Terra, il gioiello splendente dell’Impero Unito della Terra, ha fatto passi da gigante per divenire il centro culturale dell’Umanità. Nonostante i lealisti della Vecchia Terra contesterebbero questa affermazione, non c’è dubbio che Terra sia il vero cuore pulsante dell’Impero. Partendo dal crescente afflusso di megacorporazioni nel Sistema fino all’influenza di musica e cultura popolare originate da lì, Terra è sicuramente la cosa più simile ad un rivale che la Vecchia Terra abbia mai generato.

Storia

Il Sistema Terra, 342A quando scoperto, venne inizialmente tracciato nel 2508 come parte del Progetto Far Star. Quando i primi dati delle scansioni rivelarono che il terzo pianeta era una superterra naturale situata esattamente nella zona abitabile del Sistema, la colonizzazione fu praticamente ovvia. Il pianeta – soprannominato velocemente Terra dal suo team di scopritori; un nome che in seguito sarà dato a tutto il Sistema – catturò l’immaginario dell’UNE per la sua incredibile somiglianza con una Terra ancora immacolata. Rigogliosa, verdeggiante e ricca di risorse naturali, i coloni e le corporazioni erano ansiosi in egual misura nel poter reclamare un pezzo di un pianeta tanto puro. Ad aggiungere ulteriore interesse nei confronti di Terra, la scoperta in seguito alla colonizzazione del continente meridionale di Terra III di enormi rovine di pietra che indicano chiaramente la presenza, in passato, di forme di vita intelligenti, che ha generato uno dei misteri archeologici più discussi del nostro tempo.

Non passò molto tempo prima che gli abitanti scoprissero che Terra era benedetta due volte. Non solo possedeva un mondo ideale per ospitare la vita Umana, il Sistema abbondava anche di punti di salto. Fino ad ora, ne sono stati mappati sette e gli scienziati sperano che un ottavo venga scoperto presto. In quattro secoli, grazie alla sua rete di salti e della sua locazione, Terra III si è evoluta in un enorme centro focale per il commercio, la cultura, la politica e gli affari.

TERRA I (Aero)
________________________________________
Una roccia senza particolari caratteristiche situata molto vicina alla sua stella, Terra Nova. Nonostante si possano trovare una certa quantità di minerali, i tentativi di sfruttare le risorse di Aero si sono rivelati un fallimento a causa delle temperature inospitali della sua superficie ed un periodo orbitale lungo 95 Giorni Standard Terrestri (SED – Standard Earth Day).

TERRA II (Pike)
________________________________________
I lavori di scavo alla ricerca di minerali su Pike, d’altro canto, sono un capolavoro dell’ingegneria Umana. Pike è un pianeta ricco di minerali e la sua superficie è costellata di avamposti minerari e raffinerie, che si sono rivelati essenziali per alimentare l’espansione di Terra.

TERRA III (Terra)
________________________________________
La capitale di Terra è Prime, una bellissima megalopoli costiera. In netto contrasto con le metropoli della Vecchia Terra, tutto su Prime è stato pianificato dai coloni originali, portando ad un equilibrio tale tra civiltà e natura che non si può trovare sulla vecchia culla dell’Umanità. A differenza di molte città, la zona d’atterraggio principale di Prime si trova lontano dalla città per ridurre l’inquinamento dell’aria ed il traffico aereo. Una monorotaia porta i visitatori all’interno e all’esterno delle due maggiori zone della città: la scintillante Downtown e l’area residenziale comunemente nota come The Block. Edificata a partire dai prefabbricati coloniali originali, The Block è considerata da molti come un pugno in un occhio, ma coloro che vivono nel quartiere antiquato hanno sempre mostrato una certa resistenza contro la modernizzazione.

La seconda città di Terra in ordine di grandezza è Quasi, nel freddo emisfero meridionale. Quasi è costruita all’ombra delle enormi rovine scoperte durante le prime esplorazioni di Terra. Quasi è considerata una destinazione turistica anche più di Prime, nonostante nella regione operino diverse società.

New Austin, un’altra delle locazioni iniziali della colonizzazione, è la cosa che più si avvicina ad una città industriale su Terra. New Austin è un parco commerciale con le lettere maiuscole, sede di aziende come ORIGIN Jumpworks e del QG della Sataball Territorial League. Il costo della vita su New Austin è basso, cosa che porta ad una certa sensibilità da “colletto blu”. Il fulcro della città è la Old Hall, un’ex area di ritrovo per la Gilda dei Minatori popolata ora da proprietari aziendali, piloti, trasportatori e spedizionieri.

TERRA IV (Gen)
________________________________________
Spesso si dimentica che anche il fratello di Terra, Gen, è un pianeta abitato. Il mondo più piccolo del Sistema, situato nella sua parte esterna, è stato terraformato circa un secolo dopo i primi insediamenti su Terra. Composto in gran parte da basi militari, da uffici per l’amministrazione Imperiale ed abitazioni, il pianeta è ben popolato anche se gli abitanti sono quasi esclusivamente impiegati del governo. Nonostante i ripetuti tentativi, la richiesta di Gen di essere rappresentato al senato è sempre stata respinta. Gli oppositori affermano che un ulteriore controllo burocratico potrebbe rivelarsi contraddittorio per gli interessi Imperiali, ma gli attivisti pro-Terra credono che il Senato sia semplicemente reticente nel voler dare maggiore influenza politica al Sistema Terra.

Avvisi di Viaggio

I viaggiatori sono pregati di prestare particolare attenzione alle norme del traffico relative alle tre grandi stazioni militari e di sicurezza nel Sistema. Le navi con l’intento di avvicinarsi a INS Reilly, IAS Hammett ed ICS Evolen si muniscano degli appropriati livelli di autorizzazione o restino a distanza per evitare incidenti indesiderati.

Voci nel Vento

“La nostra unica speranza per la pace, la nostra unica possibilità di creare il futuro che i nostri figli e i figli dei nostri figli meritano è ottenere l’indipendenza Terrana.”
– Governatore Assan Kieren, Discorso ad una Manifestazione, 12.03.2638

“È facile parlare dei migliori ristoranti di Prime, ma se vuoi la mia opinione, su Terra non c’è nulla che si avvicini anche lontanamente al gusto di un pirozhki caldo comprato da un venditore ambulante mentre il sole si alza all’orizzonte di New Austin. Quello, amico mio, è un pasto che non dimenticherai facilmente.”
– Senatore Kelos Albervar, Horizons Magazine, Luglio 2942

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.