In questo episodio, Parker Terrell condivide i suoi pensieri riguardo le indagini dell’Advocacy sul tentato assassinio dell’Imperatore.


< Inizio Trasmissione >

Nella terra della disinformazione, dobbiamo affidarci alla verità come nostra guida. Non importa quanto oscura e difficile possa diventare, dobbiamo persistere nella nostra crociata verso la luce. Questo viaggio comincia con noi ed inizia proprio qui. Io sono Parker Terrell, ed è giunta l’ora della Pura Verità.

L’altro giorno mi è arrivata una notifica sul mio mobi, una semplice riga di testo diceva che le Storm Securities avevano finanziato il fallito tentativo di assassinio dell’Imperatore Costigan. Tutto qua. Una notizia chiara e semplice, e poco dopo la notifica si è spenta.

In seguito, dando credito alla prova che l’azienda aveva mandato dei pagamenti a Maurice Vano, l’assalitore ucciso mentre fuggiva dal luogo del tentato assassinio, le forze dell’ordine hanno fatto irruzione alla loro sede su New Junction per trovare nuove informazioni. I notiziari asserivano che le Storm Securities non erano soltanto l’azienda che un tempo aveva assunto Vano per del lavoro. No, questi cosiddetti “organi d’informazione” hanno deciso di saltare a piè pari la fase di analisi della situazione etichettando Storm Securities come il finanziatore dietro all’intera operazione, senza portare uno straccio di prova a parte l’affermazione di una singola fonte anonima.

Vi dirò, la cosa mi ha veramente sorpreso perché conosco i ragazzi che gestiscono le Storm Securities. A dire la verità il loro fondatore, Hamsa Paul, è un nostro caro amico. Era stato nostro ospite anni fa dopo che alcuni dei suoi collaboratori esterni avevano avuto dei problemi con l’Advocacy.

Ma torneremo su questa cosa più tardi, perché nel momento in cui leggo la notizia delle Storm Securities ho contattato Hamsa Paul per saperne di più. La verità è che Vano era stato assunto da Storm Securities per una commissione di sicurezza ed ovviamente era stato pagato. Tutto qua. Ogni anno l’azienda svolge centinaia se non migliaia di lavori simili. Eppure, l’Advocacy ha sfondato le sue porte e sfruttando questa piccola connessione con Vano come scusa si è avventata sui registri della compagnia.

Non credo alla storia della “fonte anonima dell’Advocacy” neanche per un secondo. No, io vedo questo nuovo sviluppo come il segno che ci siamo addentrati in una delle parti più pericolose delle investigazioni – la resa dei conti. L’assassinio fallito dell’Imperatore Costigan ha messo in moto lo stato ombra dell’UEE, offrendogli copertura politica per attaccare i suoi avversari e perseguire i propri infami secondi fini.

Alcuni di voi mi hanno già sentito inveire contro questo stato ombra – una congrega di persone così potenti che la maggior parte della popolazione non ha idea del fatto che sono loro a tirare le fila dell’UEE. So che molti di voi adesso stanno scuotendo la testa, chiedendosi come sia possibile che se questo stato ombra è veramente così potente ed elusivo, il nostro piccolo Parker Terrel ne è a conoscenza?

Perché io osservo attentamente.

Ad esempio, avete notato che le informazioni riguardo l’attacco all’Imperatore Costigan sono state date con il contagocce? Sì, certo, ogni giorno c’è un esperto che salta fuori sullo spectrum per condividere la sua nuova teoria che vuole incolpare del fatto un gruppo criminale Xi’An o qualche separatista Tevarin. Ma i fatti concreti del caso sono davvero sporadici. Come se qualcuno non volesse farci sapere quello che è accaduto veramente…

Non mi credete? Ebbene, fermiamoci un momento ad analizzare con precisione quello che sappiamo riguardo all’assassinio. Scartiamo ogni singolo pezzetto di informazione non confermata che abbiamo e focalizziamoci su quello che sappiamo. E che possiamo provare.

Il 30 Maggio, sullo spectrum viene segnalato un incidente presso il Summit della Federazione Bancaria a New York. Tra tutte le informazioni che hanno girato sono due i punti verificati. Primo, un tentativo di assassinio ai danni dell’Imperatore Costigan è fallito, causando comunque la morte di un membro del 1° Battaglione della Marina. Secondo, un individuo che si credeva coinvolto nell’attacco è stato ucciso mentre fuggiva dalla scena del crimine.

Esattamente una settimana dopo questo drammatico incidente, l’Imperatore Costigan ha fatto la sua prima apparizione pubblica. Arriva alla Camera del Senato per sostenere l’Iniziativa Commerciale Umani-Xi’An poco prima che inizino i voti. Questa mossa non convenzionale avrebbe provocato una marea di polemiche se fosse avvenuta in condizioni normali. Agli oppositori della HuXa sono saliti i cinque minuti per lo spettacolino, ma hanno compreso che criticare l’Imperatore in un momento simile gli si sarebbe ritorto contro. Si giunge al voto e la HuXa passa, per poco ma passa.

Il mattino dopo l’approvazione della HuXa, il Direttore dell’Advocacy Thomas Carmody tiene la sua prima conferenza stampa dal giorno del tentato assassinio. Rivela il nome dell’individuo ucciso mentre fuggiva dalla scena, Maurice Vano. Afferma inoltre che nel sistema circolatorio di Vano era presente una “quantità significativa” della nuova droga, la Flow, ma non rivela altre informazioni.

I giornalisti indagano su Vano e scoprono che è un ex-Marine. Ha lavorato come mercenario per decenni e ha alcuni legami con un gruppo per l’indipendenza di Terra. L’Advocacy fa irruzione a casa sua e nel suo hangar. Vengono rimosse scatole su scatole di effetti personali, ma non si sente nessun altro commento. I suoi vicini vengono trascinati presso gli uffici per gli interrogatori e poi, secondo uno di loro, gli viene suggerito di evitare di parlare con la stampa. Alcuni finiscono per parlare con i giornalisti lo stesso, ma dicono tutti la stessa cosa: Vano era una persona chiusa, ma a volte scoppiava in preda all’ira. Una descrizione che ben si adatta a molte persone.

Nonostante il suo passato movimentato, sono poche le informazioni che si sanno riguardo ciò che ha fatto negli ultimi anni. Almeno fino all’incursione alle Storm Securities la settimana scorsa. Improvvisamente, qualcuno dentro l’Advocacy perde informazioni come un rubinetto rotto, ed afferma che l’azienda potrebbe aver finanziato l’intera operazione.

Non vi sembra strano? Nei due mesi passati dal tentato assassinio, tutto quello che abbiamo saputo dall’Advocacy sono a malapena i fatti che riguardano l’attacco ed il nome dell’assalitore. Non c’è stata nessuna fuga di notizie da parte dell’Advocacy fino a che questa “fonte” non si è fatta avanti per dirci che a finanziare l’operazione sono state le Storm Securities.

Il che mi ha messo un dubbio. Perché adesso?

Alcuni di voi là fuori, proprio come me, non si saranno certo sorpresi per questo cambio di rotta. Potreste persino ricordare esattamente perché un anno fa il fondatore delle Storm Securities, Hamsa Paul, era ospite da noi.
Se non lo ricordate, nel 2945 un gruppo di collaboratori esterni delle Storm Securities stavano proteggendo un trasporto quando venne assalito da alcuni membri di Otoni Syndicate. I professionisti della sicurezza hanno fatto presto a rigirare la situazione e ad eliminare la minaccia, solo per scoprire che uno degli assalitori Otoni era in realtà un agente Advocacy sotto copertura.

L’Advocacy contattò le Storm Securities, sostenendo che l’agente aveva provato ad avvisare gli operatori della sua reale identità per mantenere la sua copertura, e che l’azienda era di conseguenza responsabile dell’accaduto. Resero la vita di Hamsa Paul un vero inferno per un anno, ma a discapito di tuttala fura dell’Advocacy, le Storm Securities vennero infine dichiarate innocenti. Loro hanno messo una pietra sopra il tragico evento, ma sembra che l’Advocacy non sia stata in grado di andare avanti.

A me sembra proprio che i conti infine siano stati fatti quadrare, e questa non sarà di sicuro la prima fuga di notizie controllata di cui sentiremo parlare. Nonostante tutte le bugie pensate per confonderci e distrarci, dobbiamo restare vigili e al di sopra della verità anche più di prima. È da questo che dipende il futuro dell’UEE.

Ed ora una piccola pausa. Quando Plain Truth ritorna, parlerò con Ezra Talen riguardo lo stato ombra ed il suo nuovo libro Sussurri & Strette di mano, che esamina come la costruzione del vero impero stia avvenendo dietro le quinte. Questo e molto altro, tra poco.

Traduzione a cura di Alex Miura.
Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.