Il Sistema Rhetor è sia uno dei più vecchi che uno dei più giovani dell’UEE. Considerato come uno dei più vecchi a causa del suo ruolo nella storia dell’espansione Umana, Rhetor venne scoperto per la prima volta nel 2287, divenendo uno dei primi Sistemi mai scoperti dall’Umanità. Tuttavia, in molti considerano Rhetor come giovane perché costituisce il cuore del sistema universitario pubblico e privato della UEE. A prescindere da come venga percepito, Rhetor rappresenta una parte importante del passato dell’Umanità ed un elemento chiave per il suo futuro.

Rhetor fu scoperto da Leona Sono e Neil Nyemeto, due ambiziosi studenti PhD provenienti dall’Istituto Marziano dello Spazio e delle Tecnologie (MIST). Sono, studentessa di ingegneria e abile pilota, voleva testare l’accuratezza dell’orologio di navigazione atomico della sua nave durante l’attraversamento del punto di salto Sol-Croshaw. Nyemeto, studente di astrofisica, accompagnò Sono così da poter raccogliere nuovi dati sul plasma di Croshaw. Mentre si preparavano per il viaggio di ritorno a casa, uno dei droni di ricerca di Nyemeto restituì una strana stringa di dati. La coppia perlustrò la zona in cui questi erano stati registrati, ma non si sarebbero mai aspettati che le coordinate li avrebbero portati direttamente al punto di salto Croshaw-Rhetor.

Dopo il loro ritorno alla MIST, Sono e Nyemeto condivisero la loro scoperta con la presidentessa della scuola, Adrianne Zemlock, un ex-politica che aveva pesantemente criticato le modalità di espansione dell’Umanità nel Sistema Croshaw. Zemlock era preoccupata della possibilità che, qualora le compagnie private sarebbero state eccessivamente coinvolte nello sviluppo planetario, i mondi sarebbero stati costruiti pensando innanzitutto ai profitti aziendali e solo in seconda battuta ai bisogni dell’Umanità. Una famosa affermazione di Zemlock recita: “L’Umanità ha compreso quanto sia semplice raggiungere le stelle. La parte difficile consiste nel capire come utilizzarle. Per cui vi chiedo – che tipo di universo dovremmo costruire?”

Con questa domanda in mente, Zemlock, Sono e Nyemeto avvicinarono il governo con la notizia del punto di salto. Tuttavia, si rifiutarono di divulgare le coordinate senza aver prima ricevuto l’assicurazione che un quarto delle terre di tutti i pianeti abitabili e terraformati del Sistema sarebbe stato riservato a finalità educative. Le pressioni degli interessi aziendali furono pesanti, ma la comunità educativa si radunò attorno alla causa. Zemlock divenne un ospite fisso dello Spectrum, dove difese appassionatamente la necessità di una “espansione responsabile”. La pressione pubblica crebbe, andando a bilanciare quella privata con gli interessi pubblici, ed alla fine il governo acconsentì alle loro richieste. Decisero persino di nominare il Sistema Rhetor, parola che indica un maestro ed un insegnante di oratoria e costituiva il popolare soprannome di Zemlock, in ricordo della “potenza delle parole nel plasmare i mondi”. Dopo che il governo perlustrò il Sistema, furono scoperti cinque pianeti, tre dei quali erano mondi terrestri localizzati nell’ampia fascia abitabile della stella ed erano meritevoli di essere terraformati. Su Rhetor II (Persei) furono scoperti grandi deposi di neodimio, erbio, samario ed altri elementi rari.

Il Governo vendette all’asta i diritti minerari dell’intero pianeta ed utilizzò i proventi per pagare la terraformazione di Reisse (Rhetor III) e Mentor (Rhetor IV). Per soddisfare i termini del loro accordo iniziale, il governo riservò una parte delle terre di Persei alla realizzazione di un’università governativa, incentivando al contempo le aziende a prendere in considerazione il pianeta per i loro istituti di ricerca ed i gruppi di ricercatori. Sebbene Persei non divenne l’oasi educativa immaginata da Zemlock, si trasformò comunque in un’incubatrice di idee influenti ed avanzamenti tecnologici. Gli altri due pianeti abitabili di Rhetor divennero i bastioni dell’educazione superiore della UEE. Gli studenti e lo staff educativo correlato costituiscono la maggioranza della popolazione di Reisse e Mentor. Dal momento che una laurea in una delle loro università è considerata una via di accesso veloce al mondo del lavoro su Terra e sulla Vecchia Terra stessa, il procedimento necessario per fare domanda di frequenza in una di queste scuole è altamente competitivo.

Molti storici si sono chiesti quale destino sarebbe spettato a Rhetor se Zemlock, Sono e Nyemeto non avessero insistito per dare priorità all’educazione. I rari minerali di Persei portarono prosperità al Sistema soltanto per qualche secolo, ma l’infrastruttura educativa di Rhetor continua tutt’oggi ad infondere nell’Umanità nuove prospettive, idee e tecnologie. Per questo motivo, molti considerano Rhetor come uno dei Sistemi più vitali dell’Impero.

Rhetor I
________________________________________
È un piccolo pianeta nano roccioso, privo di prospettive di terraformazione e con un clima inospitale.

Rhetor II (Persei)
________________________________________
Secondo Werner Fricke, un ex-membro della comitato di espansione planetaria UNE, “La promessa di Persei è ciò che ha reso possibile Rhetor”. I vasti depositi planetari di elementi rari furono il motore economico che guidò lo sviluppo nel Sistema. Questi inizialmente attirarono i consorzi minerari e le compagnie tecnologiche, cui poi seguirono gli scienziati di alto livello a causa della disponibilità di questi elementi per le loro ricerche.

Man mano che le risorse planetarie vennero svuotate, Persei divenne sempre più noto nelle comunità intellettuali e scientifiche. Qui sorgono i quartieri generali di numerosi gruppi di ricercatori finanziati privatamente e di istituti di ricerca aziendali. Tuttavia, fu per il lavoro svolto dal reparto Ricerca Analitica e di Quantificazione dell’Università di Persei (UPARQ), ente finanziato direttamente dallo stato, che il Sistema divenne noto per il suo contributo nell’evoluzione e nell’avanzamento scientifico. Sebbene il lavoro compiuto alla UPARQ sia in gran parte classificato, i motori quantistici ad elevata efficienza energetica e i tessuti termoresistenti migliorati delle tute spaziali sono soltanto alcuni dei traguardi tecnologici che si pensa provengano da qui. A causa della natura sensibile del lavoro della UPARQ, l’accesso al pianeta è diventato altamente limitato.

Rhetor III (Reisse)
________________________________________
Reisse è la patria di un gran numero di prestigiose istituzioni di insegnamento superiore che offrono una varietà di possibilità educative a persone provenienti da tutte le estrazioni sociali. Benché abbia la reputazione di essere un pianeta di festini, su Reisse sono presenti esperti in un vasto insieme di campi del sapere, dalla teoria economica universale, alla storia della tradizione orale Banu ed a tutto quello che ricade nel mezzo. Dal momento che molti di questi esperti partecipano agli spettacoli dello Spectrum ed i comm degli studenti generano un alto volume di traffico dati, si pensa che attorno a Reisse ci sia una densità di centri di trasmissione dati di gran lunga superiore a quella riscontrabile attorno a qualsiasi altro pianeta del ‘Verse. La giovane popolazione del pianeta lo ha tenuto per secoli al vertice dei movimenti culturali e politici. Oltre a renderlo una costante spina nel fianco della UEE. Persino il regime Messer fece fatica a reprimere il dissenso sul pianeta.

La documentazione desecretata di recente ha svelato che i Messer cercarono di spingere segretamente le università governative di Reisse a inserire membri operativi nell’amministrazione e nella popolazione degli studenti per servire da individui radicali e oppositori dichiarati del loro regime, credendo che, dando spazio a queste prospettive più radicali, sarebbero stati in grado di screditare tutti i dissidenti sul pianeta.

Il piano inizialmente funzionò e Rethor venne considerato come non allineato con il resto della UEE. Tuttavia, la resistenza alle idee radicali di Rhetor servì soltanto a insegnare agli oppositori di Messer come ammorbidire il loro messaggio per il pubblico consumo. Alcuni storici riconoscono all’opposizione dichiarata del Sistema una significativa influenza nell’aiutare il pubblico ad accettare le giustificazioni del Senatore di Terra Akari per la negoziazione di un trattato di pace con gli Xi’An indipendente dai Messer, oltre che per aver gettato le fondamenta di quelli che sarebbero stati considerati gli ideali Transizionalisti.

A prescindere dall’epoca, Reisse è sempre stato e continuerà a costituire un rifugio per l’esuberanza giovanile ed un luogo di libero scambio delle idee.

Rhetor IV (Mentor)
________________________________________
Situato al limite esterno della zona abitabile, Mentor è caratterizzato da un duro clima boreale che costringe la maggior parte della popolazione a rimanere in casa. Le sue università altamente rinomate sono ritenute molto più diligenti di quelle presenti su Reisse. Alcuni studenti affermano che il clima difficile li aiuti a concentrarsi sugli studi, mentre altri faticano a sopportare sia psicologicamente che fisicamente il freddo costante. Per questa ragione, le istituzioni di Mentor hanno una percentuale di abbandono molto più alta di quella delle università di Reisse.

Mentor ospita anche una delle camere di sicurezza universali della UEE per la raccolta semi. A quanto si dice, questi luoghi sicuri contengono i semi di tutte le specie vegetali presenti nella UEE. La locazione precisa della camera di sicurezza è un segreto gelosamente custodito. Sul pianeta è presente una notevole forza militare, ma solitamente questa tiene le distanze dalle università.

Rhetor V
________________________________________
L’atmosfera di questo bellissimo gigante gassoso cromatico genera continui e costanti vortici. Si tratta di una vista ipnotica amatissima dai turisti, dai piloti di passaggio e dagli studenti con una predilezione per le sostanze allucinogene.

Avvisi di Viaggio
________________________________________
Sebbene Persei sia popolato di università pubbliche, sono comunque presenti numerose restrizioni di atterraggio che l’esercito UEE fa rispettare severamente. Per evitare incidenti, assicuratevi di aver ricevuto i permessi di attracco appropriati prima di avvicinarvi a qualsiasi zona di atterraggio.

Voci nel Vento
________________________________________
“Dopo essere usciti dal salto, guardai Neil e gli chiesi cosa fosse successo. Lui mi sorrise, rispondendomi: ‘La Storia’”.
Leona Solo, L’Esploratrice Accidentale, 2364.

“Educazione. Onore. Empatia. Questi sono i valori fondamentali che le università di Reisse affermano di instillare nei loro studenti. Tuttavia, dopo aver frequentato la URL per quattro anni, queste tre parole descrivono meglio la mia esperienza lì: politica, proteste e festini. Cosa posso dire? E’ stato il periodo più bello della mia vita.”
Alex Boboltz, Diario di un Rivoluzionario di Reisse, 2731.

 
 
Articolo originale disponibile presso le Roberts Space Industries.