Eccovi la nuova lettera dal Presidente, che come ricorderete verrà ormai pubblicata due volte al mese invece che ad ogni raggiungimento di un nuovo traguardo nella campagna di crowd funding. In questa occasione, Chris Roberts ci parla dei progetti a breve termine della CIG, della versione 1.1 di Star Citizen e del perché sia stata rimandata alla prossima settimana!


Salute Cittadini,

Luogo: Austin, Texas. Mi trovo qui per aiutare il team dell’universo persistente a preparare la presentazione dello SXSW che si terrà Domenica, e per lanciare il Convegno CIG sul Networking che avrà inizio la prossima settimana. Parleremo dei dettagli della nostra infrastruttura di backend nel cloud e di come i vari server e servizi interagiranno con i client. Non sarà sexy come mostrare mostrare una nuova astronave, ma sarà assolutamente essenziale per il funzionamento di Star Citizen! Domenica, terremo il party di chiusura dello SXSW che comprenderà una presentazione di Star Citizen. Incoraggiamo chiunque si trovi nell’area a partecipare, per vedere a cosa stiamo lavorando e per passare del tempo con la squadra. Sarà una buona occasione per dare un’occhiata a quello che metteremo in campo dopo l’uscita di Star Marine. Inoltre, registreremo la presentazione di Domenica e la renderemo disponibile all’inizio della prossima settimana per coloro che invece non potranno partecipare.

Ovviamente, stiamo anche lavorando per lanciare la release pubblica del gioco stesso! Come saprete, stiamo lavorando alla pubblicazione di Star Citizen 1.1 fin dalla settimana del PAX East. Abbiamo ricontrollato la build candidate questa mattina ed abbiamo deciso che non è pronta per essere lanciata oggi. Stiamo lavorando su alcuni elementi per assicurarci che due delle nostre funzionalità importanti siano completamente rifinite: la modalità di volo libero multigiocatore e le procedure manuali di atterraggio e decollo. Entrambe sono prototipi importanti della versione finale di Star Citizen, ed entrambi ci permetteranno di spostarci dai semplici combattimenti tra astronavi verso un più ampio universo da esplorare e con cui interagire.

Nel mentre, abbiamo lanciato l’ultima iterazione della nostra build PTU. Il server di prova si sta dimostrando sempre più inestimabile, in quanto non soltanto fornisce ai backer maggiori possibilità di provare gli elementi di gioco, ma ci permette anche di mostrarvi a cosa stiamo lavorando e (occasionalmente) perché non lo consideriamo ancora pronto per la pubblicazione. In questo caso, vi potrete godere la vista del Retaliator nell’hangar e della Gladius in volo… Ma potreste incorrere in alcuni problemi mentre cercate di utilizzare il sistema di auto-caricamento! Essere aperti a voi backer è uno dei punti chiave per un progetto di crowd funding di successo, ed è difficile immaginare di essere più aperti di quanto non facciamo già, dandovi anche modo di giocare alle nostre build di prova! Ho anche chiesto che oggi venisse pubblicato il tanto atteso post di design sui punti di aggancio delle armi, sistema che verrà introdotto nella versione 1.1 di Star Citizen. Dovrebbe essere già disponibile sul Comm-Link!

Quando andrà online la prossima settimana (salvo seri problemi!), Star Citizen 1.1 aggiungerà il Retaliator, la Gladius, il sistema REC, la modalità di volo libero multigiocatore, i miglioramenti al modello di volo, le procedure di atterraggio manuale ed automatiche… Mentre dietro gli schermi verranno introdotte funzionalità come la precisione a 64bit delle operazioni a virgola mobile, che presto ci permetterà di creare mappe significativamente più grandi. Ma forse l’aspetto più importante della versione 1.1 riguarda il fatto che sarà un aggiornamento di Star Citizen, e non solo dell’Arena Commander. Con la 1.1 abbiamo lavorato parecchio dietro il sipario per preparare la rapida espansione che vedrete nei prossimi mesi con l’aggiunta di Star Marine e del modulo sociale. Vedrete numerosi cambiamenti e miglioramenti all’Arena Commander, che costituiranno le basi del nostro sistema di volo spaziale, ma adesso sono finalmente in grado di vederci mentre costruiamo l’intero gioco lavorando ai vari aspetti correlati.

Guadando oltre: la nostra prossima grande release sarà Star Citizen 1.2, che aggiungerà al mix il modulo Star Marine. Sono incredibilmente soddisfatto della reazione mostrata sia dai backer che dai videogiocatori in generale alla vista dell’Astro Arena in occasione del PAX East, ed ho chiesto al team della IllFonic di passare del tempo a rifinirla ulteriormente. Concentrandoci sulla pulizia delle animazioni dei personaggi, spero che riusciremo a pubblicare qualcosa che non si limiti a soddisfare le attese dei nostri backer, ma che mostri anche agli altri videogiocatori di cosa sia capace Star Citizen! Vi forniremo maggiori dettagli man mano che ci avvicineremo alla data di rilascio ufficiale. Il nostro team Community di Denver terrà un puntata a distanza dell’AtV per mostrarvi alcune delle persone che stanno lavorando ai vari aspetti di Star Citizen.

Infine, vorrei anche congratularmi con tutti i nostri sostenitori per aver raggiunto il traguardo dei 75 milioni di dollari nella campagna di crowd funding. Come ho detto in precedenza, in queste lettere non mi piace parlare di soldi… Ma si tratta di una pietra miliare importante! Avete posto una quantità incredibile di fiducia in me e nel team di Star Citizen, ed intendiamo darvi il gioco che meritate. In onore di questo traguardo e del lancio imminente della versione 1.1, ho intenzione di dare a tutti i nostri backer 5000 REC. Questi dovrebbero aiutarci a lanciare il nuovo sistema, permettere ai nostri designer di osservarlo in azione per le future modifiche di bilanciamento… E darvi alcuni interessanti giocattolini con cui giocare!

– Chris Roberts

Traduzione a cura di Darnos.
Articolo originale disponibile presso le Roberts Space Industries.