tutta la notte per la decontaminazione, nell’ultimo secolo ha prodotto un numero enorme di progressi scientifici ed è stato il luogo in cui, nel 2912, si sono incontrati per la prima volta gli allora dottorandi Ted Santos e Diyo Nikolas, poi divenuti i fondatori della BiotiCorp.

Nikolas stava studiando gli effetti dei viaggi quantici sulla precisione dei robot di assistenza chirurgica, quando si trovò bloccata per l’ennesima volta nel laboratorio a causa dell’attivazione dell’allarme di decontaminazione. Santos, che si era trasferito nella scuola solo di recente e che in quel momento era anche lui all’interno del laboratorio, si fece prendere dal panico quando gli allarmi cominciarono a suonare.

Nel tentativo di calmare l’agitato ricercatore, Nikolas chiese a Santos di spiegarle i suoi progetti di ricerca. Dopo aver ricevuto una sovvenzione dalla Marina per esaminare la Sindrome di Targion, una malattia neurologica che colpiva i piloti spaziali con lunghi stati di servizio, Santos stava studiando la compressione genetica gravitazionale nella speranza di trovare una causa. Prima della fine del blocco del laboratorio, entrambi avevano capito che le rispettive ricerche erano collegate.

Tre anni più tardi, i Dottori Nikolas e Santos pubblicarono un articolo sul Rhetor Journal of Medicine in cui dimostrarono la connessione tra la compressione gravitazionale genetica che si verifica nei viaggi quantici e l’elevato tasso di mortalità nel trasporto di pazienti in condizioni critiche durante le operazione chirurgiche. Il loro lavoro fu innovativo ed ebbe un effetto immediato sui protocolli di Ricerca e Salvataggio. Nel tentativo di capitalizzare la preziosa scoperta, la Scuola di Medicina di Scaliger investì con entusiasmo nella fondazione di un centro di ricerca privato che sarebbe stato gestito dalla coppia…. E così nacque la BiotiCorp.

Il primo prodotto commerciale della compagnia fu un pacchetto software per robot chirurgici che permise loro di compensare meglio gli effetti dei viaggi quantici e di ridurre notevolmente il tasso di mortalità durante i trasporti. Questo pacchetto è stato adottato praticamente ovunque ed i proventi sono stati reinvestiti dalla BiotiCorp in nuove ricerche, gettando le basi per una politica aziendale volta al costante miglioramento ed alla ricerca.

All’Avanguardia
Trasferitisi recentemente in una nuova ed enorme struttura poco lontana da Candalor, su Reisse, la BiotCorp continua a percorrere la strada dell’innovazione con ogni prodotto che rilasciano. Per oltre 3 decenni hanno mantenuto una partnership con i migliori ricercatori e dottori in molteplici campi di studio per inventare tecnologie mediche avanzate che potessero migliorare le condizioni sanitarie di tutta la popolazione dell’Impero. Espandendo le loro competenze dal solo software alla produzione, la BiotiCorp ha creato la propria linea di robot di assistenza chirurgica con il marchio di Autodoc. Anche se non sono ricchi di funzionalità come quelli dei loro concorrenti, questi robot sono noti per la loro affidabilità anche in condizioni non ideali. Tale robustezza fa sì che siano i preferiti dai soldati della Marina e dai dottori che prestano servizio su piattaforme ed ospedali mobili come la Endeavor.

La serie Autodoc si è trovata sotto i riflettori dopo il recente tentato assassinio dei membri del Consiglio dei Governatori su New Castle. Con la maggior parte degli ospedali di Borea inaccessibili a seguito dell’attacco, i feriti sono stati portati su una Cutlass Red fortunatamente ritrovata parcheggiata su una piattaforma vicina. La nave era equipaggiata con gli Autodoc della BiotiCorp e i membri del consiglio sono stati stabilizzati e trasportati d’urgenza in strutture di assistenza di emergenza. In seguito, il Governatore Jesper Donovin ha specificamente accreditato agli Autodoc il merito di avergli salvato la vita ed ha provato, senza riuscirvi, a far passare una legge che imponesse l’installazione di uno di essi in ogni edificio governativo.

Nel tentativo di migliorare ulteriormente i propri robot di assistenza chirurgica, la BiotiCorp ha lanciato la loro nuova linea di prodotti di rilievo: gli Scanner Medici. Parlando con gli studenti del corso di laurea della Scaliger del 2935, la Dr.sa Nikolas ha detto che lo strumento più importante che ogni medico deve possedere è la conoscenza. Migliorando le tecniche di scansione, la BiotiCorp sperava di aumentare le abilità diagnostiche sia dei Robot che degli Umani, fornendo alle terapie un più elevato margine di successo. Al momento della sua uscita, il Vitalus Pro MediScan è stato accolto dalla comunità medica con molto entusiasmo. Dotato di parametri clinici avanzati per l’analisi rapida del paziente e di un ampio set di funzionalità, la linea Vitalus Pro fornisce soluzioni di monitoraggio in grado di soddisfare una vasta gamma di richieste.

C’è stata qualche preoccupazione, dovuta al fatto che, vista l’estrema portabilità, gli scanner Vitalus possono essere considerati una violazione della privacy: chiunque ne abbia uno può ottenere una grande quantità di informazioni personali senza che le persone se ne accorgano. I Lobbisti dell’Associazione Imperiale per i Diritti Civili stanno facendo pressioni sul Senato per rendere illegali le scansioni effettuate senza consenso, ma alcuni fanno notare che questa risoluzione potrebbe rendere difficile fornire cure d’emergenza. Anche se il dibattito è ancora in corso, l’uso del Vitalus continua a diffondersi.

Non tutte le innovazioni della BiotiCorp sono state di successo come gli Autodoc ed il Vitalus. Nel 2924, la compagnia presentò una nuova camera anti-contaminazione destinata all’utilizzo nelle zone di atterraggio per impedire che malattie e microbi provenienti da mondi diversi potessero arrecare danno alle popolazioni locali. Il sistema PurLyfe rimase in servizio presso le dogane per meno di un mese, fino a quando si diffuse la notizia che gli utenti di detto sistema si stavano ammalando. Si scoprì che il PurLyfe era troppo ‘zelante’ e rimuoveva persino i microbi utili all’organismo, oltre a quelli nocivi. La BiotiCorp richiamò subito tutti i dispositivi, bloccando le vendite e la produzione dei PurLyfe. Nonostante la cattiva pubblicità fatta dalla stampa, l’opinione pubblica mantenne la sua fiducia nei confronti della BiotiCorp per via della maniera in cui gestirono rapidamente il problema e per il supporto fornito alla popolazione colpita.

La Ricostruzione
Non essendo tra coloro che riposano sugli allori, Nikolas e Santos hanno continuato ad investire tempo e risorse della loro compagnia in quello che credono sia il loro prossimo, grande passo in avanti. Il progetto Calliope, presieduto dall’Ingegnere medico capo Livia Haskel, è un sistema diagnostico e chirurgico integrale finalizzato a molteplici applicazioni in ambito ricostruttivo e cosmetico. Ispirata dai disagi personali a seguito di un incidente in cui era rimasta ustionata, la sig.ra Haskel ed il suo team cercano di migliorare i sistemi di alterazione fisica attualmente disponibili sul mercato. Mentre fino ad adesso si è stati in grado di modificare il colore degli occhi o la forma del naso con relativa facilità, Calliope è pensato per permettere alle persone di sottoporsi in completa sicurezza a massicce e rapide modifiche della struttura ossea e dei tessuti, cosa che in precedenza avrebbe richiesto una squadra di chirurghi e svariate operazioni chirurgiche.

Dopo il successo riscontrato nella presentazione al Senato e all’Alto Comando da parte del Dr. Santos e della Dr.ssa Haskel, Calliope è stato adottato per alcuni test preliminari da parte dei militari, con risultati apparentemente impressionanti. Piloti che fino a poco tempo fa avrebbero dovuto affrontare la vita con cicatrici debilitanti, possono ora essere riportati alle loro condizioni passate o, se il pilota in questione lo preferisce, ad una situazione addirittura migliore. Con un tale feedback positivo, Calliope sta cominciando a farsi strada per la prima volta anche nei centri medici civili. I pazienti che hanno sperimentato il sistema lo hanno descritto come un ‘cambia vita’. Resta da verificare la piena efficacia sociale e culturale derivante dall’avere la capacità di alterare completamente il proprio aspetto in maniera così semplice, ma sembra certo che la BiotiCorp abbia, ancora una volta, trasformato l’universo in cui viviamo.

 

Traduzione a cura di Balaxer, clanBanshee
Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.