Come funzioneranno le postazioni dell’equipaggio? Il team di Foundry 42 ci mostra il sistema di gestione dei sistemi delle navi ammiraglie e multiequipaggio attualmente in sviluppo, sia per Squadron 42 che per l’universo persistente!


Salute Cittadini,

Vagare per lo spazio può essere più divertente con gli amici? Noi lo pensiamo, e miriamo a provarlo. Nei videogiochi, le storyline tradizionali dei simulatori spaziali mettono il giocatore solo contro la galassia. Certo, il Colonnello Blair (di Wing Commander ndr) aveva alcuni wingmen… ma quando era il momento di combattere contro i Kilrathi, era sempre lui a trovarsi solo sul sedile del pilota. Ma adesso pensate ai vostri film o serie televisive preferite: che si tratti dell’equipaggio della Enterprise che esplora strani nuovi mondi o di combattenti per l’indipendenza che cercano di mantenere un basso profilo per la Serenity, le grandi storie nascono dall’interazione umana. Combattere da solo un’armada aliena è divertente… ma immaginate di prendere posto sul sedile di Luke sul Millennium Falcon, abbattendo i caccia Tie con la torretta mentre un vostro amico interpreta Chewbacca e cerca di riparare il motore iperguida.

Questo è esattamente quello che il team di Foundry 42 è stato incaricato di ricreare in Star Citizen! Per Squadron 42 Chris Roberts ci ha chiesto di sviluppare un sistema che incoraggi in modo naturale il gioco cooperativo e che promuova il lavoro di squadra piuttosto che forzare il giocatore a fare qualcosa. Come ogni aspetto di Star Citizen questo sistema necessita di immersione, ha bisogno di essere accattivante… e di funzionare anche negli altri pezzi del puzzle. Il sistema multi-equipaggio che stiamo sviluppando in Squadron 42 sarà mantenuto nell’universo di Star Citizen!

Ricreare questo sistema è stato un compito arduo per i nostri designers. Miriamo ad un compromesso deciso: posizioni multi-equipaggio che siano sia divertenti che sensate nel mondo di Star Citizen. Alcune posizioni sono facili da trovare: pilotare una nave sarà sempre divertente, sparare da una torretta è figo… ma come troviamo qualcosa che sia reale, importante e divertente che incoraggi i giocatori a servire come navigatori o ingegneri?

Dopo molte ricerche e molte riunioni (diciamo le cose come stanno: un sacco di puntate di Star Trek e di partite ad Artemis Bridge Simulator) non vediamo l’ora di condividere con voi il nostro piano. Così come per ogni post di design, queste informazioni rappresentano il nostro pensiero attuale, non necessariamente i dettagli finali. Stiamo cominciando ad implementare questi sistemi in vista del primo capitolo di Squadron 42 e di Arena Commander 2.0… e come qualsiasi altro elemento del gioco, saranno modificati e migliorati man mano che li vedremo in azione e che riceveremo le opinioni dei giocatori.

Abbiamo messo insieme questo post più che altro in risposta alle domande dei giocatori riguardo la Carrack. La risposta specifica alla onnipresente domanda è sì, sarà possibile pilotare una Carrack da soli utilizzando il sistema di controllo delineato qui sotto… ma pensiamo che esplorare la galassia con gli amici sarà decisamente molto più divertente per i possessori di navi così grandi.

In generale

Quando abbiamo immaginato per la prima volta il concetto di “crew stations” (postazioni operative dell’equipaggio) per le navi ammiraglie, pensavamo che avremmo potuto adattarle facilmente alle navi multi-equipaggio più piccole. Tuttavia divenne presto evidente che le azioni disponibili sulle postazioni di una nave ammiraglia militare sarebbero potute essere troppo restrittive per le navi multi-equipaggio più piccole, perciò abbiamo diviso le navi in tre categorie.

Navi a pilota singolo come la Hornet o la 300i manterranno l’HUD per pilota singolo simile a quello che potete vedere adesso in Arena Commander (notare che case produttrici diverse avranno HUD diversi). Il sistema è pensato per aiutare il pilota a fare veloci cambiamenti al volo, il che è perfetto per quando si sta combattendo o attraversando un campo di asteroidi! Tuttavia su navi più grandi potrete avere altri membri dell’equipaggio che saranno in grado di apportare ai sistemi delle vostre navi le modifiche e gli aggiustamenti necessari con grande accuratezza.

 


Navi ammiraglie (capital ships) come la Javelin richiederanno svariati giocatori (o NPC) per controllare tutti i differenti sistemi dell’astronave, gestire le torrette e persino eseguire mansioni come ricaricare le piattaforme dei torpedo o riparare i relè di alimentazione. Dal momento che ci saranno molte più armi e componenti da controllare rispetto alle astronavi monoposto, le interfacce delle varie postazioni delle navi ammiraglie dovranno essere più complicate e, di conseguenza, gli addetti ad ogni postazione dovranno concentrarsi unicamente sugli aspetti ad essi collegati, almeno per la prima iterazione.

Con navi multi-equipaggio come la Retaliator, la Freelancer o la Constellation, tuttavia, abbiamo dovuto affrontare il concetto delle postazioni in maniera un poco differente. Voi, i fan, avete espresso l’interesse di essere in grado di volare con le vostre navi multi-equipaggio tanto da soli quanto in compagnia dei vostri amici, che potrete invitare per far loro controllare le torrette e le varie postazioni di supporto. Di conseguenza abbiamo deciso che dovreste essere anche in grado di guidare le navi multi-equipaggio da soli e di avere accesso allo stessa sistema di controllo già visto sugli HUD della navi monoposto. Qualora voleste invitare i vostri amici ad aiutarvi a controllare la nave potrete comunque avere accesso ad altre postazioni di supporto dell’equipaggio, ottenendo così un maggior controllo sui vari sistemi. In breve, le navi multi-equipaggio saranno di gran lunga più flessibili tanto delle astronavi monoposto quanto delle navi madre.

Postazioni dell’equipaggio

[float=’right’]Le postazioni dell’equipaggio sono gli oggetti fisici con cui interagirete – una console dove potrete svolgere le vostre mansioni sia sedendovi che stando in piedi. Queste postazioni avranno un unico schermo a proporzioni fisse dove verrà mostrata l’interfaccia utente (UI) di controllo. La scelta di utilizzare delle proporzioni fisse per lo schermo è importante in quanto ci permetterà di utilizzare la stessa UI in tutte le navi e le postazioni senza dover ogni volta reinventarne la struttura.
Lo schermo stesso sarà simile al tavolo olografico dell’hangar, ovvero le informazioni verranno mostrate ed aggiornate in tempo reale nel mondo di gioco in maniera tale da permettere anche ad altri di vedere il vostro operato. Questo vi permetterà di controllare qualsiasi cosa avvenga sul ponte senza dover necessariamente abbandonare la vostra postazione e sarà di grande aiuto per il capitano ed il comandante, in quanto potranno direttamente accertarsi che non stiate giocando a Galada e che siate connessi alla postazione di lavoro.

Operazioni

In Star Citizen, i vari sistemi che installerete sulla nave stabiliranno quali funzionalità avranno le postazioni dell’equipaggio e le altre console. Ogni postazione avrà accesso ad un certo numero di operazioni pre-configurate – l’interfaccia che utilizzerete per gestire i vari sistemi della nave. Non tutte le stazioni disporranno di un’interfaccia che permetterà di effettuare ogni tipo di operazione.
Ogni interfaccia è collegata direttamente ai componenti installati, per cui se monterete un reattore a buon mercato anche l’interfaccia sarà rudimentale. Componenti di migliore qualità, tuttavia, saranno accompagnati da interfacce più avanzate e funzionali, che vi permetteranno di gestire la potenza del reattore ed i vostri sotto-sistemi in maniera più efficiente.

 

Qualora decidiate di non installare un certo componente, non avrete neppure accesso alle operazioni ad esso associate sull’interfaccia. Per esempio, se monterete il generatore degli scudi avrete accesso all’interfaccia di configurazione a questi relativa, ma se vi sentirete tanto coraggiosi da uscire dall’hangar senza averlo installato, allora tale interfaccia non sarà disponibile per nessuna postazione della nave.

Lista delle operazioni

Gestione degli scudi: le operazioni di gestione degli scudi permetteranno all’operatore di avere un controllo più granulare sugli scudi della nave e sui loro generatori:
[*]Rinforzare gli scudi, che permetterà sia di aumentare il potenziale di espansione delle componenti degli scudi che di dare priorità al processo di ricarica.
[*]Potenziare la ricarica dei componenti degli scudi che sono stati danneggiati.
[*]Ottimizzare i generatori per renderli più efficienti in una di queste tre aree: forza degli scudi, velocità di ricarica e tempo di recupero.

Operazioni radar: le operazioni radar di base permettono di identificare i bersagli, facilitando il lavoro del pilota. E’ in programma di espandere queste funzionalità per consentire di inviare dei comandi agli altri membri della flotta:
[*]Identificare i bersagli in maniera tale che non lo debba fare il pilota.
[*]Focalizzare gli array radar per identificare potenziali bersagli nascosti.
[*]Segnalare la presenza di bersagli indeboliti, alleati in pericolo o nemici particolarmente pericolosi.
[*]Scansionare ed identificare i sotto-sistemi delle navi più grandi.

EWAR: le postazioni di guerra elettronica vi conferiranno la capacità di bloccare i sistemi nemici, aggiungendo un ulteriore margine tattico ai combattimenti. L’utilizzo della strumentazione EWAR richiederà l’installazione di un modulo specializzato per la guerra elettronica che opererà entro un certo raggio di azione. Potrete anche aggiungere un emettitore per bersagliare una nave specifica. Le operazioni di guerra elettronica si dividono in:
[*]Smorzamento: riduce il raggio di azione dei sistemi nemici.
[*]Disturbo: blocca le operazioni dei sistemi nemici.
[*]Disabilitazione: disabilita i sistemi cei nemici, costringendoli a riavviarli.
[*]Debuff: rende i nemici più vulnerabili.

Comunicazioni: i sistemi di comunicazione di base vi permetteranno di aprire un canale con un altro velivolo, inviare una richiesta di teleconferenza o fornire dati riguardanti la bolla di accompagno delle merci nel cargo o lo stato dei sotto-sistemi della nave. Nel momento in cui verranno installati componenti addizionali, tuttavia, sarà possibile utilizzare anche un sistema di messagistica automatica. Questo vi permetterà, ad esempio, di richiedere l’attracco con una nave avente un modulo di ormeggio qualora anche voi ne disponiate uno.

Carburante: di base questa operazione vi permetterà di decidere quale serbatoio rifornire attraverso le sonde dell’idrogeno. I giocatori che disporranno di un braccio per il rifornimento avranno accesso ad ulteriori funzioni per la gestione delle operazioni e la raffinazione del carburante.

Scansioni: le informazioni che si possono ottenere da questa operazione dipendono dall’array di scanner installati.

Avionica e CPU: queste operazioni vi permetteranno un controllo più granulare dei pacchetti avionici della nave relativi alla potenza di calcolo della CPU. Per esempio, potrete dare priorità ad alcuni sistemi, come lo ITTS o l’agganciamento dei missili, per ottenere un guadagno marginale sul tempo di aggancio del bersaglio.

Gestione dell’energia: ogni componente ed arma installati sul vostro vascello appariranno nella schermata di gestione dell’energia. Su sistemi multi-equipaggio guadagnere un maggior controllo sui singoli livelli di energia di ogni componente della nave.

Navigazione: qui è dove potrete stabilire la rotta per un altro sistema solare o pianificare una serie di tappe, ottenendo per ciascun percorso informazioni aggiuntive quali il consumo del carburante, il tempo di viaggio stimato e la velocità di crociera. Questi strumenti vi permetteranno di tracciare delle rotte in base all’efficienza di consumo del carburante o al tempo richiesto.

Descrizione generale dell’Interfaccia

Progettando l’interfaccia generale ci siamo concentrati principalmente sulle funzionalità e sulla struttura. Prima di tutto, ogni elemento sull’interfaccia deve avere una funzione – che sia un oggetto con cui interagire o un box con informazioni rilevanti. Non siamo interessati ad animazioni sgargianti che riempirebbero lo schermo e vi distrarrebbero dai vostri compiti. Vogliamo anche che ogni azione condivida informazioni in modo globale, come il pannello di visualizzazione schematica 3D.
(Naturalmente il layout qui mostrato è ancora work-in-progress e sarà quindi soggetto a cambiamenti!)

 

La libreria delle operazioni

Il Pannello delle Operazioni funzionerà in maniera simile allo schermo di gestione visibile nell’HUD delle navi a pilota singolo. Potrete passare da un’operazione all’altra e sceglierne una o più a cui connettervi. Una volta connessi, potrete accedere ai sistemi specifici della nave.
Per le navi multi-crew tutte le operazioni disponibili saranno mostrate sulla “Action Shelf”, la libreria delle operazioni, e cambieranno da postazione a postazione; alcune postazioni di comando potranno svolgere diversi ruoli, mentre altre potranno essere molto più specifiche. Ciò vi permetterà di visualizzare le informazioni importanti relative ad altri sistemi della nave senza dovervi necessariamente spostare.

Statistiche della nave

La sezione delle statistiche della nave mostrerà informazioni vitali riguardo le emissioni della nave e l’utilizzo delle risorse e sarà disponibile per tutte le Operazioni.
Emissioni: barre che mostreranno le emissioni elettromagnetiche ed infrarosse attuali della nave, più una barra secondaria che mostrerà un valore approssimato del rumore elettromagnetico ed infrarosso esterno. Se le emissioni della nave saranno sufficientemente minori del rumore ambientale esterno, potrete star certi che siete invisibili ai radar che rivelano i rispettivi tipi di emissione.
Energia ed utilizzo CPU: terrà traccia l’utilizzo di energia e della CPU ogni tre secondi, quindi segnerà i momenti in cui questi sistemi subiscono un effetto “collo di bottiglia” a causa di un utilizzo eccessivo. Potrà essere uno strumento utile per gli ingegneri allo scopo di rilevare le componenti meno efficienti della nave.

 

Vista schematica

La “schematic view”, o vista schematica, mostrerà un ologramma 3D della nave ed è progettata per permettere ad un membro dell’equipaggio di notare eventuali problemi istantaneamente con una semplice occhiata. Potrete ruotare, spostare e zoomare l’ologramma.
[*]View mode (modalità vista): Potrete scegliere tra un certo numero di viste ortogonali di default scegliendo uno di questi pulsanti. Ad esempio, se desiderate semplicemente una visuale dall’alto, basterà selezionare il pulsante T (top-down).
[*]Display mode (modalità visualizzazione): Vi permetterà di spostarvi tra diverse modalità di visualizzazione, rappresentando la nave ed i suoi sistemi a seconda della modalità. Solo una modalità di visualizzazione può essere attiva allo stesso tempo.
[*]DF (default): Lo scafo della nave e le sue componenti verranno visualizzati su scala monocromatica senza mettere nulla in evidenza.
[*]HT (heat, calore): In modalità Heat le componenti che generano più calore verranno mostrate più luminose rispetto alle altre.
[*]EM (electromagnetic): In questa modalità le componenti che generano segnali elettromagnetici più intensi saranno più luminose.
[*]DM (damage, danno): Questa modalità adotta la stessa tecnologia vista nell’HUD delle navi a pilota singolo. Le componenti e le sezioni dello scafo che hanno subito danni verranno mostrate in colori diversi a seconda del livello del danno. Oggetti danneggiati saranno mostrati in giallo mentre sezioni quasi distrutte saranno mostrate in rosso.
[*]PW (power): Questa modalità mostrerà potenziali problemi relativi all’energia destinata alle componenti della nave. Sistemi che sono a rischio di spegnimento mentre sono attivi saranno mostrati in giallo, mentre i sistemi che non ricevono abbastanza energia neanche in modalità riposo verranno mostrati in rosso.
[*]Component Filter (filtro componenti): Questi quadrati di spunta permetteranno di attivare o disattivare la visualizzazione per tutte le componenti della nave. Ciò include:
– Scafo: mostra/nasconde l’esterno della nave
– Armi: mostra/nasconde le armi della nave, comprese torrette e box missili
– Sistemi: mostra/nasconde i sistemi della nave, come il generatore di scudi, il generatore di energia eccetera
– Propulsione: mostra/nasconde i motori esterni e i propulsori
– Scudi: mostra/nasconde i segmenti degli scudi della nave

Presets

I presets vi permetteranno di salvare un certo numero di configurazioni per azione. Questo può essere particolarmente utile se desiderate creare delle build individuali o azioni concatenate legate a situazioni specifiche. I box per i presets potranno essere facilmente rinominati.

Log

Questo pannello mostrerà una lista di messaggi provenienti da un certo numero di sistemi come chat, richieste dei personaggi, informazioni critiche di sistema o informazioni del server. Potrete anche inserire messaggi di chat nel box sottostante.

Notifiche

Questo pannello mostrerà una lista di notifiche da altri giocatori – in altre parole una liste di obiettivi da giocatori che richiedono che portiate a termine un compito per loro. Questo pannello sarà sempre contestuale all’azione attiva corrente. Per esempio, se è attiva l’azione relativa alla gestione dell’energia, le notifiche saranno relative all’aumentare/ridurre l’energia destinata a determinati sistemi, o all’accenderli o allo spegnerli.

Continua…

Le postazioni multi-equipaggio sono solo l’inizio, e la lista di azioni sopra elencate sarà sempre più lunga man mano che nuove meccaniche saranno implementate. Inoltre le postazioni multi-equipaggio si fonderanno con le postazioni delle navi ammiraglie, espandendo la capacità di controllo che si può esercitare e la complessità dei sistemi.

Crediamo fermamente che le navi multi-equipaggio e la possibilità di raggrupparsi con altre persone, formare un equipaggio e gestire una nave sia qualcosa di mai visto prima. Benchè il sistema potrebbe sembrare inizialmente abbastanza complesso, speriamo che ciò vi dia gli strumenti per creare build ed equipaggiamenti personalizzati, preparati nello specifico alle varie situazioni che affronterete nello spazio.