Terrence Morrow scrive un articolo sull’attuale stato della criminalità: fenomeno passeggero oppure destinato a restare? Buona lettura.


Per quanto durerà il recente aumento del crimine?

Di. Terrence Morrow
Reporter Criminale

Khalil Carr soffre ancora oggi quando parla dell’incidente. L’Ingegnere Capo di Androtti Racing volge lo sguardo fuori dalla finestra del suo ufficio verso l’enorme hangar pieno di attrezzature personalizzate in diversi stadi di riparazione. Situato in un magazzino non meglio specificato nella zona industriale di New Austin, non ci sono segnali, cartelli o indicazioni che portino sul posto di lavoro del famoso team di corse. L’anonimato è intenzionale, dal momento che sia Carr che il Capo Meccanico Jan Saperstein sanno che il loro lavoro è costantemente sotto controllo.

“A volte è solo un fan che spera di vedere un po’ di azione,” ci ha raccontato Saperstein. “La maggior parte delle volte però sono i nostri concorrenti che tentano di avvantaggiarsi per la prossima Coppa. Abbiamo imparato molto tempo fa che la sicurezza può proteggerti solo fino ad un certo punto; per il resto bisogna usare dei sotterfugi.”

Per i sei mesi precedenti, Carr si è dedicato anima e corpo ad un progetto che neanche la maggior parte dei membri della squadra conosceva – la modifica di un motore Hammer Propulsion HM 4.2 da competizione per renderlo più leggero e potente. I testi preliminari negli hangar Androtti davano risultati promettenti, ma serviva un test reale all’esterno, perciò Carr elaborò un piano.

“Saperstein portò gran parte del nostro equipaggio su Goss per testare alcune navi e componenti,” ci ha detto Carr. “È un programma annuale che seguiamo per migliorare i rapporti della squadra, ma io mi sono dato malato. Due notti dopo la mia partenza, sono salito su una Starliner commerciale per Ellis con il nostro motore di test. Abbiamo dovuto pianificare tutto a puntino per organizzare il depistaggio.”

Con l’HM 4.2 nella stiva e Carr nel reparto cuccette, il Volo Starliner 1289, operato da Meridian Transport, uscì dall’atmosfera di Terra alle 22:03 SET e lasciò il Sistema poco dopo. Attraversò i Sistemi Stanton e Magnus senza incidenti, ma quando raggiunse Ellis, accadde qualcosa di strano. Il portellone della stiva si aprì ed iniziò a perdere il suo carico nello spazio.

Quel che subito si pensava essere uno sfortunato malfunzionamento tecnico si rivelò essere qualcosa di più infame. La Starliner si girò e riuscirono a vedere una Caterpillar che grazie al raggio traente attirava il motore Androtti nella sua stiva.

Dal momento dell’incidente, Androtti Racing ha ingaggiato l’esperto di sicurezza Cassius Thornton perché conduca un’indagine indipendente. Thornton non si è stupito di fronte al piano ben congegnato, che aveva previsto un passeggero sgattaiolare nella stiva ed aprire il portellone del cargo per poi recarsi in EVA verso la nave in attesa.

La Ellis Protection Force, una milizia locale, è stata la prima a rispondere alla chiamata di soccorso. I suoi membri avevano già subito pesanti perdite prima che potessero arrivare gli ufficiali dell’Advocacy. Nonostante a quel punto i fuorilegge fossero in minoranza, le autorità non sono state in grado di impedirgli di prendersi tutto il carico restante per poi fuggire nell’oscurità. Eppure, Thornton è rimasto sorpreso dal comportamento dei fuorilegge all’arrivo della EPF.

“Non sono scappati,” ha detto. “Nonostante si fossero assicurati il colpo grosso, sono rimasti a lottare con la milizia e persino con l’Advocacy fino a che non hanno preso tutto quello che potevano. Pensateci per un secondo. Quale sarà il valore reale dei bagagli personali che hanno rubato? Non molto, comparato al motore. Sembra quasi che siano rimasti lì solo per il gusto di farlo.”

Le azioni aggressive compiute dai fuorilegge hanno convinto Thornton che non si tratta solo dell’ennesimo caso di spionaggio aziendale. “In passato, sono sempre riuscito a riconoscere piuttosto velocemente un lavoro aziendale. Erano più puliti, e c’era questa preoccupazione nell’aria per limitare i danni collaterali,” ha detto Thornton. “Ma recentemente ho lavorato ad un numero allarmante di casi simili a questo. Alcuni sono aziendali; altri sono dei fuorilegge in cerca del colpaccio. Ad essere onesto, non so cosa sia peggio, che le tattiche di spionaggio aziendale siano diventate più aggressive oppure che sempre più fuorilegge non esitano a combattere le milizie.”

Non è un segreto che nell’ultima decade il crimine abbia visto un aumento in tutto l’UEE. Il Sistema Consultivo di Sicurezza in Viaggio dell’Advocacy (Travel Safety Advisory System, o TSAS) che raccoglie i dati sul crimine da ogni singolo Sistema dell’UEE ed assegna poi ad ogni Sistema un Livello di Pericolosità che va da “minimo” a “estremamente pericoloso”, denuncia un aumento costante di comportamenti criminali in quasi tutti gli angoli dell’Impero. Secondo l’ultimo rapporto annuale del TSAS, il 2945 detiene il record di crimini nell’ultimo secolo, ma il 2946 sembra intenzionato a spodestarlo.

David Golovkin, Vicedirettore presso l’ufficio Advocacy per gli Affari Pubblici, non vuole negare il trend delle statistiche, ma insiste nell’assicurare che l’Impero è sicuro, “se osservate i rapporti annuali del TSAS negli ultimi cento, centocinquant’anni, noterete che il tasso di criminalità aumenta e diminuisce costantemente. Sono fermamente convinto che gli ultimi anni non rappresentino niente più che questo aumento ciclico nelle attività illegali, e non un nuovo standard.”

Ma non tutti nell’Advocacy condividono la visione di Golovkin. Alcune fonti interne dell’Advocacy, che parlano restando nell’anonimato, hanno espresso un crescente disagio all’interno dell’agenzia. Succursali con carenza di personale, un numero travolgente di casi legali da esaminare ed una sistematica avversione verso il lavoro sul campo dovuta al miglior equipaggiamento ottenuto dai fuorilegge. Tutto questo insieme rende veramente chiaro il motivo per cui molti nell’agenzia credono che manchi lo staff e l’equipaggiamento necessari per risolvere adeguatamente il problema.

La situazione attuale preoccupa anche Charrmaine Alvarez, Professore di Criminologia presso l’Università di Terra. “L’ultima volta che l’Impero ha affrontato un simile costante aumento del crimine era all’incirca nel periodo dal 2792 al 2805. Molti credono che la causa sia stato il chaos generato dalla disintegrazione del regime Messer. All’Imperatrice Toi e la nuova amministrazione sono serviti un po’ di anni per ristrutturare il governo, ma una volta fatto, ha dovuto spendere subito miliardi di crediti per tenere il crimine sotto controllo. Considerando la nostra situazione economica, non riesco proprio ad immaginare come il governo attuale possa attuare una simile iniziativa entro tempi brevi.”

Alvarez inoltre è preoccupato per il fatto che i fondi discrezionali per le emergenze designati per l’Advocacy oppure per il rinforzo della autorità locali vengano invece spesi per l’attuale campagna UEE contro i Vanduul. “Nella mente di molte personalità politiche, quei crediti sono ancora spesi per la protezione dell’Impero, ma diversi studi dimostrano che finanziare iniziative contro il crimine all’interno dell’UEE migliora di gran lunga la vita quotidiana della gente piuttosto che spendere lo stesso ammontare di soldi per l’esercito.”

Tornando all’hangar Androtti a New Austin, Khalil Carr scuote la testa ancora incredulo per la situazione, “capisco il motivo per il quale potevano volere il motore. Sono ancora scosso per tutto quello che hanno dovuto fare per impossessarsene, ma comprendo il motivo. Ma i bagagli? Valeva davvero la pena uccidere per quelli?”

Carr sospira, poi osserva nuovamente il pavimento dell’hangar, “Forse ci sto pensando troppo. Forse l’hanno fatto solo perché per loro era facile o divertente. Non lo so. Credo che il loro motivo non faccia nessuna differenza. Importa solo che l’hanno fatto.”

Traduzione a cura di Alex Miura.
Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.