Le Time Capsule arrivano al loro ultimo appuntamento, raccontato dalle mani di uno studente grande ammiratore dello Squadrone 42.


Brian Wieters

Rapporto EBook

Mrs. Ngo, 5^ Classe

“Burning Sky: Un’Avventura dello Squadrone 42”

Durante le ultime vacanze ho letto Burning Sky. È stato proprio super. Parlava dello Squadrone 42, che sono mitici. È ambientato nel 2910 quando un branco di navi da guerra Vanduul attacca la loro portaerei. Il personaggio principale è il Tenente Terrence Nolan. Era nato in una piccola cittadina nel Sistema Elysium più o meno come quella dove abita mio cugino. Si era arruolato nella Flotta invece di andare a scuola perché voleva vedere le stelle. C’è stata una bella scena quando era in mezzo ai campi e guardava il cielo chiedendosi cosa c’era là fuori. Voleva vedere qualcosa che non aveva mai visto nessuno. Penso che sia un’idea grandiosa. Tipo, ci sono interi gruppi di alieni che non abbiamo mai conosciuto? Non ci avevo mai pensato. Quando io diventerò pilota, andrò subito a vedere una nebulosa. Una di quelle grandi. Penso che sarebbe proprio il massimo.

Dopo la scuola di volo, il Tenente Nolan è andato nei settori orientali. Faceva parte di una pattuglia lungo il bordo Xi’An. Lì si annoiava parecchio perché non succedeva mai niente. Poi durante un turno, ha visto una piccola nave da trasporto inseguita dai pirati. Anche se c’erano tipo quattro pirati e il Tenente Nolan era da solo, ha attaccato. È stato un matto e la sua nave era piena di fori di proiettile ma è riuscito a sconfiggere tre pirati prima che arrivassero gli altri piloti. E così ha salvato il trasportatore. E poi il suo Comandante si è congratulato per il successo, ma poi gli ha anche fatto una ramanzina. Era arrabbiato perché era stato stupido ad ingaggiare quattro pirati da solo. Ed è così che è entrato a far parte dello Squadrone 42. A loro piace quel tipo di stupidità.

Il Tenente Nolan viene trasferito nuovamente nei Sistemi occidentali. Ora fa parte di uno Squadrone. Mentre il resto della Flotta pensa a fuggire dai Vanduul, loro vanno a cercare apposta una battaglia. Sono tipo l’unica cosa che c’è tra i nostri Sistemi e quel mucchio di sciacalli. Il loro Comandante è questa ragazza parecchio dura e intelligente che si chiama Aria Reilly. Lei combatte praticamente da quando era una bambina e il suo paese venne distrutto dai razziatori. La loro portaerei così prosegue il viaggio oltre i Sistemi abitati fino allo spazio non rivendicato. Stavano cacciando.

Dopo circa due settimane sulla portaerei, sembrava che il Tenente Nolan non piacesse a nessuno. Pensavano tutti che fosse un codardo. Ma poi la mattina dopo, la loro nave subisce un’imboscata da un gruppo di Scythe Vanduul. Tipo un centinaio. Il Tenente Nolan e gli altri piloti saltano nelle loro navi e partono di corsa per abbatterli. La battaglia dura sei ore. I combattenti facevano le acrobazie nello spazio per provare a farsi esplodere a vicenda mentre la portaerei se la vedeva con un Distruttore Vanduul che era rimasto in attesa. Sembrava quasi che stessero perdendo ma poi il Tenente Nolan ha preso il comando dei piloti che erano ancora vivi e ha contrattaccato con ancora più foga. Non volevano arrendersi per nessun motivo.

Leggere questo libro è stato molto divertente. È un po’ noioso prima della battaglia ma sono contento di essermi appassionato. Mio papà ha detto che si ricorda, era un bambino quando è successa. Anche a lui piace lo Squadrone 42. Mi ha detto che ha anche altre cose da dirmi a riguardo. Spero di diventare anche io come il Tenente Nolan quando sarò un pilota. Penso che tutti dovrebbero leggere il testo. Questo era il mio rapporto.

Traduzione a cura di Alex Miura.
Articolo originale disponiblie presso le Roberts Space Industries.

 


 

Potete trovare tutti gli episodi precedenti di Time Capsule qui!