Nell’attesa che esca la traduzione completa, pubblichiamo le pillole dell’ultimo 10 for the Chairman, in cui Chris Roberts discute di una serie di aspetti tecnici riguardanti il gioco ed i programmi di sviluppo a corto e medio termine.


[2:28] D: Come stanno andando i lavori per aumentare la capacità delle istanze?

R: Con la versione 2.2 attualmente sul PTU, la capacità delle istanze è salita a 24 giocatori. Abbiamo effettuato una serie di rifattorizazzioni aggiuntive che in futuro ci permetteranno di supportare un numero di giocatori ancora maggiore. La speranza è che, grazie alla nuova tecnologia della rete dei server, sia possibile superare le aspettative attuali riguardanti il numero massimo di giocatori che si potranno trovare contemporaneamente nello stesso posto.

[5:06] D: Star Citizen sarà finalmente in grado di renderizzare l’immagine su una configurazione a tre monitor, oppure si limiterà, come molti altri giochi, ad allargare l’immagine per adattarla al numero degli schermi?

R: Star Citizen supporta già le configurazioni a triplo monitor. Ma per quanto riguarda il design, ci sono ancora degli elementi che necessitano di essere sistemati: ad esempio, indossando l’elmetto l’arco visivo dovrebbe ridursi, in quanto questo causerà una leggera ostruzione. Potremmo tornare a lavorarci di nuovo in futuro, come abbiamo fatto per la demo AMD, per definire un rapporto della visuale dedicato ed ottimizzato allo scopo di gestire meglio questi formati ed evitare l’effetto “occhio di pesce”.

[8:34] D: Quali sono i vostri piani a breve termine per integrare i moduli attualmente disponibili in Crusader?

R: Prima o poi, ArcCorp ed i nostri hangar verranno integrati in Crusader. Quando introdurremo la tecnologia procedurale per le transizioni sui pianeti, ArcCorp verrà inserito in Crusader. L’obiettivo è di trasformare lentamente Crusader nel Sistema Stanton: dalla zona di atterraggio del pianeta si arriverà agli hangar ed al resto del sistema.

[10:55] D: Sarà possibile sfruttare la ricompensa dell’abbonamento da 12 mesi per far inserire il proprio nome, quello reale, all’interno del gioco?

R: Si.

[11:26] D: In futuro ci sarà la possibilità di vedere portaerei con strutture diverse da quelle che abbiamo visto finora?

R: Certamente; ad esempio, sulle portastormo Vanduul le navi decolleranno ed atterreranno in maniera differente dalle portaerei Umane. Ci saranno anche delle portaerei da sgancio: ne è un esempio la Constellation, che potrete vedere in azione a breve, al cui retro è agganciata una Merlin, un minicaccia su cui potrete salire per poi sganciarvi e volare via.

[13:09] D: I contenuti generati in maniera procedurale riguarderanno anche la fauna e la flora, oltre al terreno? Oppure mischierete a questi elementi anche dei contenuti creati appositamente dagli artisti?

R: Gli strumenti di generazione procedurale verranno utilizzati per popolare le grandi aree del gioco, ma poi gli Artisti ed i Designer interverranno sui contenuti così creati (le piante, la fauna selvatica ed il terreno) per modificarli ed aggiustarli allo scopo di assicurare l’alto livello qualitativo di tali zone di gioco.

[17:50] D: Come faccio ad entrare nella stessa istanza in cui si trovano i miei amici?

R: L’infrastruttura server saprà chi avrete sulla vostra lista amici, con chi giocate di solito e cose del genere, per cui ne terrà conto.

[24:49] D: Nel Jump è stato menzionato un aggiornamento che introdurrà la possibilità di ridurre il proprio livello di ricercato hackerando una console e la necessità di difenderla fino al completamento di questa procedura. Quali cambiamenti è stato necessario implementare al sistema FPS appositamente per questo aggiornamento?

R: In realtà non è stato necessario fare nulla di particolare: sono tutti elementi che saranno presenti nella 2.2! Per quanto riguarda il combattimento FPS, stiamo sistematicamente ricontrollando, rifinendo e implementando tutta una serie di nuovi contenuti. Vedrete questo sistema, e per esempio anche l’EVA Fisicalizzato, nella 2.2. Stiamo puntando ad un’esperienza FPS che sia più tattica e ponderata, per cui queste scelte si rifletteranno nelle nostre meccaniche di gioco.

[27:29] D: Dal momento che la Corvette si va a posizionare tra le navi Ammiraglie e le navi multiequipaggio di grandi dimensioni, ci dovremo aspettare che la nave in arrivo o le altre Corvette saranno più versatili o più economiche?

R: Più economiche. Non sarà un’enorme portaerei e sarà più facile da controllare/comandare di una nave come la Idris.

[29:07] D: Qual è il vostro obiettivo ultimo per l’ingresso delle navi sui pianeti?

R: Abbiamo in programma di implementare l’ingresso/volo atmosferico. Stiamo progettando di integrare un sistema che simuli le condizioni metereologiche sui pianeti, le nubi, ecc. Non è qualcosa che faremo nel prossimo futuro, ma ci lavoreremo sicuramente.

Trascrizione originale completa disponibile presso ImperialNews.