Forum Ambasciata Organizzazioni Costituzione de “La Corporazione”

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Wakiki 12:42 03/10/2017.

  • Creatore
    Topic
  • #20773

    Wakiki
    Cittadino
      @wakiki

      COSTITUZIONE DE “LA CORPORAZIONE”

      art 1. Principi Fondamentali
      La Costituzione delinea una struttura democratica fondata sulla collaborazione fra i giocatori.
      La sovranità appartiene ai membri, siano essi associati in Organizzazioni, Associazioni o singoli individui, che la esercitano nelle forme e nei limiti della Costituzione. Il 1° Articolo della Costituzione è principio fondamentale e pertanto non può essere modificato in nessun caso.

      art 1 bis. Struttura
      Il fine ultimo della costituzione è preservare un ambiente di gioco libero e democratico, andando al contempo a creare una realtà rappresentativa di tipo federativo; per conformità con il lore di Star Citizen la forma scelta per questa struttura è la corporazione.
      Definizioni:
      Associati : i membri de La Corporazione (indistintamente main o affiliati)
      Dipartimenti : sono le infrastrutture deputate alla promozione della collaborazione fra le realtà associative e dirette da un Responsabile
      CDA : Consiglio di amministrazione, organo esecutivo e legislativo eletto dagli associati
      Consigliere : Ogni membro del CDA
      Presidente del CDA : Garante de La Corporazione,dirige le riunioni del CDA

      art 2. Consiglio di amministrazione
      Composizione
      9 seggi, di cui
      3 riservati a
      Associati privi di main org
      Associati che hanno scelto la federazione come main org
      Associati che appartengono ad una main org con meno di 5 partecipanti
      6 ripartiti agli associati appartenenti ad org con più di 5 partecipanti, con un limite di un seggio per org
      Nelle more del numero congruo di org, i seggi mancanti vengono riassegnati alla lista degli associati di cui al punto precedente.
      Poteri
      Esecutivo: il CDA prende decisioni in merito alla condotta de La Corporazione esclusivamente per preservare la stabilità e l’efficacia a livello comunitario, senza interferire quotidianamente a livello locale con le realtà che ne fanno parte.
      Legislativo : il CDA delibera leggi e regolamenti di interesse comunitario per il corretto svolgimento delle attività di corporazione, senza entrare nel merito dei regolamenti interni di ogni singola organizzazione facente parte La Corporazione.
      Compiti
      E’ l’organo di raccordo tra i Dipartimenti, le Organizzazioni e le azioni degli Associati.
      Nomina e revoca i Responsabili dei Dipartimenti
      Delega ai Dipartimenti l’amministrazione delle risorse umane e dei beni de La Corporazione
      Costituisce il Comitato Disciplinare che risolve le dispute interne
      In caso di aggressione esterna ad una org associata, il CDA su istanza della org lesa attua ogni misura atta alla risoluzione del contrasto
      il CDA ha la facoltà di dichiarare lo stato di guerra

      art 3. Processo elettorale del CDA
      Gli associati eleggono i propri rappresentanti al CDA tramite voto a suffragio universale.
      Ogni associato della corporazione ha diritto a candidarsi alla rappresentanza in CDA.
      Un Consigliere eletto lega il suo mandato alla permanenza nella propria main org.
      I Consiglieri eletti restano in carica per 6 mesi.

      art 3 bis. Decadimento delle funzioni di Consigliere
      In caso di destituzione o impossibilità di un Consigliere a svolgere il proprio mandato, il garante individua nel risultato delle elezioni precedenti il prossimo avente diritto al seggio vacante. In mancanza di un candidato valido il garante indice una elezione straordinaria per quel seggio.

      art 3 ter. Modalità di riunione del CDA
      Il dibattito in CDA avviene quando l’organo si riunisce in una delle modalità sotto descritte:
      Ordinaria : quando la riunione del CDA è indetta dal Presidente del CDA per decretare su atti di intervento o questioni di interesse federale.
      Spontanea: quando uno o più Consiglieri invocano una riunione per motivi di urgenza
      Straordinaria : quando gli associati invocano la riunione del CDA per questioni di interesse comunitario.
      Le riunioni del CDA hanno carattere privato se trattano temi esecutivi, sono invece aperte agli uditori i dibattimenti ai fini legislativi.
      Il dibattito del CDA è legittimo allorquando vi abbiano partecipato almeno 5 Consiglieri .

      art 4. Modalità’ di consultazione e iniziativa degli Associati
      Il CDA può indire una consultazione associativa riguardo temi di interesse comunitario da risolvere tramite referendum.
      Ogni associato, raccolti consensi di supporto pari al 15% del totale dei membri della corporazione, può promuovere un disegno di legge da sottoporre all’organo legislatore ai fini della modifica e/o approvazione e successiva pubblicazione.
      Tra l’indizione della votazione e la votazione stessa devono passare almeno 15 giorni.

      art 5. Modalità’ di modifica della costituzione
      Cambiamenti significativi della realtà di gioco possono rendere necessario modificare la Costituzione. Tale importante e delicata misura è limitata nel numero:
      solo un articolo è modificabile per ogni consultazione associativa
      Nel tempo:
      fra una modifica e la successiva devono passare 60 giorni.
      Ogni modifica costituzionale proposta si risolve tramite Referendum associativo.
      Insieme alla pubblicazione dei quesiti referendari, l’amministrazione pubblicherà anche il quorum necessario per la validità della votazione

      art 6. Presidente del Consiglio di Amministrazione
      Il Presidente del Consiglio di Amministrazione è il garante della stabilità de La Corporazione e del rispetto del processo democratico.
      Dirige le riunioni del CDA, facendone da censore e garantendo il regolare svolgimento della discussione e dell’ordine del giorno. E’ parte attiva del dibattito ma non ha diritto di voto.
      Ha facoltà di proporre mozione di sfiducia verso:
      Un singolo Consigliere da risolvere previa votazione interna al CDA
      Il CDA tutto, da risolvere tramite referendum associativo.
      Le candidature a Presidente del CDA e Consigliere sono mutualmente esclusive

      art 7. Dipartimenti, scopi e costituzione
      Il CDA individua fra gli associati i dirigenti dei Dipartimenti e ha parimenti facoltà di revocare tale carica.
      Il Responsabile di Dipartimento ha mandato pari a quello del CDA.
      I Dipartimenti promuovono la collaborazione fra associati e org tramite eventi,missioni e serate di gioco volte a creare amalgama e opportunità di lavoro interprofessionale.
      I Dipartimenti saranno istituiti dal CDA eletto andando a ricoprire le mansioni e gli interessi da esso individuati.
      I Dipartimenti saranno parte attiva della gestione del mercato interno sociale.
      I Dipartimenti avranno la gestione di un bilancio deciso dal CDA ad inizio mandato, con cui organizzare i vari progetti lavorativi. Ogni ulteriore finanziamento dovrà essere richiesto al CDA.

      art 8. Settore Sicurezza
      I principi,gli associati e i beni de La Corporazione sono garantiti dai due compartimenti paramilitari:
      MARINA DELLA CORPORAZIONE
      ESERCITO DELLA CORPORAZIONE
      Coordinate dalla figura di Responsabile Settore Sicurezza, nominata con criterio meritocratico dal CDA.
      Il Responsabile del Settore Sicurezza nomina un Ammiraglio comandante della Marina della Corporazione e un Generale comandante dell’Esercito della Corporazione.
      Queste figure istituzionali gestiscono tutti gli aspetti delle forze paramilitari, la composizione dei reparti, l’addestramento e promuovono eventi volti a creare efficienza operativa, anche attraverso eventi pve.
      Coordinano altresì gli sforzi bellici in tempi di guerra e comunque sempre e solo su indicazione del CDA.

      art 9. Rapporti con i singoli giocatori (diritti e doveri)
      Ogni associato de La Corporazione è tenuto a osservare le leggi e la Costituzione.
      Ogni associato è tenuto a mantenere uno spirito collaborativo e pacifico con il resto della comunità.
      In caso di dichiarazione di stato di Emergenza o di stato di Guerra ogni associato deve partecipare allo sforzo bellico e/o economico a seconda delle proprie possibilità

      art 10. Rapporti con le Organizzazioni (diritti e doveri)
      Le org si impegnano a rispettare il patto di mutuo soccorso in vigore nella corporazione. Si devono impegnare a rispettare le leggi e la Costituzione federale.
      Una org appartenente alla corporazione può entrare in conflitto con realtà esterne a La Corporazione a patto di non minare la sicurezza e la stabilità della comunità.
      In caso di assalto da parte di realtà esterne alla corporazione, può richiedere l’intervento del CDA.
      In caso di dichiarazione di stato di Emergenza o di stato di Guerra l’Org deve partecipare allo sforzo bellico e/o economico a seconda delle proprie possibilità.

    Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.