Questo portfolio è stato originariamente pubblicato nel Jump Point 5.5.

 “Disponibili solamente sulla Vecchia Terra e su Terra. Questo è il tipo di esclusività che vogliamo,” aveva affermato Candace Cowley nel 2903 durante una controversa intervista per il Terra Gazette. Cowley, conosciuta anche come CC, era il volto ufficiale della Ascension Astro, produttore e rivenditore di componenti che puntava soprattutto alla clientela con un portafoglio ben fornito. Durante l’intervista, CC proclamò che l’azienda preferiva vendere i loro componenti stealth soltanto ai clienti d’élite, cosicché potessero viaggiare in sicurezza attraverso l’Impero senza temere di essere presi di mira da fuorilegge o altri ‘furfanti.’ Si vantò inoltre di come i due punti vendita in loro possesso, uno a New York e l’altro a Prime, fossero strutture cui si poteva accedere solo su invito e con una lista d’attesa lunga mesi. Per alcuni, CC incarnava lo stile di vita affascinante e stravagante che avrebbero voluto vivere; per altri impersonava tutto ciò che c’era di sbagliato nell’UEE. Pochi sapevano che CC – ella stessa sinonimo di Ascension Astro – era solo una dei tre fondatori che in pochi anni avevano catapultato la compagnia dall’oscurità totale fino ad essere uno dei marchi più esclusivi di tutto l’UEE.

Qualcosa dal Nulla

Ascension Astro venne fondata nel 2901 da CC, Kaitlyn Barwick e Tim Kraft. CC e Barwick erano cresciute insieme. Il padre di Barwick possedeva una piccola officina per le riparazioni a Shanghai e aveva trovato la piccola CC, di soli quattro anni, abbandonata in una fermata del trasporto pubblico locale. Simili di età ma con personalità completamente differenti, le due divennero presto amiche. In età adulta, Barwick si sposò con Kraft e subentrò al padre presso l’officina, mentre CC ottenne un lavoro come rappresentante del servizio clienti presso un concessionario Origin Jumpworks. Grazie alla sua perseveranza, il fascino e la zelante filosofia di puntare solo ai clienti più ricchi, riuscì ad accumulare rapidamente una lunga lista di persone di un certo livello.

Qualche tempo dopo la concessionaria Origin licenziò CC perché consigliava ai clienti l’officina di Barwick e Craft, che aveva difficoltà finanziarie. CC protestò sostenendo che era in buona fede e che lo aveva fatto nel migliore interesse dei clienti Origin, in quanto i servizi che stava raccomandando non erano disponibili presso la concessionaria. Barwick e Kraft, riparatori di una certa fama, avevano trovato il modo per ridurre drasticamente le tracce IR ed EM dei propulsori standard montati sulle navi Origin. Dal momento che queste navi di alto livello erano spesso prese di mira da fuorilegge e (ancora peggio) paparazzi, ridurre la traccia era un aiuto inestimabile per poter viaggiare senza essere disturbati. L’intricato processo pensato da Barwick e Kraft era funzionale, eppure il prezzo per la procedura, molto dispendiosa in termini di tempo, rese questi propulsori personalizzati fuori portata per tutti tranne che i clienti più ricchi.

In seguito al licenziamento di CC, Origin tentò di copiare il lavoro svolto da Barwick e Kraft, ma non riuscirono a decifrare appieno il complicato processo. Quando CC venne a conoscenza di quel che stavano facendo i suoi ex datori di lavoro, decise di prendere una decisione drastica ed intentò una causa nei loro confronti. Anche se il tribunale infine lasciò cadere il caso, l’episodio divenne un incubo pubblicitario per l’azienda, che per provare a sistemare la situazione offrì al duo un posto come consulenti. Barwick chiese se CC avrebbe potuto ottenere nuovamente il suo lavoro, ma Origin rifiutò. Fedele alla loro amicizia di lunga data, Barwick e Kraft rifiutarono l’offerta. In mezzo a tutto questo, CC ebbe un’illuminazione. Se Origin era così interessata al lavoro di Barwick e Kraft, allora doveva avere un certo valore.

Un Lancio Backdoor

Nonostante CC, durante la sua permanenza presso Origin, fosse riuscita ad ottenere numerosi contatti con persone facoltose, sapeva che avvicinarglisi in maniera improvvisa con una proposta commerciale avrebbe portato al fallimento. Perciò, contattò i suoi vecchi clienti per informarli di ciò che descriveva come un’iniziativa che godeva di un certo successo già da un po’ di tempo. Il servizio di modifica e riparazione “ultra-esclusivo” prevedeva l’invio di Barwick e Kraft direttamente presso l’hangar del cliente, dove eseguivano il complicato lavoro ai propulsori della nave. Dal momento che il processo funzionava soltanto su certi propulsori, CC doveva riuscire abilmente a farsi confermare che il cliente possedeva un veicolo con i propulsori appropriati.

In un primo periodo CC offriva sconti corposi per riuscire a farsi assumere dai clienti. Ovviamente con questo modus operandi erano in perdita, in quanto le parti ed il lavoro costavano ben al di sopra del prezzo offerto, ma una volta nel business, CC iniziò a fare magie. Dipinse quest’immagine in cui avevano talmente tanto lavoro da essere costretti a rifiutare nuovi clienti quotidianamente, dopodiché dirottò abilmente la discussione parlando di quanto, in realtà, quello che stavano facendo erano bazzecole in confronto a ciò che avrebbero potuto fare se solo avessero avuto fondi sufficienti per assemblare componenti stealth proprietari.

Il poderoso lancio backdoor di CC aveva fatto strike. I clienti incuriositi che decisero di investire sull’operazione erano numerosi. Nel 2901 nacque Ascension Astro, ed una piccola quantità dei loro componenti stealth, progettati da Barwick e Kraft, uscì dalla catena di montaggio a Mosca nello stesso anno. Alcuni investitori avevano avuto da ridire sull’irrisoria quantità di componenti prodotti, e a peggiorare le cose ci aveva pensato CC, che aveva consegnato qualche pezzo dei già pochi prodotti ad un gruppo selezionato di nuovi contatti, mentre aveva speso un’enorme quantità dei crediti aziendali per la costruzione di un raffinato showroom nascosto in un piccolo vicolo di New York. Il posto non aveva neanche il logo ufficiale di Ascension Astro, disponeva soltanto in un canale per le comunicazioni utilizzato per prendere appuntamento. Per i primi tre mesi, chiunque li contattasse si sentiva dire di riprovare in seguito poiché avevano l’agenda piena.

Ma questa furtiva campagna marketing si rivelò essere un grande successo. I pochi che avevano ricevuto i componenti erano di fatto le persone più boriose che CC conoscesse. Altre persone dell’alta società, che non erano abituate a non ottenere quello che volevano quando lo volevano, intasarono il canale per le comunicazioni con richieste di appuntamento. Quando Ascension Astro iniziò veramente a vendere i componenti, lo fece a prezzi esorbitanti e nonostante ciò la vendita era immediata. Durante la fase di produzione successiva, l’azienda affermò nuovamente di non avere posto per nuovi appuntamenti e rifiutò di accettare preordini. Quando i nuovi componenti furono pronti, vennero venduti ad un prezzo ancora più alto.

Come una Nova

Ovviamente, lo stratagemma di CC avrebbe funzionato più di una volta soltanto se il prodotto fosse stato di buona qualità. Fortunatamente, Barwick e Kraft erano tanto abili nel loro lavoro quanto CC lo era nel suo; i componenti erano eccezionali esattamente come CC affermava che fossero. La coppia evitava le discussioni aziendali che non ritenevano di loro competenza, preferendo passare il tempo a perfezionare i loro progetti e ad armeggiare, lasciando le tecniche e le opportunità di vendita nelle mani di CC.

Nel frattempo, CC continuava ad affinare l’immagine pubblica di Ascension Astro. Rifiutava qualsiasi tipo di pubblicità tradizionale, sostenendo che avrebbe infangato la loro reputazione mettendoli alla pari degli altri marchi. Preferiva piuttosto corrompere i giornalisti di gossip perché scrivessero delle feste dedicate alla clientela d’élite presso i loro stabilimenti. CC si assicurava che Ascension Astro poi copiasse quanto scritto negli articoli.

In privato, Barwick e Kraft erano un po’ preoccupati per CC e la sua crescente ossessione con il suo nuovo stile di vita, ma non potevano certo discutere dei risultati ottenuti. I loro generatori di energia stealth erano stati indicati da numerose pubblicazioni come “Il Componente da Avere Assolutamente del 2903.” Lo stesso anno Ascension Astro aprì un secondo negozio su Terra, sempre di basso profilo come quello a New York, e CC parlò in quella famigerata intervista per il Terra Gazette. All’improvviso era divenuta una CEO famosissima; amata da alcuni ed odiata da altri… fino a che, l’anno seguente, sparì completamente dalle scene.

Espansione & Maturazione

In un primo momento si pensò che la sparizione di CC fosse solo l’ennesimo stratagemma della sua campagna marketing. Poi, quando l’assenza si protrasse per diversi mesi, alcuni articoli iniziarono a chiedersi cosa potesse esserle successo. Nel frattempo, gli insider dell’industria notarono che Ascension Astro aveva iniziato ad adottare pratiche più tradizionali. Aprirono nuove sedi in altri luoghi ed eliminarono la necessità di fissare un appuntamento per visitare i loro negozi. Inoltre aumentarono notevolmente la loro capacità produttiva, pubblicando normali annunci pubblicitari per i loro componenti. La loro campagna marketing iniziale fu incredibilmente blanda, nonostante strizzasse l’occhio alla reputazione creata da CC. Era caratterizzata da una generica famiglia benestante che si godeva comodamente un viaggio a bordo della loro 890 Jump sotto il motto aziendale ancora in uso, “Goditi il Viaggio.”

A chiunque chiedesse di CC, i rappresentanti di Ascension Astro rispondevano semplicemente che faceva ancora parte della compagnia. La maggior parte degli esperti industriali pensarono che le fosse stato tolto ogni potere all’interno dell’azienda. Tale idea era lontana dalla verità e tutto venne chiarito nel 2908, quando CC tornò a farsi vedere in pubblico per promuovere la sua biografia, Qualcosa dal Nulla. Nonostante il libro raccontasse della ricerca dei suoi genitori che l’avevano abbandonata in quel di Shanghai, approfondiva anche in grande dettaglio la sua parte nello sviluppo di Ascension Astro e di come una crescente dipendenza dalle droghe e alcool, combinata a terribili episodi di depressione, la obbligarono infine a ridurre il suo ruolo all’interno dell’azienda. Lodò Barwick e Kraft per la loro gestione di Ascension Astro e, dopo aver rivelato il fallimento nella ricerca dei suoi genitori, dichiarò che erano loro l’unica famiglia di cui aveva bisogno.

Ad oggi, CC mantiene un ruolo importante all’interno della compagnia, ma passa la maggior parte del suo tempo a supervisionare enti di beneficienza fondati da lei stessa per aiutare gli orfani di tutto l’UEE. In assenza del suo marketing non convenzionale e dei suoi metodi di vendita, Barwick e Kraft sono passati ad un modello di business più tradizionale andando inoltre ad espandere la varietà dei componenti stealth che producono. Attualmente incoraggiano l’acquisto di un set completo di aggiornamenti che possa garantire una maggiore sicurezza durante il volo, facendo ben capire ai loro clienti benestanti che un singolo componente stealth può aiutare solo fino ad un certo punto nel nascondere la traccia di una nave se gli altri sistemi si scaldano un po’ troppo. Nelle loro mani esperte, Ascension Astro continua a prosperare.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.