Vi state divertendo all’Expo Aerospaziale Intergalattica? Bene! Sembra però che alla Drake ci siano dei problemi. Craig, a te la linea!


Inizio Trasmissione

Hey ragazzi, parla Craig Burton. Per quanto sia difficile crederci, ormai è già passato un altro anno. Forse per alcuni di voi sarà sembrato più lungo del solito, ma guardiamo il lato positivo: significa che è giunto il tempo di un altro Expo Aerospaziale Intergalattica.

Clean Shot, sempre al lavoro per offrire ai trasportatori là fuori le ultime grandiose novità ed informazioni, ha gentilmente inviato me e Skinny quaggiù a Eri City come corrispondenti direttamente dal sito dell’Expo. Ve lo dico subito – questa potrebbe essere la mia settimana preferita dell’anno in assoluto in mezzo alle 52 normali tra le quali posso scegliere. Sembra che Skinny invece abbia un debole per il Rally di Hyperion in arrivo prossimamente, ma mi ha promesso che l’EAI è al secondo posto.

E anche se lo spettacolo è appena cominciato, questo del 2946 si sta dimostrando una meraviglia. Ho passato quasi tutta la domenica nel padiglione dei componenti, immerso tra i produttori in mostra. Un altro po’ e potevano far chiudere i cancelli a me. Ho inoltre trascorso un’ora con alcuni ragazzi della ArcCorp a parlare del loro nuovo motore ArcTurbo 675, e vi assicuro che è uno spettacolo. Sembrano aver completamente padroneggiato le configurazioni introdotte l’anno precedente e sono riusciti a portarle ad un livello superiore. Analizzeremo per bene tutte queste bellezze più tardi assieme a Skinny, inclusa un’occhiata da vicino al simulatore di esperienza radar tecnologico che il nostro sponsor Chimera ha preparato al suo stand. Ricordate, con un radar Chimera a portata di mano, sarete sempre un passo avanti su tutto ciò che vi circonda.

Ed ora, andiamo avanti e diamo un occhio alla TroubleZone di oggi.

Succede ogni anno, ragazzi. I collezionisti di navi provenienti da tutto l’Impero caricano le loro Cutlass di prima generazione, o le edizioni limitate della M50, sulle navi cargo per portarle nel Sistema Kiel senza graffiare la vernice originale. Ed ogni anno, gruppetti di fuorilegge prendono di mira queste navi. Se siete stati contattati per trasportare qualche nave di valore al o dall’EAI, potreste pensare di procurarvi una qualche sicurezza in più durante il viaggio.

Quest’anno ho sentito notizie di bande particolarmente attive ed aggressive nel Sistema Magnus. Una volta che vedono una nave, iniziano a girarci intorno con le loro Dragonfly e i minicaccia per impedire al cargo di saltare verso la salvezza mentre preparano una EMP per disattivarlo. Non si conosce granché dell’equipaggio che commette questi atti, tranne che sono intelligenti abbastanza da non sostare in una singola locazione. La maggior parte dei rapporti li vedono girare nel settore nei pressi dei punti di salto più grandi del Sistema. Perciò prestate particolare attenzione quando passate in queste aree, anche se non state trasportando una nave.

Naturalmente Kiel non è al sicuro neanche da sé stesso. Drake Interplanetary ieri si è buscata qualche critica in seguito alla decisione di far esibire alcune… diciamo artiste, presso il loro stand. Seppure abituata alle controversie, sembra che stavolta la sua sfacciataggine abbia fatto il passo più lungo della gamba, considerando il polverone che si è alzato in tutto l’Impero con numerose lamentele sparse per tutto lo spectrum. Ovviamente sono in tanti anche coloro che difendono la Drake, asserendo che volesse solo dare un po’ di spettacolo. L’EAI ha già agito a riguardo, ammonendo Drake per violazione delle norme dell’Expo, ma io ho voluto dare alla Drake stessa la possibilità di parlare della controversia.

Voglio dare il benvenuto su Clean Shot a Horatio Prizzler, manager capo delle pubbliche relazioni per la Drake Interplanetary.

HORATIO PRIZZLER: Ti ringrazio per questa opportunità, Craig. Alla Drake Interplanetary siamo tutti dei grandissimi fan di Clean Shot. Date un sacco di buone informazioni e sano divertimento.

Sei troppo gentile. Sembra che siate stati parecchio impegnati in questi ultimi giorni. Non solo per la presenza all’evento, che vi è servita per pubblicizzare la line-up di Drake per il 2947, ma anche per la controversia riguardo la violazione delle norme per le esibizioni dell’Expo nel vostro stand.

HORATIO PRIZZLER: Permettimi di chiarire subito il tutto. Lo stand di Drake Interplanetary non ha violato le norme in nessun modo. Si è trattato solo di un malinteso gonfiato a dismisura per via di alcuni interessi che, diciamo, preferiscono dare ingiustificate connotazioni negative a Drake.

Spiega al nostro pubblico questo “equivoco”, perché i rapporti ufficiali dell’EAI dicono che Drake è stata multata per l’utilizzo di donne seminude per la pubblicità dei propri prodotti. Questa sembra essere a tutti gli effetti una violazione del codice EAI, volto a promuovere un ambiente accogliente e confortevole mantenendo l’attenzione sulle navi, non sullo staff degli stand.

HORATIO PRIZZLER: Per iniziare, l’accusa che Drake abbia assunto delle cosiddette “bambole da stand” è assurda.

Lascia che ti fermi subito. Ho camminato in mezzo a parecchi dei vostri stand ieri e ho visto donne vestite con abiti suggestivi, che danzavano e mi indicavano. Quest’oggi non è stato permesso loro di tornare sotto i riflettori almeno fino a che la questione non viene risolta. Dal punto di vista Drake, come può non essere una violazione delle norme EAI?

HORATIO PRIZZLER: Quelle adorabili persone non sono state assunte dalla Drake per pubblicizzare i nostri prodotti perché, su questo siamo d’accordo, sarebbe stata una violazione bella e buona. No, erano semplicemente parte integrante di una promozione trasversale con Cynosure Entertainment per pubblicizzare il nuovo vid Shadow Siren. Quelle performer erano vestite come le protagoniste dello show, che parla di un equipaggio tutto al femminile di una Caterpillar che potrebbe essere l’ultima e definitiva speranza per salvare l’Umanità dai Vanduul.

Il vid inoltre mette in rilievo molte altre grandi navi della Drake accanto alla Caterpillar. Il primo episodio ha questo spezzone dove una Herald… beh, probabilmente è meglio non fare spoiler. Comunque, se vi siete incuriositi guardando i nostri stand, allora assicuratevi di non perdere Shadow Siren, sullo spectrum dal 1° Dicembre SET.

Sembra una bella arrampicata sugli specchi, se vuoi il mio parere.

HORATIO PRIZZLER: Le arrampicate sugli specchi non sono contro le regole.

Ebbene, non sono io il giudice qui, ma facciamo un po’ di chiarezza. Non è la prima volta che Drake supera un po’ i confini per promuovere qualcosa.

HORATIO PRIZZLER: L’obiettivo principale di Drake è sempre stato e sempre sarà creare navi accessibili ed efficaci. Perché non importa come la gente senta parlare delle tue navi, anche se si sente dire che sono una schifezza e che nessuno le vuole pilotare.

È arrivato il momento di fare una piccola pausa qui a Clean Shot. Quando torneremo, vi porterò a fare un giro nell’hangar che ospita il Concilio Manifatturiero di Navi Esotiche, così potrete scoprire alcune tecnologie all’avanguardia costruite da produttori che non richiamano la stessa attenzione della Drake. Inoltre, Skinny analizzerà alcuni degli incredibili attrezzi sui quali è riuscito a mettere le mani qui. Tutto questo e molto altro quando Clean Shot tornerà in diretta dall’Expo Aerospaziale Intergalattica del 2946.

Traduzione a cura di Alex Miura.
Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.