Finalmente si alza il sipario sulla terza nave starter del mondo di Star Citizen: la Reliant! Prodotta dalla MISC, questa nave si contraddistingue per l’esteso utilizzo di tecnologia Xi’An impiegata nella sua realizzazione, al punto da essere persino in grado di trasformarsi e passare da una configurazione di volo orizzontale ad un’altra verticale!


La MISC Reliant

Salute Cittadini,

Un nuovo modello per l’anno 2946, ecco a voi la MISC Reliant! Sull’onda del successo della campagna “Costruita per la Vita” della Freelancer, la MISC ha iniziato lo sviluppo di una piccola astronave di fascia iniziale che può essere gestita da un solo pilota. Sebbene sia stata progettata grosso modo per competere con la RSI Aurora e la Consolidated Outland Mustang, la Reliant è una belva fondamentalmente diversa. A partire dalle ampie ed agili ali, per arrivare alle modalità di volo multiple ed alle postazioni dell’equipaggio totalmente articolate, la Reliant è una nave piccola, ma con un grandissimo potenziale!

La MISC Reliant fa abbondante uso della tecnologia Xi’An, tanto da essere la nave di progettazione umana con la più elevata percentuale di componenti basati su tecnologia Xi’An. Dall’abitacolo mobile in grado di cambiera orientazione a seconda della modalità di volo, fino ai propulsori omni-direzionali, il cui utilizzo è autorizzato dall’accordo stipulato con la Aopoa, la Reliant è oggi una delle navi più ‘high tech’ presenti sul mercato! Le ali corazzate sono state realizzate con avanzati metalli compositi Xi’An, ed ogni elemento di controllo della superficie è stato aggiornato con cura a partire da quelli sviluppati per la Freelancer dal team MISC interno di xenotecnologia.

Un’ala volante… O no? La Reliant è in grado di passare dalla modalità di volo orizzontale a quella verticale semplicemente premendo un pulsante! Dotata di una stiva più ampia di quella dell’Aurora ES o della Mustang Alpha, la Reliant è la scelta naturale per quanti sono interessati ai trasporti a corto raggio. E la presenza di questo spazio cargo implica anche che ci saranno abbondanti ambienti interni da porter espandere, permettendo così l’installazione di sistemi medici, armadietti di armi e molto altro ancora. Sostanzialmente, la Reliant non è un trasporto: è una nave di servizio agile e manovrabile in grado di dire la sua anche sul terreno di battaglia!

La Misc Reliant

In quanto ultima arrivata tra le navi in vendita, la Reliant ha tanto da dimostrare… Ma uno sguardo dovrebbe essere sufficiente per capire che ha tutte le carte in regola! Che siate interessati alla silhouette a forma di manta o allo spazioso abitacolo high tech aperto, al lancio dell’Universo probabilmente la Reliant sarà una vista comune sulle rotte spaziali.

Il Processo di Design – Le Annotazioni di David Hobbins

Gli Obiettivi

Le note di design puntavano ad un’estetica di stampo giapponese, che ho interpretato studiando le forme sia dell’arte giapponese moderna che di quella classica. Volevo che la Reliant evocasse gli aspetti della sensibilità tipicamente giapponese per il design, ed ho pertanto studiato dettagli come la curva di un ventaglio, la foglia di Ginko, il filo e la forma di una spada samurai, ed altre fonti.

Nel corso del processo di progettazione, il design si è allontanato dalle forme di un ventaglio, ma non è stato un male, in quanto è stato un cambiamento necessario perché fossi in grado di continuare il processo di design. Un altro obiettivo della nave era di incorporare parecchia tecnologia Xi’An, principalmente al suo interno, ma che avrebbe dovuto influenzare anche l’aspetto esteriore.

Le Sfide

La sfida più grande è stata capire come massimizzare la capacità cargo della stiva senza compromettere il profilo distintivo della nave e senza rendere troppo grande l’intera struttura alare. Dopo tutto, la Reliant è una mini-nave da trasporto, e dovevo trovare il modo di far entrare un volume cargo rispettabile all’interno di una struttura alare relativamente stretta. Inizialmente, avevo pensato che avrei potuto integrare il cargo all’interno della struttura stessa delle ali, ma la massa rotazionale aggiuntiva avrebbe rallentato le manovre di virata, ed inoltre avrebbe potuto causare altri problemi riguardanti, ad esempio, il bilanciamento. Per esempio, cosa sarebbe successo qualora un lato della nave fosse stato pieno, mentre l’altro no? I propulsori di manovra non sarebbero stati in grado di compensare per la potenzialità differenza di peso. Pertanto, la mia soluzione finale prevede di posizionare la stiva in corrispondenza del baricentro della nave, mantenendo così l’integrità visiva delle strette ali e minimizzando il peso rotazionale e la possibilità di realizzazione di configurazioni cargo sbilanciate.

Il Divertimento

L’aspetto più divertente da creare è stata l’animazione della Reliant – il passaggio dalla configurazione di atterraggio a quella di combattimento spaziale. Vedere un design prendere vita è qualcosa di davvero soddisfacente.


[media]https://vimeo.com/128510240?html5=1&fs=1″ frameborder=”0″ allowfullscreen webkitallowfullscreen />

Il Piatto Forte

Il piatto forte di questo design per me è stato non soltanto il fatto che la nave è in grado di semi-trasformarsi, ma anche la capacità dei sedili dell’abitacolo di riorientarsi (ruotando in maniera indipendente dal resto dell’astronve), passando dalla configurazione fianco-a-fianco nella modalità di volo orizzontale, a quella impilata nella modalità di volo verticale, caratteristica che permette sia al pilota che al cannoniere di avere la massima visibilità possibile. Questo aspetto dovrebbe costituire un’esperienza di gioco davvero divertente ed unica.

Un Nuova Nave Iniziale

La Reliant è la prima delle navi iniziali che definiamo di ‘Tier II’. In futuro, la MISC Reliant entrerà a far parte di un pacchetto iniziale facoltativo di Star Citizen, come avviene oggi per la Mustang e l’Aurora. Il costo della nave sarà sempre basato sulle sue specifiche, e conseguemente la Reliant (e qualsiasi pacchetto futuro) sarà leggermente più costosa (o conterrà una serie di extra differenti) dei pacchetti base Mustang ed Aurora.


Riassunto Tecnico


Dettagli della Vendita

Informazioni sulla Vendita

Stiamo offrendo l’opportunità di acquistare questa nave per aiutare a finanziare lo sviluppo di Star Citizen. Tutte queste navi saranno acquistabili nell’universo completo con i crediti di gioco, e non saranno necessarie per iniziare a giocare. Inoltre, anche tutti gli oggetti decorativi fin qui usciti saranno disponibili per l’acquisto nel mondo di gioco completo. L’obiettivo, quando l’universo persistente andrà online, è di creare e rendere disponibili altre navi che permettano ai giocatori di sperimentare diversi tipi di esperienze di gioco piuttosto che dar loro un certo vantaggio. In quanto vendita preliminare, durante la prossima settimana la Reliant sarà offerta con LTI ed il pacchetto includerà un poster in-game ed un modello della nave (che sarà disponibile in seguito ad una aggiornamento futuro di Star Citizen).

Avete qualche domanda riguardante la Reliant? Fatelo sapere alla CIG in questa discussione; nel corso della prossima settimana verranno pubblicati due articoli di Q&A incentrati su questa nave!

Varianti Future

Il modello standard della Reliant, attualmente soprannominato Mini-Trasporto, è progettato per essere una nave ‘tuttofare’ con una leggera inclinazione per il trasporto merci. In verità, la nave base è più orientata ai servizi in generale, in quanto lo scafo potrebbe essere riadattato per svolgere un vasto numero di funzioni. Utilizzando la versione base della Reliant, i piloti potranno personalizzare la propria nave per essere in grado di svolgere un ampio insieme di ruoli, dalle missioni di combattimento fino all’intercettazione di dati elettronici. Inoltre, il team di sviluppo sta attualmente lavorando su tre future varianti della nave. Ne saprete di più quando il modello base della Reliant sarà pronto per essere aggiunto ai vostri hangar. Ricordate che queste varianti rappresentano dei progetti in fase di ideazione e che le loro specifiche e scopi potrebbero cambiare significativamente durante il processo di sviluppo. Persino i loro nomi sono ancora interni e non rispecchiano la designazione ‘in-game’ con cui saranno pubblicizzati.
[*]”Ricercatore” – Un modello orientato all’utilizzo scientifico, in grado di trasportare al suo interno degli smorzatori di segnale ed un avanzato kit di scanner per le missioni di ritrovamento o scoperta.
[*]”Furgoncino Informazioni” – Progettato per le trasmissioni nello spazio profondo, la Reliant “Furgoncino Informazioni” dispone di un’Apparecchiatura di Miglioramento dell’Immagine in grado di catturare qualsiasi momento della vita tra le stelle.
[*]”Combattente” – La versione da combattimento di frontiera della Reliant sacrifica il cargo per un generatore di energia ad alto rendimento, scudi più potenti e punti di aggancio aggiuntivi per le armi.

Annunciamo che queste navi sono al momento in sviluppo in quanto sappiamo che molti backer sono interessati ad avere navi con LTI. A seguito dei feedback ricevuti durante la vendita della Starfarer Gemini, abbiamo intenzione di stabilire in anticipo le regole riguardanti le varianti. In futuro, la nostra politica sarà di annunciare in anticipo le varianti (cosa che cercheremo di effettuare non appena possibile), in quanto, al momento del loro rilascio, esse non verranno rese disponibili con LTI, ma sarà possibile effettuare il CCU dal modello base. Qualora venissero aggiunte delle varianti extra oltre a quelle annunciate durante la vendita preliminare del modello base, prenderemo in considerazione l’eventualità di effettuare una vendita preliminare con LTI.

Se volete aggiungerne una alla vostra flotta, le Reliant saranno disponibili nel pledge store fino a Lunedì, 1 Giugno. Potrete trovare i dettagli della nave nella scheda di Riassunto Tecnico della sua pagina!

Traduzione a cura di Darnos.
Articolo originale disponibile presso le Roberts Space Industries.