Se la velocità potesse, paradossalmente, essere rappresentata da un punto fisso nello spazio, allora quel punto sarebbe senza ombra di dubbio il Sistema Ellis. Luogo dove si svolge la Murray Cup, il più famoso evento di corse della galassia, Ellis è un Sistema Stellare che distoglie l’attenzione dalla sua reputazione di qualsiasi visitatore o turista che passi di lì. Nonostante questo, Ellis in realtà è un Sistema Stellare veramente interessante dotato dei propri punti d’interesse: dagli enormi animali marini che un tempo abitavano gli oceani di Kampos alla recente collisione tra Ellis XI e la sua luna, questo Sistema vale la pena di essere visitato almeno una volta.

Cosmologicamente, Ellis è una stella Gialla F3V con una fascia verde pullulante di pianeti che permette un’abitabilità Umana insolitamente alta. Il Sistema si trova in una zona altamente sviluppata di spazio UEE con degli importanti punti di salto che lo collegano a Magnus, Kilian e Nexus. Nonostante venga spesso associato con le corse spaziali, Ellis non è mai stato una potenza tra i fabbricanti; invece, esporta minerali non raffinati e frutti di mare ad altri Sistemi popolati nel cluster di stelle locale.

Pianeti Interni
________________________________________
Ellis I e II sono dei tipici pianeti interni non abitabili. Ellis I è un protopianeta che orbita così vicino alla sua stella da essere frequentemente colpito dalle eruzioni solari. I minatori considerano Ellis I la beffa definitiva: gli scanner più avanzati hanno rivelato che la superficie di magma ribollente nasconde una vera fortuna di minerali rari… ma attualmente non c’è scudo che possa permettere agli equipaggi di accedervi. I morti nel tentativo di avvicinamento si contano a dozzine. Ellis II è avvolto in una spessa atmosfera fumosa. La superficie è sterile e perciò priva di interesse, anche se le continue tempeste che si abbattono violente possono offrire una distrazione attraente per gli osservatori.

Fascia Abitabile: Green, Kampos & Noble
________________________________________
Situato al margine della fascia verde del Sistema (da cui prende il fantasioso nome), Green (Ellis III) è stato adattato appositamente per funzionare da resort e soddisfare i visitatori interessati alla Murray Cup. È un pianeta oceano terraformato, costellato da torri di lusso e mega-resort. Per preservare le elaborate barriere coralline sommerse del mondo, è stata costruita una singola zona d’atterraggio, presso la città costiera di Aydo. A causa del fatto che Green è stato terraformato, non ha vita marina autoctona. I tentativi di importare qualche specie da Kampos o dalla Vecchia Terra sono sempre falliti miseramente.

Kampos (Ellis IV) è stato il primo mondo ad essere colonizzato nel Sistema ed ancora oggi è il pianeta più popolato. È inoltre l’unico pianeta del Sistema Ellis con un’economia basata esclusivamente sulle corse. Kampos è un pianeta oceano ad alta gravità, casa di moltissime forme di vita marine. Il pianeta stesso deve il suo nome ad una creatura marina particolarmente grande (e l’esportazione della sua carne è vietata). L’alta gravità di Kampos ha inoltre aiutato l’evoluzione di una razza di gatti d’appartamento, che sono andati di moda per un po’ nei mondi interni dell’UEE. Il pianeta è frequentemente chiamato anche Seahorse (cavalluccio marino ndt.) dai locali, a causa dell’apparenza di alcuni mostri marini catturati dai pescatori in loco.

Il terzo pianeta abitato di Ellis, Noble (Ellis V) è un mondo di media grandezza completamente ricoperto di foreste. Il pianeta è in gran parte privo d’interesse, con dettami governativi che richiedono che la maggior parte della superficie sia preservata così com’è. Nei pressi della regione polare meridionale è presente un singolo spazioporto che permette ai visitatori di esplorare il bellissimo paesaggio, che ricorda quello di una Terra ancora vergine. Le due lune che lo adornano rendono il paesaggio da favola soprattutto durante la notte, eppure vi è una costante paura che lo sviluppo urbano possa espandersi nel mondo per andare incontro al costante aumento dei fan delle corse che entrano nel Sistema.

Mondi non Sviluppati
________________________________________
Ellis VI si trova appena fuori dalla zona verde, ed è un pianeta roccioso attualmente utilizzato dall’UEE per le ricerche dedicate all’habitat umano. La speranza è che le tecniche di terraformazione si evolvano a tal punto da permettere, un giorno, anche ai pianeti più lontani dalla loro stella di supportare la biosfera umana. Per questo motivo c’è una piccola stazione scientifica in orbita geostazionaria e gli scienziati che vi lavorano sono sempre alla ricerca di acquistare beni di lusso per far passare un po’ il tempo trascorso a svolgere i loro ingrati compiti. Ellis VII e VIII sono inabitabili allo stesso modo. Il VII ha un’atmosfera altamente corrosiva che può danneggiare le navi che entrano nella sua orbita locale. Ellis VIII è il pianeta più piccolo del Sistema, una roccia di poco interesse con un’atmosfera rarefatta.

Giganti Gassosi
________________________________________
Il Sistema Ellis possiede anche due giganti gassosi: Ellis IX, conosciuto anche come Walleye (Ellis IX), e Bombora (Ellis X). Walleye è il più grande dei due ed è completamente commercializzato come mondo da rifornimento. Anche se Walleye è famoso soprattutto per essere un pit stop per i piloti in gara, la maggior parte del tempo vi si può trovare una lunga coda di navi da carico e da guerra in attesa di fare il pieno. I trasporti a lungo raggio che seguono la tratta Vecchia Terra-Pinecone spesso partono da Walleye, e sono diversi i servizi “di sosta” nati attorno alla sua orbita. Ellis X è un gigante gassoso più piccolo con un’atmosfera estremamente turbolenta, motivo per il quale gli è stato dato il suo nome, Bombora.

Pianeti Esterni
________________________________________
L’undicesimo pianeta del Sistema Ellis è famoso per essere stato recentemente distrutto in seguito alla collisione con la sua luna. Il mondo era inabitabile e gli astrofisici da lungo avevano compreso la sua apparente rovina. Tuttavia, l’impatto ha generato un denso campo di detriti che i piloti sono avvisati di evitare ad ogni costo. Le regioni periferiche sono una ragionevole fonte di minerali però, e la gravità ha già iniziato il processo di raffinazione.

Ellis XII, chiamato anche Judecca, è una piccola palla di ghiaccio nello spazio, sito di occasionali spedizioni di scavi nel ghiaccio e poco altro. Il pianeta più esterno del Sistema, Ellis XIII, è conosciuto dai locali come Pinecone a causa della sua strana superficie di roccia frantumata. Pinecone è un pianeta ricco di minerali pesanti ed è una destinazione popolare per i minatori a lungo raggio, molti dei quali trasportano da sé i minerali fino alla Vecchia Terra con lo scopo di rivenderli.

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.